Immobili
Veicoli
KEYSTONE
Quello di Luca Mongelli sta per diventare un "cold case".
VALLESE
12.09.21 - 14:420

Quello di Luca Mongelli è destinato a diventare un "cold case"

Sono passati quasi 20 anni, ancora non si conosce la verità su quell'aggressione

SION - Si avviano verso la sospensione le indagini sul caso Luca Mongelli. Un mistero irrisolto destinato a diventare un "cold case" tra i più misteriosi della recente storia svizzera. Noi ne avevamo parlato in modo approfondito in questo Focus.

Dopo quasi 20 anni d'infruttuose ricerche dei colpevoli, la procura vallesana è sul punto di prendere una decisione, come ha riportato giovedì il Walliser Bote. All'inizio dell'anno sono stati interrogati due nuovi testimoni, ma anche questo tentativo non ha portato a risultati concreti. Il procuratore generale vallesano Nicolas Dubois assicura: «Se emergeranno nuove prove, ovviamente indagheremo. Non importa se il caso è sospeso o chiuso».

Il 7 febbraio 2002 saranno passati 20 anni da quando il piccolo Luca, che allora aveva sette anni, fu trovato seminudo e gravemente ferito nella neve a Veysonnaz (VS). A causa della mancanza di ossigeno oggi Luca è tetraplegico e parzialmente cieco. La responsabilità dell'accaduto è stata addossata inizialmente a Rocky, il pastore tedesco di famiglia. La famiglia Mongelli (che ora è rientrata in Italia) e successivi riscontri hanno negato che le ferite siano state causate dall'animale.

Lo stesso Luca ha chiamato in causa un gruppo di giovani, che l'avrebbero aggredito e picchiato con dei bastoni. Un detective privato ha tirato in ballo i figli di due famiglie di Sion, che secondo le rispettive famiglie sarebbero stati a scuola a Losanna. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
L'acqua di rubinetto che diventa “termale” (e poco ecologica)
Un'inchiesta di Saldo fa luce sui consumi delle strutture wellness per scaldare l'acqua delle piscine
ZURIGO
8 ore
Fuga dalla pandemia, Tina Turner compra un "villaggio"
Una tenuta con dieci edifici e una villa sul lago di Zurigo. La star si è regalata un buen retiro da 70 milioni
SVIZZERA
8 ore
Gli aiuti per Skyguide potrebbero non bastare
Le perdite legate al crollo del traffico aereo sono stimate in 280 milioni di franchi per il 2020 e il 2021
BERNA
10 ore
Quello studio medico corona-scettico che non fa vaccinazioni
I responsabili della struttura di Langenthal non credono né all'efficacia, né alla sicurezza dei preparati disponibili.
BERNA
13 ore
A 203 chilometri all'ora sui 120
Pizzicato sulla A1 in territorio di Gurbrü (BE): si trattava di un diciassettenne con licenza per allievo conducente
ZURIGO
14 ore
Vaccini: «Effetti collaterali rari e non sempre segnalati»
Continuano a circolare segnalazioni circa gli effetti collaterali delle vaccinazioni.
ZUGO
14 ore
In polizia per un interrogatorio, si presenta sotto l'effetto di droga
È quanto accaduto martedì a Zugo. Si tratta di un ventenne, che era giunto al volante della sua auto
SVIZZERA
15 ore
La soddisfazione dei Cantoni
Secondo i direttori della sanità, il Consiglio federale ha tenuto conto della consultazione
SAN GALLO
16 ore
Video pedo-pornografici sui profili (hackerati) di Facebook e Instagram
La polizia di San Gallo denuncia diversi casi e avverte: «Anche i proprietari rischiano di subire azioni legali».
BERNA
17 ore
Quarantena e obbligo del telelavoro fino a fine febbraio
Gli altri provvedimenti provvisoriamente fino a fine marzo
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile