Keystone
Le strutture dovrebbero essere autoesplicative e a prova di errore.
SVIZZERA
10.12.19 - 11:010

Snowpark: l'80% di chi si fa male ha tra i 10 e i 30 anni

Le lesioni riportate negli snowpark sono spesso gravi e riguardano la testa e la schiena

BERNA - Gli snowpark con elementi artificiali (jibs) e salti fatti di neve attirano sempre più sciatori nelle stazioni invernali svizzere. E le statistiche sugli infortuni lo confermano: una valutazione dell'UPI indica che delle 76 000 persone che devono ricorrere a cure mediche a seguito di un infortunio sportivo, una su dieci si è fatta male in uno snowpark. 

Infortunati per lo più sotto i 30 anni - Un dato importante è che negli snowpark si infortunano soprattutto i giovani: l'80% di chi si fa male ha tra i 10 e i 30 anni. Sulle piste “solo” il 43% dei feriti appartiene a questa fascia d'età. Le lesioni riportate negli snowpark, cadendo ad esempio su elementi duri, sono spesso gravi e riguardano la testa e la schiena: le ferite alla schiena sono quattro volte più frequenti negli snowpark che sulle piste. Tutti gli snowpark dovrebbero quindi essere autoesplicativi e a prova di errore: questo significa che in queste strutture gli errori devono essere meno frequenti e non devono causare lesioni gravi, soprattutto tra i bambini e i giovani. L'UPI fornisce quindi consulenza e supporto ai gestori di snowpark.

Separare e segnalare correttamente - Per prevenire gli infortuni gravi, l'UPI chiede in una nuova documentazione tecnica che gli snowpark siano segnalati meglio e separati più chiaramente dalle piste per evitare che qualcuno vi finisca per sbaglio. L'UPI raccomanda inoltre di adottare una classificazione più chiara in base al grado di difficoltà (XS-XL). «Se gli sciatori possono scegliere un grado di difficoltà adatto alle loro capacità, si divertono di più e rischiano meno di farsi male», dice Benedikt Heer, specialista dell'UPI per gli sport sulla neve.

Da XS a XL - Gli snowpark del livello XS sono pensati per gli sciatori sotto i 6 anni: offrono uno spazio ludico a misura di bambino su un terreno pianeggiante ed elementi senza altezza di caduta. I più piccoli, infatti, non sono ancora pronti ad affrontare le sollecitazioni cui è sottoposto il fisico nei gradi di difficoltà superiori. Il livello S è indicato per la maggior parte degli sciatori: bambini dai 6 anni in su, principianti e tutti coloro che non hanno molta dimestichezza con gli snowpark. I livelli XS e S propongono solo elementi percorribili anche a bassa velocità.  I ragazzi sotto i 13 anni non dovrebbero avventurarsi negli snowpark di livello M e L se non sono accompagnati da una persona esperta. L'UPI sconsiglia inoltre di aprire le strutture di livello XL a tutti, anzi raccomanda di limitarne l'accesso ai più esperti.

Le principali regole di comportamento negli snowpark

  • Indossa l'equipaggiamento di protezione: casco e paraschiena, parapolsi se fai snowboard
  • Controlla prima di saltare.
  • Pianifica il tuo percorso.
  • Inizia con un grado di difficoltà basso e progredisci un passo per volta.
  • Ai principianti l'UPI raccomanda di seguire un corso in una scuola di sci o snowboard.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 min
Mancano macchinisti, le FFS sopprimono alcuni treni
La crisi del coronavirus ha ulteriormente messo in difficoltà le Ferrovie federali.
SVIZZERA
1 ora
«Il virus sta aumentando». Spagna nella lista nera. A rischio le donne incinte
Dalla decisione sono al momento escluse le Isole Baleari e le Isole Canarie
SVIZZERA
2 ore
Chi torna dalla Spagna dovrà mettersi in quarantena
Chiunque rientrerà dal Paese iberico dovrà annunciarsi alle autorità cantonali.
SVIZZERA
2 ore
Altri 181 casi e un ricovero, ma nessun decesso
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 35'927. I decessi sono 1'706.
SVIZZERA
3 ore
«Molti hanno problemi respiratori anche dopo essere stati dimessi»
L'ospedale di Friburgo ha analizzato i dati dei pazienti ospedalizzati con un'infezione da Sars-CoV2 tra marzo e aprile.
SVIZZERA
4 ore
Migliorano le stime del PIL svizzero
Il KOF prevede ora una flessione leggermente meno marcata di quanto precedentemente ipotizzato.
SVIZZERA
5 ore
«La crisi ha mostrato l'importanza della libera circolazione»
Per l'Usam un sì all'iniziativa "per un'immigrazione moderata" affosserebbe le PMI elvetiche.
SVIZZERA
7 ore
Vaccino, accordo più vicino: «Questione di ore»
La Svizzera sta per concludere un contratto d'acquisto per la fornitura del farmaco che viene sviluppato da Moderna.
VAUD / FRANCIA
17 ore
Sedicenne vodese annegato a Marsiglia
Il giovane si trovava nel sud della Francia con la famiglia. Sotto shock i suoi compagni di classe
SVIZZERA / BELGIO
20 ore
Il Belgio toglie Vaud e Vallese dalla zona rossa
Da domani i cittadini belgi potranno tornare in vacanza nei due cantoni romandi.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile