Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
22.07.19 - 07:450
Aggiornamento : 11:18

Un calo a tutti i livelli nei sei mesi di Julius Bär

Il 2019 non è iniziato nel migliore dei modi per l'istituto bancario. Utile in diminuzione del 19% rispetto al 2018

ZURIGO - Primo semestre difficile per Julius Bär: la banca elvetica specializzata nell'amministrazione patrimoniale ha segnato cifre in calo a tutti i livelli. L'utile netto rettificato si è attestato a 391 milioni di franchi, in diminuzione del 19% rispetto all'anno precedente.

Il risultato consolidato secondo le regole IFRS ha subito una contrazione del 23%, scendendo a 343 milioni di franchi, indica in una nota odierna Julius Bär. Gli attivi in gestione si sono attestati a fine giugno a 412 miliardi di franchi: in calo rispetto ai 427 milioni di fine aprile, ma in aumento dell'8% nel confronto con fine dicembre.

L'afflusso netto di nuovi capitali per il periodo in rassegna è stato di 6,2 miliardi, in crescita del 3,2% su base annua. Una progressione inferiore all'obiettivo fissato dall'istituto, che punta a valori compresi fra il 4 e il 6%. Se non si tiene conto della controllata italiana Kairos il dato è comunque nel quadro dell'obiettivo, precisano i vertici, grazie ad afflussi stabili da Asia, Europa e Medio Oriente.

Nel primo semestre i ricavi sono arretrati a 1,70 miliardi di franchi, il 5% in meno del corrispondente periodo del 2018. In rapporto al secondo semestre di quell'anno vi è stato per contro un incremento dell'8%.

L'azienda fa sapere che il programma di riduzione dei costi per un importo di 100 milioni di franchi, lanciato a inizio anno, sta procedendo secondo i piani. Gli effetti positivi dovrebbero essere percepiti già nel secondo semestre. In una conferenza telefonica il Ceo Bernhard Hodler - che come noto dal primo settembre lascerà il posto a Philipp Rickenbacher - ha inoltre detto di aspettarsi un aumento degli afflussi di denaro.

Nei primi commenti gli analisti hanno parlato di un semestre con punti positivi e altri negativi. In borsa il titolo si è mostrato volatile: in apertura è arrivato a guadagnare il 3%, poi ha azzerato le perdite, ma in seguito è tornato a salire di circa il 2%. Dall'inizio dell'anno la performance è del +22%.

Fondata a Zurigo nel 1890, la banca è quotata alla borsa svizzera dal 2005. Oggi è attiva esclusivamente nel private banking e si pubblicizza con lo slogan «grande abbastanza per essere forte e ciò nonostante sufficientemente piccola da prendere seriamente ogni cliente». È presente in 14 località svizzere, fra cui Lugano e St. Moritz, e ha anche numerose sedi all'estero. Il gruppo paga anche uno degli stipendi più alti in Svizzera: il Ceo Hodler nel 2018 ha guadagnato 6,2 milioni di franchi, cioè quasi 80 volte quanto percepisce uno svizzero medio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FRIBURGO
1 ora

Nel seminterrato con un'arma, parte il colpo e uccide un 14enne

I due ragazzini stavano maneggiando la pistola quando un proiettile è esploso ed è finito nel petto di uno di loro

SVIZZERA
4 ore

Misure concrete dopo il dramma: «Trovati 512 difetti, ma quasi tutti irrilevanti»

Le FFS vogliono «migliorare e modernizzare il sistema di chiusura delle porte» e «sottoporre a un'analisi esterna» il processo di segnalazione

ZURIGO
4 ore

Dal Politecnico i pannelli solari mobili

Vengono installati sulle facciate degli edifici e montati su cavi d'acciaio. Ognuno di essi può muoversi su un asse orizzontale e verticale

SVIZZERA / BRASILE
5 ore

Anche Berna guarda all'Amazzonia con preoccupazione

Il DFAE ha dichiarato che affronterà la questione con i paesi interessati. Bolsonaro pensa di ricorrere alle forze armate vista l'emergenza, il suo vice: «Incendi normali, è malafede»

SVIZZERA
6 ore

Tassi direttori, la BNS potrebbe abbassarli

Una decisione in merito è attesa per il prossimo 19 settembre

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile