Foto Lettore 20 Minuten
GRIGIONI
23.08.21 - 23:000
Aggiornamento : 23:29

A bordo della vettura travolta da acqua, terra e sassi: «L'ho vista mentre se ne andava via»

Il racconto di Max che si trovava sulla strada invasa dai detriti in Val Müstair: «Non potevo né accelerare né frenare»

VALCHAVA (GR) - Un mare di fango e sassi che ti prende e ti porta via, anche se sei a bordo della tua automobile.

È successo domenica in serata fra Valchava e Santa Maria, in Val Müstair, come comunicato oggi dalla Cantonale dei Grigioni. In seguito allo smottamento i soccorsi hanno lavorato tutta la notte e la strada ha potuto riaprire già oggi.

Travolta e trasportata per più di 200 metri giù fino a un crepaccio, una vettura con una persona a bordo che fortunatamente non ha riportato ferite. Max*, questo il nome del giovane conducente, ha voluto raccontare la sua peculiarissima disavventura ai colleghi di 20 Minuten.

Lo sfortunato evento si è verificato all'improvviso, e senza preavviso alcuno: «Non c'era niente di particolare in strada, solo un po' d'acqua. Poi però ho visto arrivare il fango», ricorda il giovane, «era tantissimo, mi ha travolto, non potevo né accelerare né frenare». La furia degli elementi ha spostato il veicolo che - a un certo punto - si è poi incagliato.

«Sono uscito dalla portiera e il fango mi arrivava fino alla vita», conferma Max, «dopo essere uscito mi è toccato assistere al flusso di detriti che si portava via la mia auto, è stato davvero molto triste. Ero affezionato a quella macchina, non era niente di particolare ma era la mia prima. Abbiamo fatto tanti viaggi insieme, oltre le Alpi e fino in Italia...»

Per la compagna di tante avventure, recuperata oggi nel pomeriggio, però niente da fare: danno totale. Non è tanto una perdita economica: «Diciamo che ormai l'avevo ammortizzata e per il resto ci pensa l'assicurazione, su quella non ho badato a spese». Vero è che non tutto può comprare il denaro.

*nome noto alla redazione

Foto Lettore 20 Minuten
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«Sul turismo degli acquisti abbiamo sbagliato»
Berna ha ammesso «parziali carenze» nella gestione delle multe all'inizio della pandemia.
SVIZZERA
4 ore
Vaccino di buon mattino? Potrebbe essere più efficace
Lo dimostra un recente studio condotto dall'Università di Ginevra.
BERNA
4 ore
Alpinista morto sulla Jungfrau
È finito in un crepaccio: il corpo è stato trovato a una profondità di circa 27 metri
SVIZZERA
6 ore
Certificato sulle piste: «Non è l'associazione di categoria che decide»
«È presuntuoso dire già che non ci sarà un obbligo di Covid-pass sulle piste. Sarà il Consiglio federale a decidere».
SVIZZERA
7 ore
Positivi in forte aumento, decessi e ricoveri in calo
Stando all'aggiornamento dell'UFSP, sono due i nuovi decessi avvenuti a causa di un decorso infelice della malattia.
SVIZZERA
7 ore
In Svizzera si scierà senza certificato Covid
Lo ha deciso l'associazione di categoria degli impianti. Sulle funivie sarà invece obbligatoria la mascherina
SVIZZERA
8 ore
Berna autorizza una manifestazione contro il certificato Covid
I promotori si sono impegnati a rispettare un piano di sicurezza. E sconsigliano di prendere parte a proteste abusive
SVIZZERA
8 ore
I ghiacciai perdono ancora terreno, nonostante la neve e l'estate fresca
Nel 2021 hanno perso l'1% del loro volume, come rilevato dall'Accademia svizzera di scienze naturali
SVIZZERA
10 ore
Altre cinque aziende si impegnano per il clima
PostFinance, Autopostale, SSR, Flughafen Zürich e RUAG hanno aderito all'iniziativa energia e clima esemplare
SVIZZERA
11 ore
La paura del black-out riaccende il dibattito sul nucleare
L'esperto: «L'approvvigionamento elettrico deve avere la massima priorità». E le fonti rinnovabili non bastano
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile