Keystone - foto d'archivio
Berna
26.09.21 - 22:030

Tornano a salire decessi e contagi in casa anziani e i cantoni si preparano a rispondere con la terza dose

Secondo Stefan Fux, Direttore di una casa di riposo, «la vaccinazione sta perdendo la sua efficacia»

Al momento, la terza dose è prevista solo per le persone immunodepresse

BERNA - Sei decessi legati al Covid, con i casi che tornano a salire. Si tratta della situazione relativa alle case anziani svizzere, nonostante il personale e i residenti siano da tempo vaccinati. Inizia quindi a profilarsi la necessità di una terza dose per le persone più fragili.

Nella casa anziani Sankt Nikolaus, in Vallese, le vaccinazioni sono state chiuse il 27 gennaio. Ma a inizio settembre otto residenti hanno contratto il virus e quattro sono deceduti. Anche dei membri del personale sono stati infettati. Un caso simile si è manifestato nel Canton Zurigo, dove nel centro di cure Embrach, sette residenti sono stati contagiati e due di loro sono morti. Dei focolai sono stati segnalati anche nelle zone di Winterthur, Zermatt e Argovia.

Dopo otto mesi di calma, il virus è di nuovo riuscito a entrare negli alloggi per anziani. E il direttore del Sankt Nikolaus, Stefan Fux, ha dichiarato alla Nzz am Sonntag che è chiaro come «la vaccinazione stia perdendo la sua efficacia». Se prima i casi di positività al coronavirus con sintomi dopo le due dosi erano rari, con solo 2'055 casi da gennaio, la Confederazione ha annunciato che stanno aumentando. Sono infatti stati segnalati 210 contagiati solo nell'ultima settimana all'Ufficio Federale della Sanità Pubblica (UFSP).

Nonostante non sia stata ancora presa una decisione a livello nazionale sulla terza dose, alcuni Cantoni si stanno preparando per somministrarla nelle case per anziani. Lo ha confermato Michael Jordi, segretario generale della Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità. Al momento, comunque, questa è prevista soltanto per le persone immunodepresse.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Così Netflix spenna gli svizzeri
Lo streaming costa anche il 30 per cento in più rispetto ai paesi limitrofi. Ma c'è un modo per pagare meno
ZURIGO
2 ore
Le cure intense zurighesi sono piene
All'ospedale universitario è stato raggiunto un tasso di occupazione del 98%
SVIZZERA
2 ore
Si apre il mese con oltre 10mila casi e 22 decessi
Tensione a livello ospedaliero: i pazienti Covid occupano ora il 27% dei letti di cure intense.
BASILEA CITTÀ
4 ore
Studente contagiato da Omicron, 100 persone in quarantena
Uno dei primi due casi di Omicron accertati in Svizzera è stato rilevato a Basilea, al ginnasio Kirschgarten.
ZUGO
5 ore
Distrugge uno spartitraffico e scappa
I danni dell'incidente avvenuto ieri sera allo svincolo autostradale di Rotkreuz ammontano a diverse migliaia di franchi
SVIZZERA
6 ore
Inflazione in aumento, anche in Svizzera
A novembre nel nostro paese è salita all'1,5%
SVIZZERA
6 ore
Omicron in Svizzera, ecco il terzo caso
La persona contagiata si trova in isolamento. I primi due casi erano stati confermati ieri sera
SVIZZERA
8 ore
Affitti, il tasso di riferimento resta all'1,25%
È il livello più basso di sempre, in vigore dal marzo del 2020
Friborgo
17 ore
Abusava della figlia sin dalla sua nascita, condannato a 15 anni
Le violenze sono andate avanti per sette anni. L'uomo aveva dichiarato al suo arresto che grazie a lui «sa masturbarsi»
SVIZZERA
18 ore
Il termine “Afghanistan” blocca il versamento Twint
Un termine “sbagliato” impedisce la transazione attraverso l'app elvetica per i pagamenti. Ecco il motivo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile