KEYSTONE
Importante cambio ai vertici e nell'assetto di proprietà per Franz Carl Weber.
SVIZZERA
04.09.19 - 09:560

Il Ceo di Franz Carl Weber se ne va

Il presidente della direzione e comproprietario Yves Burger lascia l'azienda e cede anche la sua quota di un terzo di azioni

ZURIGO - Importante cambio ai vertici e nell'assetto di proprietà per Franz Carl Weber (FCW), la catena di negozi di giocattoli di lunga tradizione: il presidente della direzione e comproprietario Yves Burger lascia l'azienda e cede anche la sua quota di un terzo di azioni.

Gli altri due detentori di partecipazioni, l'imprenditore e cofondatore di Digitec Marcel Dobler e il fabbricante di giocattoli tedesco Simba Dickie, aumentano da parte loro al 50% le loro rispettive quote, si legge in un comunicato odierno.

«Ci siamo separati di comune accordo da Yves Burger», precisa Dobler in dichiarazioni rilasciate all'agenzia Awp. FCW era stata rilevata l'anno scorso da Ludendo, gruppo francese che aveva acquistato la società elvetica nel 2006 e che dal gennaio 2018 si trovava in moratoria concordataria.

Dopo un anno di attività è emerso che è necessario un Ceo con altre competenze per portare avanti l'azienda, spiega Dobler. Burger è infatti essenzialmente un manager della finanza. Quando un'impresa non si sviluppa nel modo auspicato sono necessari cambiamenti e un dirigente con una nuova cultura, innovativa e rivolta al futuro, ha aggiunto il consigliere nazionale (PLR/SG) e candidato al Consiglio degli Stati.

Franz Carl Weber parte comunque da una posizione solida: un giocattolo su dieci venduto in Svizzera esce dalle sue filiali. Il fatturato annuale è stato mantenuto sui 50 milioni. A causa degli investimenti - nella logistica e nell'offerta online - il 2019 si chiuderà comunque in perdita. «L'anno prossimo dovremmo però tornare in zona utiliX, afferma Dobler. I profitti saranno interamente reinvestiti nello sviluppo dell'attività.

Nel frattempo la società è alla ricerca di un nuovo presidente della direzione. Attualmente la funzione è stata assunta ad interim dal manager Benno Gmür.

Franz Carl Weber è presente in Svizzera con 18 filiali - in Ticino sono tutte chiuse - in cui lavorano oltre 200 dipendenti. L'azienda è nata nel 1881 nella Bahnhofstrasse di Zurigo, quando la strada non aveva ancora la nomea che ha oggi. Fra i prodotti venduti fin dall'inizio figura il cavallo a dondolo, diventato presto un simbolo inserito nel logo, ancora presente oggi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ITALIA / LUCERNA
14 min
Cristiano Ronaldo? No, un 25enne lucernese
Il video che ritrae il "giocatore" a Torino ha totalizzato quasi quattro milioni di visualizzazioni. «L'idea mi è venuta questa estate, quando due ragazze mi hanno scambiato per CR7»
FRIBORGO
2 ore
La fattura (milionaria) che Migros contesta
Il colosso della distribuzione ha pagato 1,7 milioni di franchi all'imprenditore Damien Piller. Ma ora vuole indietro i soldi
FOTO
VALLESE
3 ore
Il San Bernardo con una madrina molto speciale
Karin Keller-Sutter quando ha visto Zeus, 70 centimetri per 45 chili, ha detto «è il mio cane»
SVIZZERA / ITALIA
3 ore
Turista svizzera scomparsa e ritrovata «in stato confusionale»
La giovane aveva mandato un messaggio vocale in cui chiedeva aiuto a un'amica. Qualche ora dopo è stata ritrovata in stato di shock. Non si esclude che abbia subito violenze
SVIZZERA
4 ore
L'e-commerce elvetico sente la pressione della concorrenza estera
I commercianti online svizzeri devono offrire sempre più servizi complementari
VIDEO
ZURIGO
5 ore
Dimissioni per l'agente che aveva dato in escandescenze
Il poliziotto che aveva insultato un conducente davanti alla figlia era stato sospeso. Ma ora ha deciso di lasciare le forze dell'ordine
SVIZZERA
7 ore
Swatch-Calvin Klein, fine della collaborazione
La decisione è stata presa dal gruppo orologiero in seguito alle recenti incertezze a livello di management presso il marchio di alta moda americano
SVITTO
7 ore
Cabina precipitata nel vuoto, colpa del vento
Riapertura prevista per venerdì
SVIZZERA
8 ore
Assegnazione Mondiali 2006, perizia medica su Beckenbauer
Visto lo stato di salute, non è chiaro se e quando sarà in grado di prendere parte a un procedimento penale. I fatti saranno prescritti nell'aprile 2020 e il tempo stringe
SVIZZERA
9 ore
Condanne penali, gli ex jugoslavi sono al primo posto
Per le infrazioni alla Legge sugli stupefacenti, 900 condanne sono state emesse a cittadini dell'Africa orientale, quasi 500 ad albanesi tra 18 e 29 anni
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile