BREAKING NEWS
Coronavirus, più di cento vittime in Ticino
ZURIGO
14.01.16 - 12:210
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:03

Casa, un sogno per pochi in Svizzera

I redditi ristagnano e ricevere un prestito bancario diventa sempre più difficile

ZURIGO - Per la prima volta da 17 anni i prezzi di acquisto delle abitazioni dovrebbero calare nel 2016. Sotto l'effetto della ristrutturazione generalizzata dei crediti e dell'aumento degli immobili sfitti, la contrazione dovrebbe essere dell'1%, secondo quanto emerge dallo studio "Real Estate Focus 2016", pubblicato oggi da UBS.

Lo scorso anno i prezzi nominali dell'offerta sono saliti dell’1,5% per gli appartamenti di proprietà e del 2% per le case unifamiliari. Per la prima volta negli ultimi 15 anni, dalla metà del 2014 i costi di un'abitazione sono inferiori a quelli per la locazione di un oggetto equiparabile, e questo nonostante le abitazioni di proprietà siano diventate progressivamente più care per 16 anni consecutivi, rileva la banca.

Si allarga così ulteriormente la cerchia delle economie domestiche disposte ad acquistare un immobile. Farlo, tuttavia, è diventato più difficile: all'incremento dei prezzi non si è associato anche un aumento dei redditi e le direttive bancarie in merito alla sostenibilità limitano il debito ipotecario delle economie domestiche a una cifra pari a cinque o sei redditi annui al massimo.

Se nel 2008 la metà delle economie domestiche svizzere avrebbe ottenuto un finanziamento pari all'80% del prezzo di acquisto di un appartamento di nuova costruzione di 120 metri quadrati, oggi sono solo un quarto.

Le famiglie si vedono quindi costrette a rinunciare alle regioni con prezzi elevati e a orientarsi verso località più abbordabili. Ciò ha fatto sì che nell'ultimo anno le abitazioni di proprietà situate nella Svizzera orientale e nel Mittelland della Svizzera tedesca subissero i maggiori aumenti di prezzo. Molte famiglie si sono viste costrette a ridimensionare le proprie esigenze in termini di superficie abitabile.

Quest'evoluzione ha favorito soprattutto la proprietà per piani, che può essere finanziata con capitali relativamente modesti. Anche nelle zone periferiche la proprietà per piani potrebbe avere la meglio sulla casa unifamiliare, rilevano gli autori.

ats

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lo spiaggiato 4 anni fa su tio
Restano sempre le casette Ikea... :-)))))
GI 4 anni fa su tio
@lo spiaggiato superate da quelle in legno....molto più confortevoli.....
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
35 min
La danza delle prospettive economiche
Da ultimo, anche il Centro di ricerca del Politecnico di Zurigo (KOF) ha pubblicato la sua previsione
SVIZZERA
1 ora
Il grappino fa bene contro il virus?
Pare di sì, secondo alcuni virologi. Ma comporta altri rischi, e non piccoli
SVIZZERA
2 ore
Dividendi: UBS tira dritto nonostante il coronavirus
Autorità federali e BNS avevano chiesto di valutare attentamente la loro entità in questo contesto di emergenza.
SVITTO
3 ore
Spara dalla finestra sulla polizia
Il folle gesto è avvenuto nel mezzo della notte. Arrestato un 40enne, dopo una lunga trattativa
SVIZZERA
13 ore
In cerca degli anticorpi per tornare a una vita normale
Diversi paesi (tra cui la Svizzera) intendono scoprire chi ha superato la malattia senza saperlo
SVIZZERA
14 ore
La voce fuori dal coro: «Agli anziani fa bene uscire all'aria aperta»
E dovrebbero approfittarne ogni giorno, parola dell'esperto Beat Villiger: «Fa bene al cuore e alla circolazione»
ARGOVIA
17 ore
Fuga “imbranata”, nel fiume con il Cayenne
Un 38enne ha suo malgrado dato spettacolo a Rottenschwil: denunciato
FOTO
SVIZZERA / GERMANIA
19 ore
Quando oltre alla frontiera ci si mette il coronavirus
Le coppie si danno appuntamento da una parta e dall'altra della ramina che separa Kreuzlingen da Costanza.
SVIZZERA
21 ore
Il Covid-19 non ferma le reclute
Il coronavirus ha infettato 100 militi, mentre altri 800 sono stati messi in quarantena
SVIZZERA
22 ore
Più di 14'000 contagi in Svizzera
Rispetto a ieri si tratta di 1'123 malati in più. I decessi legati al Covid-19 sono invece almeno 257
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile