Arno Schlüter
ZURIGO
23.08.19 - 16:160

Dal Politecnico i pannelli solari mobili

Vengono installati sulle facciate degli edifici e montati su cavi d'acciaio. Ognuno di essi può muoversi su un asse orizzontale e verticale

ZURIGO - Alcuni ricercatori del Politecnico federale di Zurigo (ETH) hanno sviluppato pannelli solari mobili che permettono di produrre il 50% di energia in più rispetto ai dispositivi statici. Inoltre, essi consentono di risparmiare energia controllando l'intensità luminosa.

I pannelli vengono installati sulle facciate degli edifici e montati su cavi d'acciaio. Ognuno di essi può muoversi su un asse orizzontale e verticale, spiega l'ETH in un comunicato odierno. I movimenti, viene precisato, sono controllati tramite un algoritmo adattivo.

Alcuni prototipi sono stati testati all'interno del campus Hönggerberg di Zurigo: in una soleggiata giornata estiva, i pannelli producono il 50% di energia in più rispetto a quelli fissi presenti sulla stessa facciata.

Oltre a produrre elettricità, i pannelli sviluppati dai ricercatori del politecnico possono regolare l'entrata di luce e dunque il calore all'interno dell'edificio. Grazie a ciò è possibile ridurre il consumo energetico necessario per mantenere una temperatura interna adeguata.

Per determinare fino a che punto è possibile risparmiare energia, i ricercatori hanno simulato diversi scenari sulla base dei dati raccolti dai prototipi, ad esempio in uffici e zone residenziali a Zurigo, Il Cairo ed Helsinki.

I risultati indicano che il potenziale di questi nuovi pannelli è maggiore negli uffici rispetto alle abitazioni e con climi caldi piuttosto che freddi, in particolare in zone temperate come l'Europa centrale. Secondo le simulazioni, «più variabili sono le condizioni ambientali, maggiori sono i benefici della facciata adattiva», indica Arno Schlüter, professore all'ETH, citato nel comunicato.

Una simulazione condotta in alcuni uffici di Zurigo, costruiti seguendo gli standard più elevati, mostrano che le facciate "intelligenti" permettono di generare il 115% dell'energia necessaria per riscaldare o raffreddare l'edificio per tutto l'anno. Un risultato simile (114%) è emerso dalla simulazione effettuata su alcuni uffici costruiti al Cairo prima del 1920.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista "Nature Energy". Ora, spiegano gli autori, questi nuovi pannelli saranno testati ulteriormente a Dübendorf (ZH) al centro per le costruzioni sostenibili "Nest", gestita dagli istituti di ricerca Empa e Eawag, che entrambi dipendono dall'ETH.

Nature Energy
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FRIBURGO
34 min
Le donne sono considerate meno competenti degli uomini
Nessuna evoluzione in 50 anni nei campi considerati tipicamente maschili
BERNA
3 ore
Auto elettriche: un automobilista svizzero su due è interessato a comprarne una
Lo rivela un sondaggio pubblicato dal TCS. Gli interpellati sperano che l'uso di questi veicoli protegga di più l'ambiente
SVIZZERA
5 ore
«Non c'è nemmeno spazio per uno zaino»
L'associazione traffico e ambiente stima che negli ultimi anni lo spazio per i bagagli sui treni FFS sia diminuito drasticamente
SVIZZERA
6 ore
UBS: il piano di Ermotti è di rimanere in carica fino al 2021?
Completando così 10 anni da CEO. In 8 anni alla guida di Ubs il manager ha guadagnato come un ticinese in 1400 anni
SVIZZERA
8 ore
Prima disoccupati, poi precari
Una persona su due dopo la disoccupazione trova un impiego pagato peggio, a tempo parziale o su chiamata. Lo dicono i dati dell'UST
FOTO E VIDEO
SAN GALLO
8 ore
È morta la donna travolta dal Piranha dell’esercito
L’auto sulla quale si trova l’anziana si è scontrata con un blindato. Illesi invece i militari
SVIZZERA
10 ore
Se la ricerca di lavoro è lunga, ecco come farcela al meglio
Stando a uno studio recente della compagnia di recruting americana Randstad, il tempo medio di ricerca di un nuovo lavoro si attesta attorno ai 5 mesi
ZURIGO
10 ore
Guasto all'Eurocity: passeggeri evacuati e oltre 3 ore di ritardo
Il treno proveniente da Milano si è fermato poco prima delle 19.00 nei pressi di Sihlbrugg paralizzando la tratta ferroviaria tra Zugo e Thalwil
GRIGIONI
19 ore
Dramma sulle piste, grave una bimba: «Bisogna adeguare sempre la velocità»
L'incidente avvenuto sabato ad Arosa riapre il dibattito sui baby-sciatori travolti dagli adulti, l'esperto: «Divieti e limiti non servono»
BASILEA CITTÀ
19 ore
L'identikit del serial-killer svizzero: uomo, adulto, incensurato e sposato
Lo hanno stilato degli esperti basilesi che hanno preso in considerazione 33 assassini plurimi, e i risultati sono davvero sorprendenti
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile