KEYSTONE
Importante cambio ai vertici e nell'assetto di proprietà per Franz Carl Weber.
SVIZZERA
04.09.19 - 09:560

Il Ceo di Franz Carl Weber se ne va

Il presidente della direzione e comproprietario Yves Burger lascia l'azienda e cede anche la sua quota di un terzo di azioni

ZURIGO - Importante cambio ai vertici e nell'assetto di proprietà per Franz Carl Weber (FCW), la catena di negozi di giocattoli di lunga tradizione: il presidente della direzione e comproprietario Yves Burger lascia l'azienda e cede anche la sua quota di un terzo di azioni.

Gli altri due detentori di partecipazioni, l'imprenditore e cofondatore di Digitec Marcel Dobler e il fabbricante di giocattoli tedesco Simba Dickie, aumentano da parte loro al 50% le loro rispettive quote, si legge in un comunicato odierno.

«Ci siamo separati di comune accordo da Yves Burger», precisa Dobler in dichiarazioni rilasciate all'agenzia Awp. FCW era stata rilevata l'anno scorso da Ludendo, gruppo francese che aveva acquistato la società elvetica nel 2006 e che dal gennaio 2018 si trovava in moratoria concordataria.

Dopo un anno di attività è emerso che è necessario un Ceo con altre competenze per portare avanti l'azienda, spiega Dobler. Burger è infatti essenzialmente un manager della finanza. Quando un'impresa non si sviluppa nel modo auspicato sono necessari cambiamenti e un dirigente con una nuova cultura, innovativa e rivolta al futuro, ha aggiunto il consigliere nazionale (PLR/SG) e candidato al Consiglio degli Stati.

Franz Carl Weber parte comunque da una posizione solida: un giocattolo su dieci venduto in Svizzera esce dalle sue filiali. Il fatturato annuale è stato mantenuto sui 50 milioni. A causa degli investimenti - nella logistica e nell'offerta online - il 2019 si chiuderà comunque in perdita. «L'anno prossimo dovremmo però tornare in zona utiliX, afferma Dobler. I profitti saranno interamente reinvestiti nello sviluppo dell'attività.

Nel frattempo la società è alla ricerca di un nuovo presidente della direzione. Attualmente la funzione è stata assunta ad interim dal manager Benno Gmür.

Franz Carl Weber è presente in Svizzera con 18 filiali - in Ticino sono tutte chiuse - in cui lavorano oltre 200 dipendenti. L'azienda è nata nel 1881 nella Bahnhofstrasse di Zurigo, quando la strada non aveva ancora la nomea che ha oggi. Fra i prodotti venduti fin dall'inizio figura il cavallo a dondolo, diventato presto un simbolo inserito nel logo, ancora presente oggi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZUGO
2 ore
Forte odore di gas, in 20 fatti uscire da un edificio
Gli specialisti hanno individuato una fuga e hanno sfollato i residenti a scopo precauzionale
SONDAGGIO
SVIZZERA
3 ore
Se l’uovo bio costa il 114% in più
Per i prodotti biologici si spende spesso molto di più che per quelli convenzionali. Ecco il motivo
ZURIGO
12 ore
Arriva Trump: gli 007 americani prendono il controllo di Kloten
Agenti statunitensi supervisioneranno la torre di controllo in occasione del WEF: «Gli americani ordinano, gli svizzeri cedono il timone»
SONDAGGIO
SVIZZERA
17 ore
Se il corso di guida entra nel simulatore
La proposta vale per la formazione complementare obbligatoria. Il promotore parla di soluzione «più ecologica e meno pericolosa»
SAN GALLO
19 ore
Incidente sul set: «Le armi erano vere»
La polizia cantonale sull’episodio che si è verificato sabato mattina a Rapperswil-Jona
GRIGIONI
20 ore
Marcia per il clima verso il WEF
Centinaia di persone sono partite da Landquart. Il messaggio: «L'economia pensi all'ambiente»
VIDEO
VAUD
22 ore
Confessa il piromane seriale che angosciava Concise
Un 54enne, residente proprio nel piccolo comune, è stato arrestato per aver appiccato sei incendi nel canton Vaud negli scorsi mesi
SAN GALLO
23 ore
Girano una scena con le armi, ma le riprese terminano nel sangue
Tre persone sono rimaste ferite ieri mattina in un ristorante di Rapperswil-Jona nel quale una troupe stava effettuando delle scene per un film
SVIZZERA
1 gior
Forze aeree isolate a causa del guasto Swisscom
È successo venerdì, proprio nei giorni in cui sono in corso i preparativi in vista del WEF di Davos
ZURIGO
1 gior
Due uomini aggrediti davanti a un cinema: uno è grave
È stato accoltellato e ha dovuto essere operato d'urgenza. Ad attaccarli è stato un gruppo di sconosciuti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile