Keystone
SVIZZERA
18.11.19 - 11:130

UBS: il piano di Ermotti è di rimanere in carica fino al 2021?

Completando così 10 anni da CEO. In 8 anni alla guida di Ubs il manager ha guadagnato come un ticinese in 1400 anni

di Redazione
Ats

ZURIGO - Il presidente della direzione di UBS Sergio Ermotti punta a rimanere 10 anni alla testa della banca, per poi lasciare nella primavera del 2021: lo sostiene il portale finanziario zurighese Finews, basandosi su informazioni interne all'istituto. Il gruppo non prende posizione sul tema.

Secondo Finews sarebbe partito il conto alla rovescia: per la prima volta sarebbe diventato di dominio pubblico un piano relativamente preciso riguardo all'uscita di scena del manager ticinese.

Ermotti avrebbe confidato ai suoi stretti collaboratori l'intenzione di rimanere in carica sino all'assemblea generale del 2021, coronando quindi un decennio quale CEO, stando a quanto diverse persone hanno riferito al portale. Il 59enne resterebbe quindi in sella ancora circa 18 mesi e porterebbe a termine il piano triennale annunciato nel 2018.

Ermotti non ha mai voluto svelare pubblicamente le sue intenzioni. All'inizio del 2017 il presidente del consiglio di amministrazione Axel Weber aveva detto che poteva immaginarsi di lavorare in tandem con il dirigente ticinese sino al 2022. Contatto oggi dall'agenzia Awp, un portavoce di UBS ha fatto sapere di non voler commentare «voci o speculazioni» sulla pianificazione della successione ai vertici.

Secondo Finews, Ermotti si è già assicurato i servizi di un possibile candidato alla sua successione: si tratta di Iqbal Khan, il top manager passato in forza a UBS proveniente da Credit Suisse e finito al centro delle cronache per essere stato pedinato su ordine dell'ex datore datore di lavoro. Altri due nomi che vengono fatti sono quelli di Sabine Keller-Busse e di Tom Naratil, due alti dirigenti della banca.

In 8 anni ha guadagnato come un ticinese in 1400 anni - Le speculazioni sui tempi della partenza di Sergio Ermotti dal vertice di UBS diffuse oggi dal portale Finews riportano al centro dell'attenzione l'argomento numero uno per cui il manager è conosciuto presso il grande pubblico: lo stipendio, che ne fa uno dei dirigenti più pagati di sempre in Svizzera e in Europa.

In questi giorni il 59enne ha avviato il suo nono anno alla guida della direzione di UBS: è infatti entrato in carica quale CEO definitivo il 15 novembre 2011, dopo essere stato nominato nel 24 settembre dello stesso anno numero ad interim, per succedere a Oswald Grubel, costretto ad abbandonare il timone dopo la scoperta di un grave caso di malversazione nella sede londinese della banca che aveva comportato perdite miliardarie.

Nel periodo di otto anni fra il 2011 e il 2018 Ermotti ha guadagnato 93,5 milioni di franchi. A parte nel primo e nel secondo anno, il suo compenso è stato sempre a doppia cifra milionaria: si è quindi mosso in un campionato di altissimo rango, un campetto di gioco il cui cancelletto si apre solo per pochissime persone. Ermotti ha incassato la cifra più alta nel 2017 (14,2 milioni), in linea praticamente con quella dell'anno scorso (14,1).

Grazie allo stipendio e ai bonus che arriveranno nel corrente 2019 Ermotti, che ha cominciato la carriera a Lugano come apprendista presso Cornèr Banca, supererà quindi i 100 milioni di retribuzione presso UBS.

Già oggi le cifre sono da capogiro: per arrivare a guadagnare i 93,5 milioni con cui la banca ha onorato il lavoro di Ermotti nei primi otto anni uno svizzero normale (stipendio mensile mediano 6502 franchi nel 2016, ultimo dato disponibile) deve lavorare 1198 anni, mentre un ticinese (stipendio mediano 5'563 franchi) sarebbe chiamato a sgobbare esattamente 1'401 anni.

Questi paragoni non mancano di suscitare accese discussioni. C'è chi fa presente che gli stipendi dei top manager devono essere messi in relazione con i risultati conseguiti da una società: concretamente nei nove anni in questione UBS ha realizzato complessivamente utili per quasi 24 miliardi di franchi.

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Clo 62 1 anno fa su tio
Solito articolo da bella ciao, non si può scrivere su quanto di positivo o meno ha fatto Ermotti senza citare la minchiata dei 1400 anni!!! Anche la signora Carobbio guadagnerà cifre vicine al mezzo milione e allora saranno affari loro l’importante sono i risultati
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
In molti lo temono, in pochi sono disposti a rinunciarci
Il 5G è un argomento sempre caldo, ma il popolo non sembra pronto a separarsi dalla tecnologia di cui fa uso ogni giorno
FRIBURGO
7 ore
Test PCR davanti a una telecamera
Friburgo sta valutando la possibilità di effettuare la procedura tramite videosorveglianza.
BERNA
8 ore
Quest'uomo fa entrare in casa sua solo persone non vaccinate
Solo inquilini "no vax" nell'appartamento di un bernese
NEUCHÂTEL
13 ore
Porta i soldi trovati in Polizia e in cambio non chiede (quasi) nulla
La Polizia neocastellana ha reso noto su Facebook il gesto «da sottolineare» di un cittadino.
SVIZZERA
14 ore
Il costo dei non vaccinati? Venti milioni di franchi al mese
Soltanto durante il mese di luglio, in tutta la Svizzera sono stati effettuati 420'000 test
BERNA
15 ore
Un neonato lasciato all'apposito sportello
Oggi esistono otto installazioni di questo genere, una di queste in Ticino.
SVIZZERA
15 ore
I dipendenti della Confederazione? Sempre di più e meglio pagati
I salari sono ormai in linea con quelli del settore bancario, secondo un'inchiesta della NZZ
SVIZZERA / BELLINZONA
17 ore
Chiesti 4 anni per l'ex quadro della SECO
L'uomo è accusato di corruzione passiva.
SVIZZERA
17 ore
Si rimane sopra i mille contagi
L'UFSP ha registrato due nuovi decessi dovuti al coronavirus (le infezioni sono 1'033). I nuovi ricoveri sono 35.
GINEVRA
20 ore
Infermieri non vaccinati: presto i test saranno obbligatori
La misura è stata annunciata dal responsabile della sanità cantonale ginevrina Mauro Poggia.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile