Keystone
GRIGIONI
08.02.19 - 11:170

La Banca Cantonale Grigionese vola (sempre) alto

Risultato «eccezionale» per l'istituto di credito che ha registrato una crescita significativa in tutti i rami d'attività nel 2018

COIRA - La Banca Cantonale Grigionese (BCG) si mantiene sulla strada della crescita: nel 2018 ha conseguito un utile netto di 185 milioni di franchi, il 2,7% in più dell'anno prima. Il risultato d'esercizio è salito dello 0,4% a 196 milioni, mentre l'utile prima delle riserve si è attestato a 198 milioni, un record.

La BCG ha registrato una crescita significativa in tutti i rami d'attività, afferma il CEO Alois Vinzens, citato in un comunicato odierno. «La banca conferma così la propria leadership nel mercato grigionese. Al contempo abbiamo investito molto e con successo in progetti di innovazione».

Anche il presidente del consiglio di amministrazione Peter Fanconi non nasconde la sua soddisfazione. «La strategia di diversificazione della banca, con l'ampliamento delle attività di investimento e di gestione patrimoniale, ha influito positivamente sul risultato conseguito nel 2018».

Il risultato delle operazioni su interessi (259 milioni) è cresciuto del 2,0%, nonostante la moderata liquidazione delle rettifiche di valore. La quota di crediti in sofferenza rimane ai minimi storici (0,2%). Il risultato delle operazioni in commissione e da prestazioni di servizio è da parte sua salito del 13,7% a 107 milioni. La performance dei mercati azionari ha pesato sul restante risultato ordinario (-6,9 milioni).

L'aumento dei prestiti alla clientela è stato del 3,5%. Ipoteche di prim’ordine extracantonali hanno contribuito nuovamente in maniera determinate alla crescita superiore alla media, affermano i vertici. La crescita fuori dai Grigioni è operata in un'ottica di diversificazione.

I patrimoni della clientela di 33,2 miliardi (+11,9%) hanno risentito positivamente del consolidamento integrale della società di amministrazione patrimoniale Albin Kistler AG nel luglio 2018 e dell'afflusso di nuovi fondi (+0,92 miliardi).

La BCG persegue l'obiettivo di distinguersi positivamente dal mercato con una dotazione di capitale proprio superiore alla media: la quota di capitale ponderata è pari al 18,8% (coefficiente CET-1).

Il risultato definito «eccezionale» consente alla banca di mantenere il dividendo a 40 franchi. Il cantone dei Grigioni riceve 87 milioni, compresa la copertura della garanzia dello stato.

Al capitolo prospettive, la società prevede che, con il perdurare dei tassi negativi, vi sarà una riduzione dei proventi da interesse. In caso di scenario stabile in borsa la dirigenza stima che il risultato di esercizio sarà compreso tra 175 e 180 milioni. Nell'attività con la clientela la BCG punta per il 2019 su una crescita dei prestiti alla clientela di circa 350 milioni e un afflusso di nuovi fondi di circa 500 milioni.

Fondata nel 1870, la Banca Cantonale dei Grigioni è oggi presente in 52 località e alla fine di dicembre dava lavoro a 1000 persone.

Commenti
 
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report