Keystone
SVIZZERA
20.09.18 - 09:220
Aggiornamento : 15:53

Lo stipendio più alto d'Europa? Al Ceo di Roche

Complessivamente nel 2017 la media delle retribuzione dei manager in Svizzera ammontava a 8,7 milioni di franchi svizzeri. Schwan guadagna 14,53 milioni di franchi

ZURIGO - I manager delle aziende svizzere inserite tra le 100 società europee a più elevata capitalizzazione percepiscono salari più alti rispetto alla media europea. La remunerazione più generosa in assoluto è quella versata a Severin Schwan, CEO del gigante farmaceutico basilese Roche, stando a uno studio pubblicato oggi dall'agenzia di consulenza WillisTowers Watson.

Complessivamente - secondo l'analisi "CEO pay landscape in Europe’s Top 100 Companies" - nel 2017 la media delle retribuzione dei manager in Svizzera delle aziende prese in considerazione ammonta a 7,76 milioni di euro (circa 8,7 milioni di franchi svizzeri), ben al di sopra quindi della media generale europea di 5,7 milioni di euro. Seguono i dirigenti del Regno Unito, con salari in media di 6,38 milioni di euro, e quelli della Germania (6,35 milioni). Nel conteggio sono inclusi lo stipendio fisso, i bonus corrisposti nell'anno in questione e pure la quota proporzionale della remunerazione variabile spalmata su più anni.

Nell'anno in questione, i salari medi elvetici si sono avvicinati a quelli delle aziende europee, ha indicato Ofal Lang, direttore di WillisTowers Watson alla stampa a Zurigo. Nel 2016 infatti essi ammontavano ancora in media a 10,28 milioni di euro (circa 11,6 milioni di franchi svizzeri). La riduzione del divario è dovuta, secondo Lang, da un lato al cambiamento della composizione dello Stoxx All Europa Index 100 (l'indice che riunisce i titoli delle 100 principali aziende capitalizzate sul mercato europeo) e dall'altro ai forti tagli dei bonus operati da Nestlé e Credit Suisse.

Schwan, CEO di Roche, guida senza alcun dubbio la classifica, con i suoi 12,88 milioni di euro (circa 14,53 milioni di franchi svizzeri). Lo seguono il brasiliano Carlos Brito, capo del colosso birrario multinazionale Anheuser-Busch Inbev, che commercializza marchi come Budweiser, Corona, Stella Artois o Leffe, (12,81 milioni di euro), Sergio Ermotti di UBS (12,52 milioni di euro) e l'ex capo di Novartis Joseph Jimenez (11,58 milioni di euro). Al quinto posto figura Bill McDermott, CEO della società tedesca di software informatici SAP (10,79 milioni di euro).

Tuttavia, sebbene i CEO svizzeri figurino in termini di retribuzione totale tra i primi delle 100 maggiori aziende europee, la media delle retribuzioni dei manager delle aziende appartenenti allo Swiss Leader Index (l'indice contenente i 30 titoli più importanti e con maggiore liquidità del mercato azionario elvetico), valutata a 4,4 milioni di euro, è inferiore del 23% rispetto al livello europeo, sottolinea Lang.

Inoltre, la quota di remunerazione fissa tra i CEO elvetici delle 100 maggiori società europee è, con il 25%, la più bassa. In Svizzera, come pure in Gran Bretagna, «i top manager hanno infatti meno garanzie, ma grazie alle quote variabili elevate anche maggiori opportunità per i migliori stipendi», ha affermato Lang.

Se si considerano tutte le aziende esaminate dallo studio, le retribuzioni sono in media aumentate del 5% rispetto all'anno precedente.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
19 min
BNS, i tassi negativi sono «sempre necessari»
La Banca nazionale svizzera ha ribadito oggi la propria disponibilità a intervenire all'occorrenza sul mercato dei cambi, che «rimane fragile»
VAUD
33 min
Non sa abbastanza bene il tedesco: 22enne romando escluso da Swisscoy
Il centro di competenza dell'Esercito non indicava alcun livello minimo per accedere alla formazione: «È per non scoraggiare nessuno»
SVIZZERA
2 ore
Ecco il primo rifugiato con un impiego fisso presso La Posta
L'azienda descrive così Henok Afewerki: «Da ragazzo dal futuro incerto a collaboratore della logistica con ottime prospettive»
FOTO
SAN GALLO
3 ore
Ne hanno fatto esplodere un altro
Preso di mira la notte scorsa un bancomat a Sevelen. I danni ammontano a circa 100mila franchi
SVIZZERA
3 ore
Svizzeri in vacanza? Sicurezza e prossimità
Il TCS ha elencato una serie di consigli per le vacanze all’estero
ZURIGO
3 ore
«Mentre camminavo la scarpa ha iniziato a squagliarsi da sola»
L'incredibile vicenda accaduta a una zurighese. La colpa sarebbe del dispositivo antitaccheggio nella suola, per gli esperti però è un enigma
SVIZZERA
3 ore
Preferenza indigena e obbligo d'annuncio: «Raccontiamola giusta»
Lorenzo Quadri interpella il Consiglio federale chiedendo di fare luce sulla reale efficacia della misura implementata nel 2018
GINEVRA
4 ore
È il grande giorno del Léman Express
La rete - sulla quale circoleranno 240 treni al giorno - viene inaugurata oggi. Fra tre giorni sarà aperta al pubblico
SVIZZERA
5 ore
La ripresa congiunturale? Solo nel 2021
Gli esperti della SECO pronosticano che il PIL continuerà a crescere anche l'anno prossimo (+1,7%) e quello seguente (+1,2%)
SVIZZERA
6 ore
Clorotalonil, scatta il divieto in tutto il Paese
L'UFAG ha revocato l'autorizzazione ai prodotti fitosanitari contenenti il fungicida. L'utilizzo sarà vietato dal prossimo 1° gennaio
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile