Immobili
Veicoli
tipress
SAN GALLO 
23.12.21 - 12:390

Più di 8000 falsi certificati di vaccinazione annullati

I contraffattori lavoravano in centri di test privati. Avevano così accesso al sistema di rilascio dei certificati.

Le persone coinvolte sono indagate per falsità in documenti.

SAN GALLO  - Più di 8000 falsi certificati di vaccinazione sono stati annullati dal dipartimento della salute di San Gallo. Il Ministero pubblico ha aperto un'indagine. I contraffattori così come gli acquirenti di questi documenti falsi rischiano pene pesanti.

Un gruppo di persone ha rilasciato illegalmente più di 8000 certificati di vaccinazione in cambio di grandi somme di denaro, ha comunicato oggi la procura sangallese.

I contraffattori lavoravano in centri di test privati e quindi avevano accesso al sistema nazionale di rilascio dei certificati. Coloro che lavorano nei centri di vaccinazione cantonali non hanno accesso a questo sistema, precisa la procura.

Lacune nel sistema - Il cantone di San Gallo ha già segnalato più volte alla Confederazione che il sistema nazionale di emissione dei certificati presenta grosse lacune. Queste permettono di rilasciare certificati di vaccinazione illegali.

Le persone che hanno emesso gli oltre 8000 falsi certificati sono indagate per falsità in documenti. Se condannate, rischiano fino a cinque anni di prigione. Anche le persone che hanno acquisito e utilizzato questi certificati falsi sono perseguibili: rischiano una pena detentiva o una multa.

La scoperta di frodi di questo genere si moltiplicano in Svizzera. Venerdì scorso, la procura regionale del Giura bernese-Seeland ha annunciato l'apertura di un'inchiesta in seguito al sospetto di certificati fasulli fabbricati da dipendenti dell'Ospedale di Moutier (BE).

Recentemente anche a Friburgo sono emerse irregolarità simili in seno al centro di depistaggio di Granges-Paccot. A fine novembre era invece scattata la carcerazione preventiva per un collaboratore del centro cantonale di vaccinazione di Sciaffusa e per altre persone che l'avevano aiutato a vendere pass contraffatti. Ancora prima, in ottobre, è stata smantellata a Ginevra una rete di truffatori che aveva emesso oltre 400 certificati non in regola.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
VALLESE
1 ora
Due morti e nove feriti sul massiccio del Grand Combin
È il bilancio dell'incidente che si è verificato questa mattina in Vallese
SAN GALLO
3 ore
Trovato morto un base jumper
Sono diverse le domande ancora senza risposta: era con qualcuno? Perché è precipitato?
VALLESE
5 ore
Alpinisti travolti dai ghiacci sul Grand Combin, ci sono vittime
Degli alpinisti sono stati sorpresi dalla caduta di seracchi questa mattina in Vallese
SVIZZERA
6 ore
Il Tribunale federale ha respinto il ricorso dell'oligarca
Gennady Timchenko aveva sporto denuncia per il sequestro di conti bancari di cui è beneficiario
SVIZZERA
6 ore
No a una task force per bloccare i patrimoni russi
Secondo il Consiglio federale, l'attuale sistema funziona
SVIZZERA
9 ore
Ecco le firme contro l'acquisto degli F-35
L'alleanza "Stop F-35" fa sapere di aver raccolto le 100'000 sottoscrizioni necessarie per la sua iniziativa
SVIZZERA
19 ore
Vaiolo delle scimmie: terzo caso in Svizzera
Lo ha indicato l'Ufficio federale della sanità pubblica
SVIZZERA
19 ore
Pipistrelli, ratti, scimmie e... cammelli: cosa dobbiamo aspettarci dalle zoonosi del futuro
Ce lo spiega l'epidemiologo dell'Uni di Berna Christian Althaus: «Animali che contagiano l'uomo? Non è una novità»
FOTO
SOLETTA
1 gior
Colpita da una pianta a bordo fiume, grave una donna
L'incidente è avvenuto poco prima di mezzogiorno a Olten, sulle rive dell'Aare.
APPENZELLO ESTERNO
1 gior
Scivola sulla neve, cade e perde la vita
Il corpo del 44enne è stato trovato per caso da alcuni escursionisti sul massiccio dell'Alpstein
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile