Keystone
SVIZZERA
16.10.19 - 09:010

Roche cresce più delle attese: alza le sue prospettive

Il fatturato è salito del 9% a 46,07 miliardi di franchi

BASILEA - Roche è cresciuta più delle attese nei primi nove mesi del 2019: il fatturato è salito del 9% a 46,07 miliardi di franchi (+10% a tassi di cambio costanti). Il colosso farmaceutico basilese migliora le prospettive per l'intero esercizio per la terza volta da inizio anno.

La divisione farmaceutica ha registrato una progressione delle vendite del 12% a 36,56 miliardi di franchi, si legge in un comunicato diramato oggi, mentre il comparto diagnostico segna un +1% a 9,51 miliardi. Come da tradizione per il primo trimestre e i primi nove mesi Roche non rende note cifre relative alla redditività.

Il giro d'affari della divisione farmaceutica è stato spinto soprattutto dai nuovi preparati Ocrevus contro la sclerosi multipla, Helimbra contro l'emofilia e gli antitumorali Tecentriq, Perjeta ed Avastin. Ad eccezione del Helimbra, ancora commercializzato da poco, tutti generano introiti per oltre un miliardo di dollari e fanno parte dei nuovi "blockbuster" del gruppo. La forte crescita dei nuovi prodotti ha più che compensato il calo del fatturato di Herceptin (-9%) e MabThera/Rituxan (-3%), dovuto all'influsso di prodotti concorrenti.

Gli analisti contattati dall'agenzia AWP si aspettavano in media un fatturato di 45,52 miliardi di franchi per l'intero gruppo, di 36,03 miliardi per la divisione farmaceutica e di 9,48 miliardi per quella diagnostica.

Per l'intero 2019 il gruppo alza quindi ancora le prospettive e punta ormai a un aumento delle vendite a tassi di cambio invariati vicino al 10%, a fronte di un +5-10% anticipato in luglio. Per l'utile per azione senza gli effetti dei cambi è attesa una progressione simile a quella del giro d'affari. Il gruppo intende inoltre aumentare il dividendo in franchi.

Nella nota il presidente della direzione Severin Schwan ribadisce che Roche crescerà anche oltre il 2019 grazie alla domanda sempre elevata dei prodotti più recenti. Inoltre il gruppo si mostra fiducioso di riuscire a concludere ancora quest'anno l'acquisizione di Spark.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BASILEA CITTÀ
6 min
Sentenza dell’anziana che ha ucciso Ilias: sarà internata
Il giudice ha riconosciuto colpevole di assassinio l’anziana 76enne che ha accoltellato il bambino di 7 anni
SAN GALLO
57 min
Condannata la direttrice delle medie che rese possibile l'alcol-party di diploma
La donna è stata ritenuta responsabile dal giudice, fatta chiarezza sul come e il perché successe il fattaccio
SVIZZERA
1 ora
Una tavola rotonda per rilanciare l'export svizzero
Lo scambio di vedute tra i partecipanti sulle conseguenze della pandemia è stato «proficuo»
SONDAGGIO
SVIZZERA
2 ore
Una persona su quattro non vuole farsi vaccinare
Secondo un sondaggio, soltanto una minoranza dei lavoratori non intende proteggersi contro il coronavirus
SVIZZERA
4 ore
I danni delle catastrofi sono in aumento nella prima metà del 2020
Lo studio non tiene conto dei danni legati alla pandemia di coronavirus.
SVIZZERA
5 ore
Altri 187 casi, 11 ricoveri e un decesso
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 36'895. I decessi sono 1'713.
SVIZZERA
5 ore
«10mila immigrati all'anno, dicevano. Ne arrivano 75mila»
L'UDC ha lanciato la campagna per il sì all'Iniziativa per la limitazione.
SVIZZERA
5 ore
Immatricolazioni in lieve calo a luglio
In controtendenza i veicoli ibridi ed elettrici
FOTO
BASILEA CITTÀ
7 ore
Birra al pesce, anatra strozzata: il video fa arrabbiare gli animalisti
Animali maltrattati sui social: è polemica su un gruppo di giovani basilesi
SVIZZERA / FRANCIA
8 ore
134 ascensori svizzeri per la metropolitana parigina
Schindler ha ottenuto un contratto per il progetto della nuova rete Grand Paris Express.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile