Immobili
Veicoli
20min/Marco Zangger
Alcuni ristoratori stanno pensando a come aggirare legalmente l'estensione del certificato Covid, che scatta da lunedì.
SVIZZERA
12.09.21 - 21:300
Aggiornamento : 23:31

Quei ristoratori che cercano di contrastare l'estensione del certificato Covid (legalmente, però)

Una scappatoia? Trasformare i clienti in membri di un'associazione. Ma c'è un problema...

Fonte 20min / Fabian Pöschl - ofu
elaborata da Fabio Caironi
Giornalista

BERNA - L'obbligo di certificato Covid per mangiare all'interno dei ristoranti, che scatterà lunedì, preoccupa un gran numero di ristoratori, che temono una netta diminuzione della clientela.

Uno di essi attivo nella Svizzera tedesca ha confidato ai colleghi di 20 Minuten tutta la sua frustrazione: «Ho accettato il primo confinamento, ma ora sono stufo! Non accetto certificati e non accetterò una nuova chiusura». L'interlocutore, che vuole rimanere anonimo, è alla ricerca di soluzioni legali per aggirare l'obbligo del certificato Covid. Altri starebbero facendo la stessa cosa, a suo dire.

Quali sarebbero gli escamotage? Il ristoratore pensa ad affittare tavoli isolati o a creare un'associazione, della quale i clienti possono diventare membri - così da beneficiare della possibilità di non presentare il certificato Covid durante un evento. Gli esperti della compagnia assicurativa Axa-Arag, interpellati in proposito, confermano la scappatoia ma sottolineano una difficoltà per i ristoratori: tra le condizioni c'è il divieto di servire cibo e bevande.

Più in generale, gli esperti di protezione giuridica sconsigliano di aggirare la prossima estensione del certificato Covid e avvertono: le infrazioni potrebbero essere sanzionate con una multa o con la chiusura del locale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
1 ora
Quello studio medico corona-scettico che non fa vaccinazioni
I responsabili della struttura di Langenthal non credono né all'efficacia, né alla sicurezza dei preparati disponibili.
BERNA
4 ore
A 203 chilometri all'ora sui 120
Pizzicato sulla A1 in territorio di Gurbrü (BE): si trattava di un diciassettenne con licenza per allievo conducente
ZURIGO
4 ore
Vaccini: «Effetti collaterali rari e non sempre segnalati»
Continuano a circolare segnalazioni circa gli effetti collaterali delle vaccinazioni.
ZUGO
5 ore
In polizia per un interrogatorio, si presenta sotto l'effetto di droga
È quanto accaduto martedì a Zugo. Si tratta di un ventenne, che era giunto al volante della sua auto
SVIZZERA
6 ore
La soddisfazione dei Cantoni
Secondo i direttori della sanità, il Consiglio federale ha tenuto conto della consultazione
SAN GALLO
7 ore
Video pedo-pornografici sui profili (hackerati) di Facebook e Instagram
La polizia di San Gallo denuncia diversi casi e avverte: «Anche i proprietari rischiano di subire azioni legali».
BERNA
8 ore
Quarantena e obbligo del telelavoro fino a fine febbraio
Gli altri provvedimenti provvisoriamente fino a fine marzo
SVIZZERA
8 ore
Nuovo record di contagi e 25 decessi in Svizzera
Scendono i pazienti ospedalizzati a causa del virus, che occupano ora il 7,9% dei posti letto complessivi.
SVIZZERA
9 ore
Una miocardite che è già un caso
La velocista vodese Sarah Atcho al centro delle polemiche dopo aver raccontato di essersi ammalata dopo il vaccino
SVIZZERA
10 ore
«Come un jackpot a Las Vegas»
Il giornalista ed ex dirigente del ramo Kurt Zimmermann è molto critico sugli aiuti che voteremo il prossimo 13 febbraio
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile