Keystone
SVIZZERA
14.07.19 - 10:000

L'aeroporto di Zurigo rischia di perdere lo status di hub

L'avvertimento arriva dal ceo di Lufthansa. Ciò significherebbe meno destinazioni. Il problema? L'anticipo di arrivi e partenze

ZURIGO - L'aeroporto di Zurigo rischia di perdere il suo status di hub. È l'avvertimento lanciato dal CEO di Lufthansa Carsten Spohr, espressosi sul domenicale "NZZ am Sonntag". Il numero uno della casa madre di Swiss è preoccupato da possibili restrizioni del traffico aereo.

Secondo il manager tedesco, in particolare anticipare di 25 minuti gli arrivi e le partenze la sera, come è stato discusso di recente, porrebbe problemi esistenziali al funzionamento come hub dello scalo.

Il concetto di aeroporto hub significa che la struttura agisce come centro di connessione per passeggeri e merci che, arrivati con un volo da una qualsiasi destinazione, vengono trasferiti su un altro, con meta diversa. In poche parole, un hub ("perno" in inglese) è uno scalo di grandi dimensioni, il fulcro di una rete di rotte di una o più compagnie aeree.

Se non dovesse più operare come hub, Kloten dovrebbe accontentarsi di meno di dieci destinazioni a lunga distanza, contro le 45 attuali, prosegue il 52enne Spohr, che è anche pilota, nell'intervista concessa al settimanale svizzerotedesco.

Per quanto riguarda l'acceso dibattito sul clima e sull'inquinamento causato dal traffico aereo, il CEO di Lufthansa afferma che per ora le discussioni non hanno provocato un calo delle prenotazioni. Al contrario, il gruppo si attende una crescita del numero di passeggeri di circa il 4% rispetto al 2018, che era già un'annata record. Un aumento dei viaggiatori si profila pure per Swiss.

«Le persone vogliono volare, scoprire il mondo e fare affari a livello internazionale», si dice convinto Spohr, sottolineando che gli aerei sono uno dei mezzi di trasporto più efficienti e rappresentano solo una piccola percentuale delle emissioni di CO2 prodotte dall'umanità.

Spohr ha inoltre criticato le sempre più diffuse tasse imposte da alcuni Paesi ai passeggeri, che giudica scorrette sotto il profilo della concorrenza. Il manager ha anche condannato i prezzi stracciati proposti dalle compagnie low-cost, difendendo però Eurowings, la filiale a basso prezzo di Lufthansa, che offre voli talvolta a meno di 35 euro: «È necessaria per tutelarci sul mercato nazionale».

Commenti
 
anndo76 1 mese fa su tio
perche' lo e' mai stato ? :-)
sedelin 1 mese fa su tio
ottimo! meno voli internazionali, meno rumori molesti, meno inquinamento sopra le case del land zurighese ;-)
Bayron 1 mese fa su tio
No problem!! Malpensa, Linate e Bergamo sono più vicini.
anndo76 1 mese fa su tio
@Bayron sicuramente piu' efficaci, raggiungibili e con costi piu' onesti
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FRIBURGO
19 min

Nel seminterrato con un'arma, parte il colpo e uccide un 14enne

I due ragazzini stavano maneggiando la pistola quando un proiettile è esploso ed è finito nel petto di uno di loro

SVIZZERA
3 ore

Misure concrete dopo il dramma: «Trovati 512 difetti, ma quasi tutti irrilevanti»

Le FFS vogliono «migliorare e modernizzare il sistema di chiusura delle porte» e «sottoporre a un'analisi esterna» il processo di segnalazione

ZURIGO
3 ore

Dal Politecnico i pannelli solari mobili

Vengono installati sulle facciate degli edifici e montati su cavi d'acciaio. Ognuno di essi può muoversi su un asse orizzontale e verticale

SVIZZERA / BRASILE
4 ore

Anche Berna guarda all'Amazzonia con preoccupazione

Il DFAE ha dichiarato che affronterà la questione con i paesi interessati. Bolsonaro pensa di ricorrere alle forze armate vista l'emergenza, il suo vice: «Incendi normali, è malafede»

SVIZZERA
5 ore

Tassi direttori, la BNS potrebbe abbassarli

Una decisione in merito è attesa per il prossimo 19 settembre

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile