SVIZZERA
07.01.15 - 11:190
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:04

I commercianti al dettaglio svizzeri sono meno ottimisti

Soprattutto nel ramo degli alimentari vi è scetticismo

BERNA - I commercianti al dettaglio elvetici sono meno ottimisti per l'andamento dei loro affari nel 2015 di quanto lo fossero per l'anno scorso. Soprattutto nel ramo degli alimentari vi è scetticismo. In un sondaggio l'11% delle aziende attive in tale settore ha indicato di aspettarsi una flessione degli utili.

Uno dei motivi dell'atteso calo dovrebbe risiedere nel fatto che il 76% di queste imprese prevede un ampliamento, perlopiù costoso, delle superfici di vendita, spiega il Credit Suisse in una nota odierna in occasione della pubblicazione dello studio annuale "Retail Outlook".

Negli altri rami del commercio al dettaglio delle ditte interrogate - 250 tenendo conto di tutti i settori - da Fuhrer & Hotz solo il 47% prevede un ampliamento e il 24% perfino una riduzione degli spazi. Ciò si spiega essenzialmente con la progressione del commercio online nel settore near food e non food. Così, in questo ambito il 50% delle aziende prospetta un aumento degli utili (tra lo 0 e il 2%) e solo il 6% si attende un calo.

Complessivamente secondo lo studio la quota del commercio via internet sulle vendite totali dovrebbe salire dal 5% attuale all'11% nel 2020. In particolare, nel comparto dell'elettronica di consumo dovrebbe crescere dall'attuale 26% al 38% circa, nell'abbigliamento dal 14% circa al 27% e nei generi alimentari dall'attuale 1,6% circa al 3,5%. Nel settore Retail - rileva il Credit Suisse - continuerà pertanto ad aumentare la pressione sull'occupazione e sui prezzi. Da parte sua il turismo degli acquisti nel commercio fisico dovrebbe invece mantenersi relativamente stabile a un livello elevato.

Gli esperti della grande banca si aspettano un incremento nominale delle vendite del commercio al dettaglio dello 0,7% nel 2015.

TOP NEWS Svizzera
CAPO VERDE
11 ore
Bloccata da 4 mesi a Capo Verde: «Riportatemi in Svizzera»
Una 50enne di Svitto era partita a marzo per due settimane di vacanza e relax. E invece sta vivendo un incubo
TURGOVIA
12 ore
In bici con un tasso del 3,2 per mille
Un ciclista ubriaco è stato protagonista di un incidente questa mattina ad Arbon
FOTO
SVIZZERA
13 ore
Vestiti di nero per dire no al razzismo
Circa 200 persone si sono riunite oggi su Piazza federale.
SVIZZERA
17 ore
Migros richiama i suoi "Tondelli di riso integrale"
È stata riscontrata la presenza di latte. Chi non è allergico può consumarli senza problemi.
SVIZZERA
17 ore
Coronavirus: contagi stabili in Svizzera
Dall'inizio dell'emergenza i casi positivi registrati sono 32'798, mentre i morti restano 1'686
SVIZZERA
18 ore
Temporali e forti venti a nord delle Alpi
Tanta pioggia e grandine nella notte: particolarmente colpito il canton Svitto.
GRIGIONI
19 ore
Bimbo positivo, diciotto in quarantena
Il piccolo stava frequentando un campo di vacanza diurno a Zuoz.
SVIZZERA
20 ore
Credit Suisse, risolta la controversia americana
La seconda banca elvetica pagherà 15.5 milioni di dollari per risolvere la vicenda.
ZURIGO
20 ore
Altro superspreader in discoteca
Diverse persone che hanno trascorso la notte del 27 giugno al Club Jade si sono successivamente ammalate di coronavirus.
SVIZZERA
22 ore
Democrazia digitale: Amnesty & Co. fanno chiarezza su SwissCovid
Diverse ONG hanno unito le forze per informare sul contact tracing attraverso un portale online
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile