Depositphotos (IgorVetushko)
SVIZZERA
08.11.19 - 13:360

Solo nel 2018 il "club degli ultra ricchi" è diventato un po' più piccolo e povero

Negli ultimi 15 anni le aziende in mano a miliardari hanno superato la performance media del mercato. Negli ultimi cinque anni il numero di miliardari è cresciuto di quasi il 39%

ZURIGO - Le società quotate in borsa di proprietà di miliardari hanno nettamente superato la performance media del mercato negli ultimi 15 anni, anche se la loro ricchezza si è contratta nel 2018. Lo segnala un studio pubblicato oggi da UBS e PwC .

L'anno scorso il "club degli ultra ricchi" è diventato un po' più piccolo e più povero in tutto il mondo, anche in Svizzera. Dopo cinque anni di crescita ininterrotta, durante i quali è quasi quadruplicato, il loro patrimonio netto si è contratto del 4,3%, attestatosi complessivamente a 8537 miliardi di dollari. Si tratta della prima diminuzione dal 2008, sottolinea il "Billionairs Report 2019".

Ciò è dovuto principalmente all'andamento negativo dei mercati azionari, ma anche al calcolo del patrimonio convertito in dollari, che ha avuto un impatto negativo soprattutto sulle attività dei super-ricchi in Asia, che resta il principale "vivaio" di miliardari.

Comunque, malgrado il calo del 2018, negli ultimi cinque anni la ricchezza dei più ricchi tra i ricchi è aumentata del 34,5%, ossia di 2200 miliardi di dollari. E in questo periodo anche il numero di miliardari è cresciuto di quasi il 39%.

E secondo il rapporto della grande banca svizzera e della società di revisione e consulenza anche a più lungo termine i paperoni non hanno sofferto: le società quotate controllate da personalità ultra-ricche hanno generato un rendimento del 17,8% tra il 2003 e il 2018, rispetto al 9,1% dell'indice globale MSCI AC.

Secondo Josef Stadler, responsabile della clientela "superdotata" (UHNW) di UBS, la sovraperformance delle aziende in questione è da attribuire al loro "appetito per l'assunzione di rischi calcolati" e alla loro "maggiore propensione a progettare e investire nel lungo termine". Inoltre, il "senso degli affari" dei miliardari si riflette anche nelle attività filantropiche, attraverso le quali essi «cercano nuovi modi per realizzare cambiamenti ambientali e sociali di grande portata».

Lo studio rileva poi negli ultimi cinque anni anche una crescita più marcata del numero di donne (+46%) nel club dei miliardari rispetto alla controparte maschile (+39%). Oggi le donne ultra-ricche sono 233, a fronte delle 160 del 2013. Due quinti sono attive nella vendita al dettaglio e nei beni di consumo.

La regione Asia-Pacifico rimane il principale "vivaio" di miliardari, benché nel 2018 il loro numero sia sceso del 7,4%, a 754. La cifra comprende però enormi variazioni: 169 individui sono usciti e 110 sono entrati nella lista dei nababbi della regione. Solo la Cina ha "prodotto" più di un miliardario a settimana l'anno scorso.

L'Asia è tallonata dal continente americano (con 749 re Mida nel 2018), che è in controtendenza, con un aumento del 4,8% rispetto all'anno precedente, conseguenza sostanzialmente dello sviluppo dei colossi tecnologici statunitensi. E il patrimonio è rimasto stabile (+0,1%).

Ma anche il Vecchio Continente, sebbene in contrazione del 5,9%, ha un numero consistente di paperoni: 598. Nella regione Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA), la ricchezza degli ultrafortunati è scesa del 6,8%, a 2400 miliardi di dollari.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
1 ora
Scontro sugli sci, grave una bambina di cinque anni
L'incidente è avvenuto sulle piste di Arosa e ha coinvolto anche un 57enne
SVIZZERA
2 ore
«Voglio restare agli affari esteri altri 10 anni»
Un cambio di dipartimento non è nei pensieri di Ignazio Cassis, ma nemmeno (a suo dire) in seno all'esecutivo federale. Ma il fatto di essere ticinese lo sfavorisce
SVIZZERA
14 ore
Raiffeisen, nuove strutture per voltare pagina
Le singole banche potranno fare sentire maggiormente la loro voce presso la sede centrale. Ogni banca disporrà di un voto nelle future assemblee generali
VAUD
15 ore
In Romandia arriva il “tutor” e il web s’infiamma
La polizia ha annunciato la messa in servizio di un radar che controlla la velocità su una porzione della semi-autostrada tra Orbe e Vallorbe (VD)
SVIZZERA
19 ore
Se fai il macchinista ti diamo 10mila franchi in più
Per far fronte alla carenza di macchinisti, le FFS hanno lanciato una campagna di promozione. Che prevede ad esempio un ritocco verso l'alto della busta paga durante la formazione
FOTO E VIDEO
GINEVRA
20 ore
Attivisti per l'ambiente bloccano il terminal dei jet privati
«Vogliamo denunciare questo mezzo di trasporto assurdo», urlano a gran voce. «Un aereo privato emette CO2 per passeggero venti volte superiori a quelle di un normale aereo di linea»
SVIZZERA
22 ore
Presidenza del Nazionale, nel 2022 toccherà ai Verdi
È quanto hanno deciso ieri i capigruppo in Parlamento dei differenti partiti. Saranno i popolari-democratici a saltare il turno
ARGOVIA
23 ore
Tredici ladri arrestati, uno è scomparso nel Reno
Circa 130 agenti hanno collaborato al fermo di alcuni presunti scassinatori. A Frick gli occupanti di un'auto sono fuggiti tuffandosi nel Reno. Di uno di loro si sono perse le tracce
SVIZZERA
1 gior
Deceduto l'ex ambasciatore Benedict de Tscharner
Nato nel 1937, ha svolto una lunga carriera diplomatica che lo ha portato a Vienna e Bruxelles e infine a Parigi, dove ha rappresentato la Svizzera dal 1997 al 2002
SAN GALLO
1 gior
Auto contro un Piranha dell'esercito
I dieci militari sono rimasti illesi, mentre l'85 a bordo del veicolo è stata trasportata in ospedale in gravi condizioni
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile