Archivio Keystone
Il Palace Hotel di Gstaad.
SVIZZERI
01.04.19 - 20:060

Quei miliardari con casa a Gstaad che pagano (molte) meno tasse

Sono ricchissimi ma va a finire che poi pagano pochino, il caso dei Paperoni internazionali residenti a Gstaad e l'occhio chiuso dal canton Berna

BERNA - Gstaad, ridente località nell'Oberland bernese, dà casa a diversi miliardari internazionali. Qualche nome? Per esempio il magnate francese Jean-Claude Mimran, la coppia da jet-set greca Gianna e Theodoros Angelopoulos e l'ex-boss della F1 Bernie Ecclestone. 

Stando a un'inchiesta pubblicata dal Tages-Anzeiger loro, e diversi altri, negli anni trascorsi nel canton Berna avrebbero pagato decisamente troppe poche tasse. In particolare negli anni fra il 2008 e il 2011 si sono visti recapitare bollettini fra i 400'000 e 500'000 franchi fra imposte comunali, cantonali e federali. 


Archivio Keystone
Bernie Ecclestone, secondo l'ex-responsabile del fisco bernese «ha pagato parecchie tasse».

Vi sembra tanto? Per un miliardario quella cifra è circa lo 0,025% sulle sue rendite. Il patrimonio di Ecclestone, per esempio, è stimato fra i 2,5 e i 3 miliardi di franchi. Stando ai documenti finiti fra le mani dei reporter del quotidiano i suddetti "De Paperoni" avrebbero beneficiato di un forfait speciale.

Chi viene tassato a forfait, riporta la stessa Amministrazione federale delle contribuzioni (Afc), viene tassato sulle spese di sostentamento e sullo stile (sia in patria, sia all'estero) piuttosto che sul reddito vero e proprio. Nel caso dei milardari "bernesi" le stime sarebbero state fatte in maniera parecchio ottimistica: circa 981'000 fr. per Ecclestone, 1'278'000 per gli Angelopoulos e 1'060'000 per Mimram.


Archivio Keystone
Jean-Claude Mimran (al centro) inaugura il suo hotel di lusso a Gstaad nel 2012. Con lui il principe Alberto di Monaco.

Cifre decisamente sballate. Secondo il Tages-Anzeiger basterebbe considerare gli yacht (e il loro mantenimento) per farsi un'idea di quanto. Nel caso del magnate della F1 si parla di un panfilo da 40 milioni con un costo fra manutenzione, attracco e personale, annuo pari circa al 10% del prezzo d'acquisto. Quello degli Angelopolous, invece, è da oltre 150 milioni. E solo con questo siamo nettamente al di fuori dalle stime bernesi.

Contattata dai giornalisti, l'amministrazione fiscale bernese non ha voluto commentare i singoli casi. «In generale vorrei garantire che non abbiamo fatto "prezzi stracciati" a queste persone e di sicuro nessun regalo», ha commentato l'ex-responsabile del fisco Bruno Knüsel: «Ed Ecclestone di sicuro ha pagato parecchie tasse».

Archivio Keystone
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO
SVIZZERA
13 min

Canapa medica con la ricetta? Il Consiglio federale ci pensa

La domanda è crescente. Nel 2018 oltre 3000 autorizzazioni rilasciate dall’UFSP. Avviata la consultazione dell’avamprogetto

VIDEO
URI
40 min

Un lago svizzero conquista il mondo sui social

Un filmato della fotografa svizzera Sylvia Michel è stato visualizzato oltre 5 milioni di volte in pochi giorni

TURGOVIA
44 min

Operazione di polizia conclusa, un uomo in manette

L'uomo è stato arrestato poco dopo le 9 di questa mattina. Sul posto almeno una dozzina di agenti armati

SVIZZER
1 ora

Lidl si lancia nella «giungla tariffaria» della telefonia mobile

Grazie a una collaborazione con Salt, il commerciante al dettaglio proporrà sia un offerta prepagata, sia un abbonamento

TURGOVIA
2 ore

Violenza domestica, una dozzina di agenti in azione

Un'importante operazione di polizia è in corso in questi minuti ad Amriswil

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report