Depositphotos (Ai825)
Sarà il Tribunale federale a dover trattare la causa di risarcimento intentata dalla Fondazione per la protezione dei consumatori contro Volkswagen e l'importatore Amag .
SVIZZERA
28.01.20 - 11:220

Consumatori contro VW-Amag, si va al Tribunale federale

Presentato ricorso contro una decisione del tribunale commerciale di Zurigo ritenuta «incomprensibile e inaccettabile»

di Redazione
Ats

ZURIGO - Sarà il Tribunale federale a dover trattare la causa di risarcimento intentata dalla Fondazione per la protezione dei consumatori (Stiftung für Konsumentenschutz, SKS) contro il costruttore automobilistico tedesco Volkswagen e l'importatore Amag a nome dei clienti raggirati con le manipolazioni dei test dei gas di scarico.

La SKS ha infatti indicato oggi di aver presentato ricorso contro una decisione del tribunale commerciale di Zurigo, ritenuta «incomprensibile e inaccettabile».

La fondazione aveva presentato la domanda di indennizzo a nome di circa 6000 proprietari di vetture: autoveicoli che - così veniva argomentato - erano stati pubblicizzati come ecologici al momento della vendita, cosa che in realtà non erano. I prezzi pagati erano stati quindi eccessivi e, a causa delle manipolazione dei sistemi di scarico, le auto avevano perso valore sul mercato dell'usato.

La SKS aveva avviato quindi una sorta di azione collettiva: l'idea non era però piaciuta ai giudici zurighesi, che sul caso avevano statuito in dicembre. A loro avviso l'organizzazione si è presentata come una sorta di veicolo di incasso: questo modo di procedere non è però contemplato dagli statuti della fondazione e in particolare nello scopo. La società non aveva quindi la capacità di agire processualmente in tal modo.

Fin da subito la SKS aveva fatto però sapere di non seguire l'argomentazione della corte. Il mandato della fondazione è proprio quello di salvaguardare gli interessi dei consumatori, veniva affermato. È scattato quindi il ricorso.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
45 min
Maurer contro le quote rosa
Lo scrive oggi Le Matin Dimanche, che ha avuto accesso a documenti riservati.
SVIZZERA
LIVE
Iniziativa per la limitazione verso la bocciatura
Urne chiuse a mezzogiorno in tutta la Svizzera. Ci sono già le prime proiezioni.
SVIZZERA
1 ora
Quattro medici "critici" sotto sorveglianza
Sono accusati di non applicare le misure volute da Berna per contenere il propagarsi della pandemia da Covid-19
SVIZZERA
3 ore
L'epidemiologo cambia rotta: «Ora la gestione Covid funziona»
Marcel Salathé ora è positivo: le cifre sono stabili, seppur elevate, e il contact tracing finalmente funziona
NIDVALDO
3 ore
Alla guida di un camion con l'1,4 per mille
Al camionista kirghiso è stato vietato il proseguimento del viaggio
GINEVRA
5 ore
Pioggia di votazioni cantonali a Ginevra e Uri
Molti quesiti per gli abitanti dei due cantoni, dal salario minimo alle ciclabili. Altri nove alle urne.
BERNA
5 ore
Svizzeri al voto su cinque temi federali
Una domenica di votazione così non si vedeva da quattro anni. Forte incertezza su almeno due quesiti.
SVIZZERA
13 ore
La rivista ritratta: «Riesamineremo lo studio sull'Echinaforce»
Perché se funziona in laboratorio non è detto che funzioni anche sull'uomo: «È sovrainterpretazione»
GINEVRA / ITALIA
16 ore
Quasi giunto a destinazione l'aereo torna indietro
Il volo, partito questa mattina da Ginevra, ha avuto un problema tecnico.
ZURIGO
20 ore
Condizioni di lavoro negli asili nido: a Zurigo si manifesta
Circa 500 persone sono scese in piazza per protestare contro la situazione di queste strutture.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile