SVIZZERA
07.01.15 - 11:190
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:04

I commercianti al dettaglio svizzeri sono meno ottimisti

Soprattutto nel ramo degli alimentari vi è scetticismo

BERNA - I commercianti al dettaglio elvetici sono meno ottimisti per l'andamento dei loro affari nel 2015 di quanto lo fossero per l'anno scorso. Soprattutto nel ramo degli alimentari vi è scetticismo. In un sondaggio l'11% delle aziende attive in tale settore ha indicato di aspettarsi una flessione degli utili.

Uno dei motivi dell'atteso calo dovrebbe risiedere nel fatto che il 76% di queste imprese prevede un ampliamento, perlopiù costoso, delle superfici di vendita, spiega il Credit Suisse in una nota odierna in occasione della pubblicazione dello studio annuale "Retail Outlook".

Negli altri rami del commercio al dettaglio delle ditte interrogate - 250 tenendo conto di tutti i settori - da Fuhrer & Hotz solo il 47% prevede un ampliamento e il 24% perfino una riduzione degli spazi. Ciò si spiega essenzialmente con la progressione del commercio online nel settore near food e non food. Così, in questo ambito il 50% delle aziende prospetta un aumento degli utili (tra lo 0 e il 2%) e solo il 6% si attende un calo.

Complessivamente secondo lo studio la quota del commercio via internet sulle vendite totali dovrebbe salire dal 5% attuale all'11% nel 2020. In particolare, nel comparto dell'elettronica di consumo dovrebbe crescere dall'attuale 26% al 38% circa, nell'abbigliamento dal 14% circa al 27% e nei generi alimentari dall'attuale 1,6% circa al 3,5%. Nel settore Retail - rileva il Credit Suisse - continuerà pertanto ad aumentare la pressione sull'occupazione e sui prezzi. Da parte sua il turismo degli acquisti nel commercio fisico dovrebbe invece mantenersi relativamente stabile a un livello elevato.

Gli esperti della grande banca si aspettano un incremento nominale delle vendite del commercio al dettaglio dello 0,7% nel 2015.

TOP NEWS Svizzera
BERNA
32 min
«C'è gente che chiama il 144 migliaia di volte all'anno»
Un bernese è stato recentemente condannato al pagamento di 600 franchi. Dietro simili telefonate, spesso, si nascondono patologie psichiche
SVIZZERA
8 ore
Naturalizzarsi conviene? Sì, circa 5'000 franchi all'anno
Lo conferma uno studio del Politecnico di Zurigo, con il passaporto rossocrociato le condizioni economiche degli stranieri migliorano
LUCERNA
13 ore
Perde la vita schiantandosi contro una casa
L'incidente è avvenuto questa mattina a Triengen. La dinamica però non è ancora chiara
SVIZZERA
15 ore
«BNS? Gli utili vadano agli svizzeri, sono bravi alle urne»
È l'opinione di Kurt Schiltknecht, ex capo economista della stessa banca
SVIZZERA
16 ore
La moneta dedicata a Roger Federer è già esaurita
I 33'000 esemplari d'argento, disponibili in prevendita a partire dallo scorso lunedì, sono andati a ruba
ARGOVIA
16 ore
Distrugge il radar che lo aveva beccato: «Nulla di così grave»
Il 29enne italiano minimizza i fatti avvenuti venerdì sera a Winterthur, ma poi perde la pazienza e se ne va
SVIZZERA
17 ore
In Svizzera le tasse non fanno poi così male
Nella classifica per il 2018 stilata dall'OCSE il nostro Paese è 31esimo (su 36) nella pressione fiscale
VIDEO
SVIZZERA
18 ore
La Posta "travolta" dallo shopping del Black Friday
Al Gigante giallo sono pervenuti oltre 5,9 milioni di pacchi in una settimana. Un aumento del 15% rispetto al 2018
SVIZZERA
19 ore
Avs, salute e stranieri: queste le preoccupazioni degli svizzeri
Evidenziate dall'annuale "Barometro delle apprensioni" di Credit Suisse, l'esperto: «Dalla politica ci si aspettano soluzioni»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile