Keystone
SVIZZERA
19.03.18 - 10:430
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:04

Julius Bär: l'ex Ceo Boris Collardi ha guadagnato 1,7 milioni

l 27 novembre l'istituto zurighese aveva annunciato la partenza immediata di Collardi per la banca privata ginevrina Pictet

ZURIGO - L'ex CEO de Julius Bär, Boris Collardi, ha guadagnato nettamente di meno l'anno scorso: la sua remunerazione complessiva nel 2017 è stata di 1,72 milioni di franchi contro 6,49 milioni nel 2016, indica il rapporto annuale di Julius Bär pubblicato oggi.

Il 27 novembre l'istituto zurighese aveva annunciato la partenza immediata di Collardi per la banca privata ginevrina Pictet. Al suo posto era stato nominato Bernhard Hodler.

In seguito alla sua partenza l'ex CEO ha percepito solo il salario di base di 1,5 milioni di franchi, rileva il rapporto. A questa somma sono stati aggiunti 218'000 franchi versati in particolare nell'ambito delle previdenza professionale.

Collardi che assumerà le nuove funzioni di associato del gruppo ginevrino Pictet in qualità di corresponsabile della gestione patrimoniale dal prossimo giugno, ha dovuto rinunciare alla parte variabile della sua remunerazione che nel 2016 era di circa 4,5 milioni di franchi.

Il successore di Collardi alla testa di Julius Bär, Bernhard Hodler, per il 2017 ha ricevuto una retribuzione totale di 4,82 milioni di franchi di cui 700'000 franchi rappresentavano il salario di base, 3,7 milioni la parte variabile a cui si sono aggiunti 420'000 franchi a titolo di previdenza professionale.

Complessivamente la banca ha pagato ai membri della direzione generale una remunerazione di 17,68 milioni di franchi (18,4 milioni nel 2016). La retribuzione del consiglio di amministrazione è progredita passando a 3,73 milioni di franchi nel 2017 dai 3 milioni del 2016. Tuttavia nel 2017 l'organo di sorveglianza contava dieci membri mentre nel 2016 nove.

Il presidente del consiglio di amministrazione Daniel Sauter ha percepito un salario di 1,1 milioni di franchi, 28'000 franchi in più del 2016.

Nel loro insieme gli oneri per il personale di Julius Bär sono aumentate l'anno scorso del 16,5% a 1,56 miliardi di franchi di cui 1,22 miliardi per salari e bonus (+10,6%).

Collardi è stato nominato alla testa della banca privata zurighese il primo maggio 2009 all'età di 34 anni. In poco più di otto anni sotto la direzione di Collardi, Julius Bär, che ha anche regolato la controversia fiscale con gli Stati Uniti, ha visto passare i suoi fondi in gestione da 153,6 miliardi di franchi nel 2009 a 388 miliardi l'anno scorso.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore

Onda verde doveva essere, tsunami è stato

La voglia di ecologia degli svizzeri è arrivata a cambiare gli equilibri del Consiglio nazionale. Verdi e Verdi liberali guadagnano in un sol colpo 26 seggi. E ora sognano il Consiglio federale...

SVIZZERA
3 ore

Addio alla maggioranza UDC-PLR, il PPD sarà l'ago della bilancia

Il quadro si fa sempre più chiaro: in 21 cantoni vi sono i risultati definitivi, solo in 5 lo spoglio è ancora in corso

SVIZZERA
6 ore

I Verdi riscrivono la storia delle elezioni federali

Stando alle ultime proiezioni guadagnerebbero in un colpo 16 seggi, cosa che non era mai riuscita a nessun partito

SVIZZERA
11 ore

Primi risultati: la destra rallenta

Dalle urne inizia a uscire un trend parziale. Calo della partecipazione e Udc in frenata, ma non nei Grigioni

SVIZZERA
12 ore

Il pesticida killer ha ucciso migliaia di api

L'insetticida fipronil era miscelato in modo irriconoscibile nel Pirimicarb. Non è chiaro quanto del prodotto contaminato sia già finito su colture di frutta e verdura

SVIZZERA
12 ore

Keller-Sutter la più influente, Cassis all'ultimo posto

Il software di analisi aziendale esamina la credibilità di una persona, le sue capacità gestionali e di networking

SOLETTA
13 ore

Esperimenti nel seminterrato, due adolescenti ustionati

I ragazzi di 14 e 15 anni sono stati ricoverati in una clinica specializzata

SVIZZERA
13 ore

Voli Swiss a terra, ma poche chance di risarcimento per i passeggeri

Le compagnie aeree sono esonerate dai pagamenti se la cancellazione dei voli è dovuta a «circostanze eccezionali» come i danni del produttore

SVIZZERA
14 ore

Elezioni federali, tutti guardano alla svolta ecologista

I socialisti si dicono favorevoli a un seggio ecologista nel Consiglio federale. L'obiettivo sarebbe un attacco al mandato di Ignazio Cassis

SVIZZERA
1 gior

In migliaia a protestare contro l'attacco turco in Siria

A Ginevra, Berna e Lucerna si è chiesto a gran voce la fine immediata della guerra e dell'oppressione del popolo curdo

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile