Immobili
Veicoli
20min/News-Scout
BERNA
09.01.22 - 18:000

Anche a Tavannes (BE) una protesta contro la mascherina a scuola

Nella località bernese sono scese in piazza tra le 500 e le 600 persone

TAVANNES - Tra le 500 e le 600 persone sono scese in piazza oggi a Tavannes (BE) per manifestare la loro opposizione nel canton Berna francofono all'obbligo della mascherina a scuola per i bambini dal primo anno delle elementari.

I dimostranti, riunitisi alla vigilia dell'entrata in vigore del provvedimento, hanno fatto valere argomenti analoghi a quelli avanzati ieri da quasi 400 persone scese in piazza a Bellinzona.

Stando a un loro comunicato, a Tavannes gli oppositori di questa misura anti-Covid-19 sostengono che i bambini spesso non indossano correttamente la maschera. Indicano anche uno studio secondo cui la maschera può avere effetti negativi sul bambino a livello pedagogico perché gli impedisce di vedere i volti degli altri allievi e degli insegnanti. La manifestazione era autorizzata e si è svolta pacificamente.

Il provvedimento, deciso dal governo bernese il 23 dicembre scorso, riguarda i fanciulli dal terzo anno di scolarità secondo il modello Harmos, quando i bimbi hanno un'età minima di sei anni.

Espressioni di malcontento non si sono limitate alla parte francofona del cantone. In quella germanofona una petizione in linea che chiede la rinuncia a questa misura ha raccolto in pochi giorni circa 12'000 firme. È stata inoltrata al Cantone mercoledì scorso.

E questa fine settimana la protesta contro la mascherina per i fanciulli si è manifestata anche nel Canton San Gallo. Un gruppo di privati ieri ha indicato di aver inoltrato una petizione con 5'962 firme affinché il provvedimento sia revocato con effetto immediato. A San Gallo dalla fine delle vacanze di Natale l'obbligo della mascherina vige dalla quarta elementare.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
28 min
L'Astra Bridge funziona, ma...
L'USTRA traccia un primo bilancio della struttura che per la prima volta viene utilizzata sull'A1
VAUD
48 min
Siringhe al Balélec: attaccate cinque persone
In quattro si sono presentate in ospedale in seguito al festival, e una quinta ha denunciato l'accaduto in polizia
GINEVRA
1 ora
Il negazionista finisce in cella
Tesi razziste sui social network: un membro del Front National Suisse condannato a tre mesi di carcere
SVIZZERA
2 ore
Altri milioni per proteggere il bestiame dal lupo
La Confederazione mette a disposizione fondi supplementari a sostegno dell'economia alpestre tradizionale
SVIZZERA
3 ore
L'imposta sulla benzina non si tocca (per ora)
Il Governo ritiene che al momento non sia necessario adottare provvedimenti. Ma la situazione è sotto osservazione
SVIZZERA
3 ore
Stati Uniti impressionati dalle sanzioni svizzere
La dedizione delle autorità svizzere nell’applicare le sanzioni contro fondi russi ha riscosso l'ammirazione americana.
SVIZZERA
4 ore
«La comunità politica Ue è un'opzione per la Svizzera»
Il presidente del Centro Gerhard Pfister invita il Consiglio federale a valutare la proposta di Emmanuel Macron
FRANCIA / SVIZZERA
14 ore
«Complice di crimini contro l'umanità». Socia di Holcim sotto accusa
Avrebbe versato diversi milioni nelle casse dello Stato Islamico e ad altre organizzazioni per un impianto di cemento
SVIZZERA
18 ore
Superata la soglia dei 50'000 profughi ucraini in Svizzera
Continua incessante l'esodo di persone in fuga dalla guerra. La SEM: «401 iscrizioni nelle ultime 24 ore».
SVIZZERA
22 ore
Black-out di guerra: ecco il piano
Interruzioni prolungate dell'elettricità avrebbero «conseguenze devastanti» sulla Svizzera. Il governo vuole prevenirle
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile