Keystone
SVIZZERA
20.06.19 - 09:040
Aggiornamento : 10:27

Esportazioni svizzere: prosegue la tendenza negativa

Su un mese, in termini nominali la contrazione è stata dello 0,5%. In controtendenza il settore orologiero

BERNA - Terzo calo consecutivo delle esportazioni svizzere in maggio: su un mese in termini reali la contrazione è stata dell'1,2%, a 18,89 miliardi di franchi. Lo indica una nota odierna dell'Amministrazione federale delle dogane (AFD). In aprile erano scese dello 0,6% e in marzo dello 0,5%.

In termini nominali, ossia tenendo conto dell'inflazione, la contrazione dell'export è stata dello 0,5%. Tali dati sono rettificati dagli effetti stagionali.

Il mese di maggio è risultato favorevole per le industrie del gruppo "macchine ed elettronica" (+2,7%), degli strumenti di precisione (+4%) e in particolare del ramo orologiero (+8,9%), secondo i dati dell'AFD.

Il principale settore d'esportazione elvetico, quello dei prodotti chimici e farmaceutici, ha invece registrato un calo del 2,4% a 8,90 miliardi di franchi. La causa primaria è una diminuzione dell'export di medicinali, legata probabilmente ad un cambiamento del modello di distribuzione nel settore farmaceutico.

La tendenza negativa è dovuta principalmente ad una flessione in Europa, che l'aumento in Asia non è stato in grado di compensare. La Cina, con esportazioni per 1,2 miliardi di franchi, ha segnato un record. Stagnazione invece per l'America del Nord (+0,4%).

Per quanto riguarda le importazioni, si è registrato un leggero aumento dello 0,7% (reale) e +0,9% (nominale) a 17,24 miliardi di franchi. A tale incremento hanno contribuito in modo significativo i "prodotti chimici e farmaceutici" (+5,3%) nonché "carta e prodotti delle arti grafiche" (+134 milioni di franchi). Le importazioni di veicoli hanno registrato un leggero aumento (+0,8%), mentre sono in calo bigiotteria e gioielleria (-8,6%). A livello geografico, sorridono l'Europa e l'America del Nord, al contrario dell'Asia (-7,8%).

La bilancia commerciale si è chiusa con un avanzo di 1,65 miliardi. Il commercio estero si sta ancora evolvendo ad un livello alto, indica l'AFD.

Esportazioni orologiere: balzo dell'11,4% in maggio - Le esportazioni orologiere svizzere sono cresciute dell'11,4% in maggio rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, a 2,04 miliardi di franchi. Al netto degli effetti dei prezzi l'aumento è stato del 5,4%.

La forte progressione è anche dovuta a un giorno lavorativo in più del maggio 2018 e alla fornitura eccezionale di sveglie e pendole da tavolo, indica la Federazione orologiera svizzera (FH) in un comunicato diramato oggi.

Senza tener conto degli effetti straordinari, la crescita effettiva del ramo si situa piuttosto tra l'8 e il 9%, come dimostra l'evoluzione degli orologi. Il segmento degli orologi da polso mostra un aumento dell'8,6% a 1,88 miliardi di franchi. In termini di volume vi è invece stata una contrazione del 9,3% a 1,8 milioni di pezzi. Per gli altri prodotti l'incremento è stato del 62,2% a 158,4 milioni di franchi.

Gli orologi da polso in metallo prezioso hanno segnato una progressione del 10,3% (+19,3% di pezzi), quelli in acciaio del 5% (-12,1%), quelli bimetallici del 13,4% (+19,8%), quelli in altri metalli dello 0,1% (-19,9%) e quelli in altri materiali del 26,8% (-5,6%). L'incremento del valore totale delle vendite è dovuto principalmente alla crescita a due cifre registrata per gli orologi di oltre 3'000 franchi.

Tra i principali mercati di sbocco, sono salite fortemente le esportazioni verso la Cina (+81%), il Giappone (+39,8%) e Singapore (+24,9%), ma sono cresciute anche quelle verso la Francia (+10,9%) e gli Stati Uniti (+10,4%). Solo Hong Kong (-7%) registra una contrazione.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Thor61 11 mesi fa su tio
Più i C.F. si avvicinano all'entrata nell'UE e più danni fanno all'economia Svizzera!!! Assimilando quelle norme europee che gli hanno permesso di avere accesso a tutti i mercati SENZA vincoli imposti. Avanti così e W l'UE. ;o((((((
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«In arrivo un'ondata di fallimenti»
È cupa la previsione di Heinz Karrer, Presidente di economiesuisse
GLARONA
1 ora
La terra trema ripetutamente nelle Alpi glaronesi
La scossa più forte è stata avvertita nella giornata di martedì
GINEVRA
1 ora
«Covid-19 come la peste, non finirà mai»
«La medicina ha fatto una figuraccia; sbagliato dare agli scienziati un credito illimitato».
VAUD
9 ore
Con l'app di tracciamento l'attenzione sulla Svizzera è alta
Il sistema decentralizzato DP-3T attira l'attenzione di molti paesi per la protezione della privacy
SVIZZERA
11 ore
Telelavoro: detective a caccia di dipendenti indisciplinati
Non mancano le aziende che chiedono ad agenzie investigative di sorvegliare i propri collaboratori
SVIZZERA
17 ore
"Mister Covid-19" esce di scena: «È un buon momento per partire»
Dopo alcuni mesi di "lavoro straordinario", Daniel Koch va in pensione «con sentimenti positivi».
ZURIGO
17 ore
Aeroporti e compagnie aeree pronti alla grande ripresa dei viaggi
Swiss ed Edelweiss intendono ricominciare a proporre numerosi collegamenti nelle prossime settimane
SVIZZERA
18 ore
Helvetas: donazioni da record nel 2019, ma occhio al Covid
Grazie ai donatori, l'anno scorso Helvetas ha potuto aiutare 3,8 milioni di persone
GINEVRA
19 ore
EasyJet: «I dipendenti sono sotto shock»
I sindacati deplorano l'annuncio, definito «brutale», della soppressione degli impieghi
SVIZZERA
19 ore
Pernottamenti in calo, il KOF prevede un'ondata di fallimenti
Al momento 200'000 dipendenti si trovano in situazione di lavoro ridotto, e si temono licenziamenti sul lungo periodo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile