Keystone
Il ceo Vas Narasimhan
SVIZZERA
09.09.19 - 15:570

Dati della terapia supercara manipolati: Novartis promette miglioramenti

L'azienda farmaceutica basilese si è impegnata con le autorità americane a vigilare al fine di evitare altri casi Zolgensma

BASILEA - Informeremo in modo più rapido su situazioni sospette e adotteremo misure affinché questi problemi non emergano più in futuro: è la risposta data da Novartis alle autorità americane nella vicenda della manipolazione dei dati di test relativi a Zolgensma, una terapia genica con un costo stimato a oltre 2 milioni di dollari.

Novartis capisce le preoccupazioni della Food and Drug Administration (FDA), l'autorità americana di controllo dei medicamenti, ha affermato il presidente della direzione del colosso renano, Vas Narasimhan, in una riunione odierna degli investitori a Londra. «Siamo fiduciosi che le misure che stiamo prendendo eviteranno problemi di integrità dei dati in futuro», ha aggiunto.

Se però nell'ambito della procedura di omologazione dovessero emergere dubbi Novartis si impegna a comunicare la cosa alla FDA in cinque giorni lavorativi. Un approccio simile sarà seguito anche in altri paesi, a meno che non esistano già regolamentazioni locali.

L'impegno di Novartis nei confronti della FDA è parte di una presa di posizione trasmessa il 23 agosto da Avexis, l'azienda americana acquisita nel maggio 2018 (per circa 9 miliardi di dollari) dal gruppo farmaceutico, in cui l'impresa si impegna a essere trasparente. Avexis ha sviluppato Zolgensma.

FDA accusa Novartis di aver celato l'esistenza di manipolazioni sui dati dei test. Sul caso ha chiesto informazioni anche il senato americano. Novartis ha ammesso le manipolazioni ma parla di violazioni isolate da parte di singoli collaboratori: nel frattempo i due responsabili della ricerca di Avexis sono stati licenziati.

Zolgensma è una terapia genica da 2,1 milioni di dollari per un solo intervento su bambini piccoli affetti da atrofia muscolare spinale (SMA). È il "medicamento" più caro nella storia della sanità americana e quindi probabilmente del mondo: inevitabile, quindi, che abbia lanciato un vasto dibattito.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
9 min
Sparatoria nel sottopassaggio, una persona in ospedale
Non è chiaro se l'uomo armato sia ancora a piede libero o se sia già stato assicurato alla giustizia
GINEVRA
1 ora
Quelle munizioni in fondo al Lemano che preoccupano
Si parla di centinaia di tonnellate, depositate dalla società Hispano-Suiza negli anni '50 e '60
SVIZZERA
2 ore
Bocciata l'estradizione, ma resterà in cella a Sion
L'uomo, cittadino cinese, è stato arrestato in Svizzera a giugno. È nel mirino del Dipartimento di giustizia americano
SVIZZERA
2 ore
Medicinali, una "fattura" record da 7,8 miliardi nel 2018
Nuovo primato per i medicamenti a carico dell'assicurazione di base. L'aumento dal 2010 è stato pari al 46%
SVIZZERA
4 ore
Morte da amianto, la giustizia dovrà riesaminare il caso
Il Tribunale federale ha parzialmente accolto il ricorso della famiglia di un ferroviere, deceduto nel 2004
BERNA
4 ore
Thule richiama alcuni tendalini da camper
Il rischio? Infortunio o lesioni
SVIZZERA
4 ore
I passeggeri svizzeri non sentono l'effetto Greta
Swiss non ha notato cambiamenti, ma riconosce di percepire alcune «preoccupazioni» da parte della clientela
SVIZZERA
4 ore
«Se Cassis dovesse perdere il seggio non mi aspetto una rivolta in Ticino»
La presidente dei Verdi ha annunciato la propria candidatura per il Consiglio federale. Ecco cosa ne pensa il politologo Nenad Stojanovic
SVIZZERA
7 ore
Uccise il fidanzato "Godzilla", condanna confermata
Inizialmente la donna, che invocava la legittima difesa, era stata assolta. Ma aveva sparato due colpi anche quando lui era a terra inerme
ZURIGO
7 ore
Alle porte il Black Friday, fra successo e qualche critica
In controtendenza è stato ideato il Fair Friday, un modo di fare acquisti più ragionato
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile