20min/News-Scout
LUCERNA
28.09.21 - 08:030
Aggiornamento : 08:49

La polizia ha fermato cinque siriani per lo scontro in cui è morto un ventenne

Forse una questione di soldi all'origine del fatto di sangue avvenuto sabato nel Canton Lucerna

Fonte 20 Minuten / Gianni Walther, Gabriela Graber e Rochus Zopp
elaborata da Patrick Stopper
Giornalista

LUCERNA - «Era un giovane con un grande cuore, una morte così non se la meritava. Non ci posso ancora credere». È quanto dice I.I.*, che ha frequentato la scuola professionale con A.N.*, il ventenne kosovaro che sabato dopo le 19.15 è rimasto ucciso in una lite scoppiata in una stazione di servizio di Geuensee, nel Canton Lucerna.

Nello scontro sono anche rimaste ferite più persone, di cui almeno sei in modo grave. Sarebbero stati impiegati anche degli «oggetti», come ha fatto sapere oggi la locale polizia cantonale. Presumibilmente si tratta di coltelli.

Le autorità hanno inoltre comunicato che alla rissa hanno preso parte cittadini siriani, iracheni, macedoni e svizzeri. Diverse persone sono finite in manette. Si tratta di cinque siriani, come ha fatto sapere il portavoce Simon Kopp, interpellato da 20 Minuten.

Il motivo all'origine dello scontro è attualmente al vaglio dell'inchiesta di polizia. Secondo informazioni di 20 Minuten, si sarebbe trattato di una questione di soldi: il giovane avrebbe avuto l'intenzione di aiutare un amico a incassare un debito. La somma di denaro era dovuta per l'acquisto di un inventario di un bar. L'incontro sarebbe stato fissato alla stazione di servizio, ma il debitore avrebbe mandato un amico per «regolare i conti».

*Nome noto alla redazione

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Attivista no vax rifiuta di pagare le tasse
Dopo il sì alla Legge Covid, Daniel Trappitsch non intende versare altri contributi.
ARGOVIA
4 ore
Hanno dovuto scegliere chi ricoverare
Il primo caso alla clinica Hirslanden di Aarau, dove metà del reparto è occupato da pazienti Covid.
ARGOVIA
4 ore
Incendio in un appartamento, morta una donna
Il rogo è divampato ieri sera in una casa plurifamiliare a Döttingen. Ancora ignote le cause.
SVIZZERA
6 ore
Più divieti per i non vaccinati: «È un'opzione»
Le parole di Lukas Engelberger. E su un eventuale obbligo vaccinale: «Pericoloso per il rapporto tra Stato e cittadini»
SVIZZERA
7 ore
«Misure incoerenti. Svizzeri discriminati rispetto ai frontalieri»
Viaggi, vaccini e terze dosi. Lorenzo Quadri interpella il Consiglio federale sulle decisioni annunciate venerdì
SVIZZERA
7 ore
La presidenza ci mostrerà un nuovo Ignazio Cassis?
Ne è convinto l'amico Fulvio Pelli in attesa della data storica (per il Ticino) dell'8 dicembre
SVIZZERA
15 ore
Senza tampone in aeroporto? Il rientro diventa un caos
Il caso di un manager che si è trovato bloccato in Germania: per prendere un volo per Zurigo ha sborsato 520 euro.
BASILEA CITTÀ
17 ore
Fiamme in una residenza assistita: grave un 86enne
Le cause dell'incendio sono al vaglio della polizia
FRIBURGO
21 ore
Ritorna l'obbligo di mascherina nelle scuole medie
Il provvedimento scatterà lunedì e sarà in vigore fino alle vacanze di Natale
SVIZZERA
1 gior
Swiss congela i voli per Hong Kong
La decisione è stata presa a causa delle rigide misure di quarantena previste per i membri dell'equipaggio
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile