20minuten
il 32enne AS (arrestato dalle autorità kosovare)
SVIZZERA/KOSOVO
24.08.21 - 17:020
Aggiornamento : 19:37

Omicidio in Kosovo, due giorni di abusi in un appartamento

Questa l'accusa nei confronti del 32enne AS e del 29enne DK.

Il primo, si viene a sapere intanto, lavorava nel Lucernese. Arrestato anche il secondo, che dopo i fatti aveva tentato la fuga.

ZURIGO/PRISTINA - Viveva nel Lucernese e lavorava in un'impresa edile. I suoi vicini lo descrivono come una persona poco appariscente. Non lo vedevano da mesi. Il centro dei suoi interessi familiari e sociali era in Svezia. Questo il profilo del 32enne AS*, fermato in Kosovo con l'accusa di aver ucciso la 18enne MO. Lo stesso descritto dai colleghi di lavoro: calmo, una persona che non attirava l'attenzione. Secondo diverse fonti, il 32enne non aveva un passaporto svizzero, come conferma il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

Oggi sarà interrogato dalle autorità kosovari. Stando ai media locali, l'uomo è accusano di aver abusato (assieme al collega DK*) per due giorni della diciottenne, prima di consegnarla esanime davanti a un ospedale.

L'atto sarebbe stato consumato in uno stabile residenziale a nord di Ferizaj. Entrambi gli uomini hanno precedenti penali, tra questi il tentato omicidio.

Il 32enne e il suo collega hanno portato il corpo della ragazza davanti all'ospedale di Ferizaj domenica pomeriggio. Poi sono spariti in un'Audi con targa svizzera. AS è stato arrestato durante la caccia all'uomo scattata a livello nazionale. DK ha tentato la fuga nel sud del Kosovo, ma dopo due giorni di latitanza è stato rintracciato e consegnato a sua volta alla giustizia. 

Come il suo presunto complice, anche DK ha un legame con la Svizzera: suo fratello maggiore KK* (35) vive nella Svizzera romanda.

Lo sfogo sui social - KK ha affidato ai social il suo sfogo: «Non ha ascoltato nessuno. Per tutta la vita, ha causato problemi e offuscato il nome della famiglia». Quindi si è congratulato con la polizia per l'arresto del fratello: «Spero che ottenga la giusta punizione». Infine, KK ha espresso profondo cordoglio per la famiglia della vittima: «Che Dio vi dia forza e coraggio».
 

* Nomi noti alla redazione

20minuten
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
54 min
Il termine “Afghanistan” blocca il versamento Twint
Un termine “sbagliato” impedisce la transazione attraverso l'app elvetica per i pagamenti. Ecco il motivo
SVIZZERA
3 ore
Omicron è ufficialmente sbarcata in Svizzera
Le due persone contagiate, che sono legate tra loro, si trovano in isolamento.
SVIZZERA
3 ore
Gli scettici vogliono creare una «società parallela»
Sfiducia nei media, rabbia verso le autorità. E ora la delusione alle urne. Gli ideologi no Vax progettano la secessione
SVIZZERA
3 ore
«Misure che equivalgono a un divieto di vita notturna»
Le decisioni del Governo sono state giudicate adeguate alla gran parte dei partiti, non da alcune associazioni.
GIURA
4 ore
Il Canton Giura chiede l'aiuto dell'esercito
Obiettivo: aumentare le capacità in vista della somministrazione del booster. C'è infatti carenza di personale formato.
SVIZZERA
5 ore
Misure già rafforzate in diversi cantoni
Basilea (Città e Campagna), Soletta, Zugo e Svitto hanno reso obbligatorie le mascherine nei luoghi pubblici.
SVIZZERA
6 ore
Covid Pass anche per incontri privati con più di dieci persone
La proposta del Governo: Covid pass anche nel privato, mascherina al chiuso, e test rapidi validi solo 24 ore.
SVIZZERA/GERMANIA
6 ore
La Svizzera apre ai pazienti tedeschi
Il Baden-Württemberg potrebbe trasferire malati di Covid nel nostro paese. «Situazione drammatica»
SVIZZERA
7 ore
«Il medico non è obbligato a procurarsi il dossier di un paziente»
Il Tribunale federale ha confermato l'assoluzione di un praticante processato per la morte di una paziente
SVIZZERA
8 ore
«La quarantena non ha senso, puntiamo sui test»
Con la diffusione della variante Omicron, in Svizzera sono scattate norme d'ingresso più severe per 23 paesi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile