keystone-sda.ch/STR (CHRISTIAN MERZ)
SVIZZERA
30.07.19 - 14:250

Niente “effetto Greta” per Swiss: i passeggeri sono in aumento

Un primo semestre da record per la compagnia aera svizzera: «Per noi il clima da sempre importantissimo»

ZURIGO - Niente effetto Greta, nessun indizio di flygskam, parola svedese che indica la vergogna di prendere l'aereo: nei conti di Swiss cercherebbe invano chi volesse trovare i segnali di una minore propensione dei passeggeri a volare per evitare di causare emissioni di CO2.

«Non abbiamo finora rilevato alcun impatto del dibattito relativo al clima sulla domanda», afferma Michael Niggemann, responsabile delle finanze della compagnia aerea elvetica, in un'intervista all'agenzia finanziaria Awp.

«Registriamo anzi un aumento dell'affluenza». Nei primi sei mesi dell'anno sono stati trasportati 8,8 milioni di passeggeri, il 3% in più del corrispondente periodo - già record - del 2018.

Il clima è comunque un tema molto importante per Swiss, sottolinea Niggemann. «Penso che dovrebbe essere una questione essenziale per tutti noi», aggiunge.

A suo avviso Swiss è attiva da anni in questo campo, in primo luogo attraverso investimenti miliardari nella flotta: gli aerei moderni consumano meno cherosene. A questo proposito, nella seconda metà dell'anno saranno messi in servizio due nuovi Boeing 777-300ER.

Swiss vuole inoltre tenere sotto controllo le emissioni di CO2 soprattutto con processi più efficienti a terra e in aria. «Da anni chiediamo una regolamentazione uniforme dello spazio aereo europeo, per avere rotte migliori e, di conseguenza, un minore consumo di carburante», dichiara Niggemann. Swiss sostiene pure l'accordo internazionale Corsia (Carbon Offsetting and Reduction Scheme for International Aviation), che mira a raggiungere una crescita nel settore neutrale, in termini di CO2, a partire dal 2020.

L'aviazione globale è in continua crescita. Secondo i dati dell'organizzazione ambientalista WWF il comparto è responsabile di quasi il 5% dell'effetto climatico provocato dall'uomo a livello mondiale, una quota che in Svizzera sale a oltre il 18%. La Francia intende ora imporre una tassa ambientale sui biglietti aerei a partire dall'inizio del 2020. Anche in Svizzera si parla di un'analoga imposta.

Quest'anno il dibattito sul clima è stato portato avanti in particolare dalle proteste degli studenti e degli attivisti, che hanno avuto origine nell'impegno della studentessa svedese Greta Thunberg.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
ugobos 11 mesi fa su tio
l a220-300 consuma 2 litri per passeggero per 100 km su una tratta di 600 km decollo compreso. ma vola a 850 km/h. I nuovi motori sono anche molto piu puliti. Con i pannelli che ho sul tetto 4 giorni di sole compenso l energia consumata da Zurigo a Londra andata e ritorno.
vulpus 11 mesi fa su tio
Riprorevole non è la Greta, ma chi continua a manipolare una ragazzina, con fini non tanto ben evidenti. L'ecologia e la protezione ambientale fanno scorrere fiumi di parole: per contro di fatti veramente pochi.
bimbogimbo 11 mesi fa su tio
meno male che non tutti si fanno influenzare da quattro invasati ambientalisti scriteriati. peccato che i media diano cosi tanto spazio per un gruppo di persone che rappresenta una piccolissima parte della popolazione.
gabola 11 mesi fa su tio
E per andare in vacanza vado in bici? Siamo mica Gretini
streciadalbüter 11 mesi fa su tio
Questa Gretina comincia a scocciare.
Zico 11 mesi fa su tio
Ma la Greta dalla Svezia per arrivare in Svizzera (tanto per fare un esempio) ha volato con le prorie ali? qualsiasi altra alternativa è inquinante: anche a dorso d'asino, visto che questi fanatici ecologisti tirano in ballo come agente inquinante anche lo sterco degli animali. Non quello umano però perchè anche loro defecano!
Bayron 11 mesi fa su tio
Ci mancherebbe che ci facciamo condizionare da una mocciosa e “quattro” suoi adepti!!
Equalizer 11 mesi fa su tio
Ma figuriamoci, un classico della popolazione che vive nel Mami&Papi Hotel che quando poi li prendi sul vivo allora trovano 1000 scuse per giustificare ciò che va a loro comodo al momento, con tanti saluti all'ecologia e a qualsiasi altra cosa che si interpone fra loro ed i loro desideri.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
L'app SwissCovid non convince
Il 56% della popolazione non intende installarla sul proprio cellulare. C'è chi teme per la protezione dei dati.
SVIZZERA
6 ore
Svizzera e Stati Uniti a braccetto nello sviluppo di droni
Si mira in particolare a migliorare la loro integrazione in sicurezza nello spazio aereo
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
9 ore
Otto nuovi cuccioli allo zoo
Si tratta della discendenza più numerosa registrata negli ultimi 34 anni nel parco zoologico renano.
SVIZZERA
10 ore
Un trucchetto per avere treni puntuali? «No, non inganniamo i viaggiatori»
Le FFS smentiscono che l'evoluzione positiva della puntualità dei convogli sia dovuta al nuovo modello di calcolo.
FOTOGALLERY
VAUD
10 ore
10 anni e 1'000 operai, ma ora l'Abbazia è pronta
La più grande chiesa romanica del nostro Paese riaprirà al pubblico nel weekend.
SVIZZERA
11 ore
Coronavirus: le Pmi svizzere temono la seconda ondata
Per la maggioranza degli interpellati, il rischio è grande. Cresce però l'ottimismo su andamento degli affari e finanze.
ZURIGO
11 ore
Sgominata una baby gang specializzata in furti, truffe e borseggi
La banda composta da quattordici giovani tra i 17 e i 33 anni ha commesso più di 70 reati in tre cantoni.
BERNA
12 ore
La montagna "razzista" non deve cambiare nome
Il Municipio di Grindelwald non intende cambiare il nome all'Agassizhorn.
SVIZZERA
13 ore
129 nuovi casi di coronavirus in Svizzera
Sei persone sono finite in ospedale. Oltre 10mila i tamponi effettuati
VALLESE
14 ore
A 104 km/h sul 50: automobilista nei guai
Al conducente di 32 anni è stata ritirata immediatamente la patente e sequestrato il veicolo.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile