Keystone
SVIZZERA
23.09.19 - 12:440

Prima viaggi, poi paghi. Dall'anno prossimo lo si potrà fare

La Svizzera sarà il primo Paese al mondo a introdurre il "Post-Price-Ticketing" su scala nazionale per i trasporti pubblici

BERNA - La Svizzera diventerà il primo paese al mondo a introdurre il "Post-Price-Ticketing" su scala nazionale per i trasporti pubblici. I passeggeri potranno salire a bordo e pagare il viaggio in un secondo momento. Il lancio di questa nuova tecnologia è previsto nel 2020.

Tramite il ticketing automatico, il cliente non ha più bisogno di acquistare il biglietto prima di viaggiare, indica l'associazione tariffaria nazionale Servizio diretto svizzero (ch-direct) in una nota odierna.

Il passeggero, prima di salire sul mezzo pubblico, potrà avviare la registrazione del viaggio tramite smartphone e alla fine della giornata il sistema calcola il prezzo dei viaggi effettuati e i costi maturati.

Dall'inizio dei test di questa tecnologia, nel gennaio 2018, sia il numero di utenti che il fatturato generato sono più che quadruplicati, rileva ch-direct. Attualmente sono quasi 90'000 le persone che ricorrono a questa nuova soluzione. Il servizio di ticketing automatico è attualmente disponibile con le applicazioni FFS, BLS, TCS, Fairtiq e Zürcher Verkehrsverbund (Comunità dei trasporti di Zurigo). Dal prossimo anno la clientela potrà utilizzare questa soluzione in tutta la Svizzera.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
57 min
Legge anti-burqa, ecco perché ha vinto il sì
Oltre all'elettorato dell'UDC, anche la maggioranza del PLR ha approvato l'iniziativa.
SVIZZERA
2 ore
«Non è stato un voto contro i musulmani»
Sconfessato in due temi su tre, il Consiglio federale ha commentato i risultati di questa domenica di voto.
SVIZZERA
3 ore
Le votazioni cantonali in un colpo d'occhio
Non solo federali: i cittadini di sei cantoni si sono recati alle urne anche per esprimersi su temi locali.
SVIZZERA
3 ore
Sì all'iniziativa anti-burqa e all'accordo con l'Indonesia, no all'E-ID
Gli svizzeri hanno approvato entrambi gli oggetti federali "di misura". Nettamente respinta l'identità elettronica
BERNA
4 ore
Burqa: arriva la denuncia di Amnesty
Per l'ong si tratta di discriminazione dei musulmani
ZURIGO
8 ore
Verso il sì ai "detective sociali" e alla nazionalità di autori e vittime di reati
La maggioranza a sostegno dei due temi cari all'UDC è solida
SVIZZERA
9 ore
È fatta: l'iniziativa contro burqa e niqab passa “per un pelo”
"Sì" anche all'accordo con l'Indonesia (51,6%). Bocciata l'identità elettronica (64,4%).
VALLESE
11 ore
Un bimbo di otto anni muore a Saas-Fee
Il piccolo si trovava fuori dalle piste del comprensorio sciistico vallesano quando è caduto da una parete rocciosa.
SVIZZERA
13 ore
I cittadini svizzeri al voto
Presto i verdetti su dissimulazione del volto, identità elettronica e accordo con l'Indonesia
SVIZZERA
14 ore
Un freno alle infrazioni senza multe né radar?
Un progetto di ricerca avviato dall'USTRA valuta delle misure alternative
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile