SVIZZERA
06.08.18 - 10:380
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:04

Tamedia contro la Comco: «Guarda a noi, nani davanti a Facebook»

Per il ceo Christoph Tonini la Commissione della concorrenza, che esaminerà l'acquisizione di Goldbach, è «fuori dalla realtà»

ZURIGO - Il ceo di Tamedia Christoph Tonini critica apertamente la Commissione della concorrenza (Comco) e definisce «fuori dalla realtà» la decisione di quest'ultima di voler procedere a un esame approfondito dell'acquisizione prevista della società Goldbach da parte del gruppo editoriale zurighese.

In un'intervista pubblicata oggi dal portale d'informazione "persoenlich.com", Tonini spiega come molti soldi provenienti dalla pubblicità vadano a finire nelle tasche di Google e Facebook, mentre la Comco esamina da mesi la concentrazione Tamedia-Goldbach. «Mi chiedo se la Commissione si renda conto del fatto che già oggi in Svizzera siamo tutti nani di fronte a questi giganti di Internet», aggiunge il presidente della direzione di Tamedia.

Tonini parte dal presupposto che Google e Facebook realizzeranno nella Confederazione un fatturato di circa 2 miliardi di franchi nel 2018. Il ceo di Tamedia auspica che con la concentrazione tra Tamedia e Goldbach si possa «in parte contrastare» l'avanzata della filale di Google, Youtube.

Nel maggio scorso, la Comco aveva reso noto che avrebbe esaminato in maniera approfondita il progetto delle due aziende e in particolare se vi fossero indizi secondo i quali tale concentrazione crei o rafforzi una posizione dominante.

Secondo la Comco, Tamedia - con oltre 50 piattaforme digitali - riesce a raggiungere gran parte della popolazione svizzera in tutte le regioni linguistiche, mentre la società zurighese Goldbach ha una posizione di leader nell'ambito della commercializzazione di media elettronici. Le due aziende prevedono in futuro di proporre offerte a 360 gradi in numerosi settori, tra cui TV, radio, affissioni pubblicitarie e media online e cartacei.

Per quanto riguarda le voci di una possibile soppressione fino a 160 posti di lavoro presso Tamedia entro il 2020, nell'intervista Tonini ha affermato di non poter ancora dire con precisione quanti licenziamenti ci saranno. «Ciò che è certo è che la situazione è difficile», ha aggiunto. «Quando si osserva che nell'editoria si perde annualmente dal 10 a 12% di entrate pubblicitarie, è chiaro che da un punto di vista puramente economico si debba procedere a risparmi».

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
8 ore
Dramma sulle piste, grave una bimba: «Bisogna adeguare sempre la velocità»
L'incidente avvenuto sabato ad Arosa riapre il dibattito sui baby-sciatori travolti dagli adulti, l'esperto: «Divieti e limiti non servono»
BASILEA CITTÀ
9 ore
L'identikit del serial-killer svizzero: uomo, adulto, incensurato e sposato
Lo hanno stilato degli esperti basilesi che hanno preso in considerazione 33 assassini plurimi, e i risultati sono davvero sorprendenti
URI
13 ore
Colpo di sonno sull’A2, si ribalta con il furgoncino
Illeso il conducente ma i danni sono notevoli: circa 20mila franchi
SVIZZERA
14 ore
L'onda verde non travolge gli Stati
I ballottaggi di oggi - con la sola eccezione del Ticino - si sono svolti all'insegna della stabilità
SVIZZERA
19 ore
L'ex ceo della Posta Susanne Ruoff è passata ad Ascom
Sarà membro esterno di un gruppo di lavoro incaricato di accelerare la trasformazione del gruppo tecnologico zughese
GRIGIONI
19 ore
Nei Grigioni toccato il record: 71 cm a Müstair
Bisogna andare indietro fino al novembre del 1959 quando la nevicata di novembre si fermò a 65 centimetri
GRIGIONI
22 ore
Scontro sugli sci, grave una bambina di cinque anni
L'incidente è avvenuto sulle piste di Arosa e ha coinvolto anche un 57enne
SVIZZERA
22 ore
«Voglio restare agli affari esteri altri 10 anni»
Un cambio di dipartimento non è nei pensieri di Ignazio Cassis, ma nemmeno (a suo dire) in seno all'esecutivo federale. Ma il fatto di essere ticinese lo sfavorisce
SVIZZERA
1 gior
Raiffeisen, nuove strutture per voltare pagina
Le singole banche potranno fare sentire maggiormente la loro voce presso la sede centrale. Ogni banca disporrà di un voto nelle future assemblee generali
VAUD
1 gior
In Romandia arriva il “tutor” e il web s’infiamma
La polizia ha annunciato la messa in servizio di un radar che controlla la velocità su una porzione della semi-autostrada tra Orbe e Vallorbe (VD)
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile