Immobili
Veicoli
Keystone
SAN GALLO
27.01.22 - 10:320
Aggiornamento : 10:48

Oltre 9'000 certificati Covid illegali, dieci giovani in manette

I certificati sarebbero stati creati attraverso gli account di alcuni dipendenti di vari centri test.

I clienti del gruppo, comunica la Polizia cantonale sangallese, hanno pagato tra i 300 e gli 800 franchi per i Pass.

SAN GALLO - Una vera e propria fabbrica di Covid Pass. Tutti, rigorosamente, illegali. È quanto scoperto dalla Polizia cantonale sangallese. Secondo i primi accertamenti, i sospettati avrebbero prodotto illecitamente oltre 9'000 certificati Covid. Le persone ritenute coinvolte, tutti giovani tra i 20 e i 30 anni, sono state arrestate, e tre si trovano tuttora in carcere preventivo. L'accusa è di falsificazione di documenti. 

Gli accusati sono quattro svizzeri, tre serbi, un iracheno, un serbo e un croato, tutti nati tra il 1992 e il 2002. Alcuni di loro sono dipendenti di vari centri di test che avrebbero utilizzato in modo improprio i loro account aziendali per creare certificati Covid. In termini concreti, questi dipendenti avrebbero concesso ad altri sospetti l'accesso ai loro account, dietro pagamento, che a loro volta li avrebbero utilizzati per generare abusivamente certificati.

Le forze dell'ordine sono ora a conoscenza di oltre 9'000 Pass prodotti illegalmente dal gruppo. Questi includono circa 8'000 certificati di vaccinazione, mentre il resto sono certificati di guarigione e di test individuali. Gli utenti finali hanno pagato tra i 300 e gli 800 franchi per i certificati.

Il Canton San Gallo, si legge nell'odierno comunicato, aveva già notificato all'Ufficio federale di informatica e indicato come problematico il fatto che i dipendenti dei centri test abbiano la possibilità di rilasciare certificati di vaccinazione anche senza somministrarne alcuna.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
8 ore
Sorveglianza dei cellulari, privacy a rischio
Le forze dell'ordine hanno aumentato l'utilizzo delle intercettazioni per svolgere le indagini. Qualcuno si preoccupa.
SCIAFFUSA
9 ore
Esce di strada e piomba sulla scalinata del centro commerciale
Il conducente, un 35enne, ha avuto un malore.
SVIZZERA
10 ore
Graziati dopo una truffa milionaria alle FFS
Tre dipendenti, con un loro complice esterno, hanno ottenuto una riduzione della pena grazie all’ammissione di colpa.
FOTO
BERNA
15 ore
La Torre del Moron perde pezzi: «Fa male al cuore»
Inaugurata 18 anni fa, l'opera di Mario Botta ha subito gravi danni tra martedì e mercoledì: «Diversi scalini divelti».
SVIZZERA
16 ore
Il mitico coltellino svizzero spegne 125 candeline
Era il 12 giugno 1897 quando lo svittese Carl Elsener decise di proteggere il modello che diventerà un'icona del paese.
ZURIGO
17 ore
Studenti alla guida dei tram? Il sindacato non ci sta
L'azienda dei trasporti di Zurigo intende in questo modo sgravare i propri dipendenti.
SVIZZERA
17 ore
Ecco in quali Cantoni i cellulari vengono rubati con più frequenza
Il Ticino si piazza in fondo alla classifica stilata da Axa Assicurazioni.
ZURIGO
19 ore
Salvata dal lago, muore in ospedale
Non ce l'ha fatta l'anziana che martedì aveva perso i sensi nel corso di una nuotata al lido di Tiefenbrunnen.
SVIZZERA
21 ore
Tre tonnellate di oro di origine russa sotto la lente
Sono state importate in Svizzera dal Regno Unito lo scorso mese di maggio. Il valore è di 194 milioni di franchi
SVIZZERA
23 ore
«La Svizzera deve investire sulla difesa»
Il capo della Politica di sicurezza del DDPS prevede un deterioramento delle relazioni con la Russia nei prossimi anni.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile