deposit
LUCERNA
22.08.21 - 15:190

Accoltellò la madre, non è imputabile

Il 21enne sarà ricoverato in una clinica per malattie psichiatriche.

Una perizia ha diagnosticato infatti una psicosi schizofrenica.

LUCERNA  - Un 21enne lucernese che nell'aprile 2020 uccise la madre con 48 coltellate a Emmenbrücke (LU) non è imputabile: è la conclusione a cui è giunto il Tribunale penale di Lucerna, che segue così le tesi presentate da accusa e difesa. L'uomo non verrà quindi condannato ma ricoverato in una clinica specializzata.

I fatti si erano verificati nel pomeriggio del 2 aprile: il giovane aveva allertato la polizia, sostenendo di aver ferito a morte una persona in un appartamento nella Oberhofmatte, poco lontano dalla stazione ferroviaria di Emmenbrücke, senza però specificare che si trattava della madre.

Gli agenti giunti sul posto avevano trovato l'uomo davanti alla casa e lo avevano arrestato. L'identificazione della donna, una 59enne, aveva chiarito il legame di parentela: la donna era stata raggiunta da una cinquantina di coltellate ed era morta dissanguata. Interrogato sui motivi del suo gesto, il figlio ha sempre sostenuto di aver eseguito un "ordine".

Nel corso del processo, tenutosi lo scorso 8 giugno, il procuratore pubblico e la difesa hanno concordato che si è trattato di omicidio premeditato, ma essendo il colpevole incapace di intendere, non può essere punito per i fatti.

Secondo quanto si legge nella sentenza pubblicata oggi, la corte - basandosi su una perizia che ha diagnosticato una psicosi schizofrenica - ha dato seguito a questa argomentazione: l'idea di uccidere la madre è nata da una condizione patologica.

Il disturbo psicotico del giovane è stato aggravato dall'uso di cannabis nei due anni precedenti il crimine. Secondo la corte, c'erano già stati piccoli incidenti prima dell'omicidio: il giovane era ad esempio girato nudo per strada o era saltato da un tetto.

Accusa, difesa e Tribunale hanno concordato che la soluzione migliore è quella di richiuderlo in una clinica dove viene sottoposto a un trattamento stazionario a lungo termine, perché - secondo la perizia - l'uomo potrebbe commettere un altro crimine violento.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA/AUSTRIA
3 ore
La Lamborghini finisce nel lago (e la polizia ride)
Un automobilista elvetico protagonista di una manovra rocambolesca in Austria.
FOTO
ZURIGO
7 ore
Berset contestato fuori dall'Uni
Questa sera a Zurigo diverse persone hanno manifestato contro l'obbligo di certificato per accedere alle lezioni.
VALLESE
8 ore
Due morti sul Cervino
Le vittime sono un 24enne e un 25enne, che ieri sono precipitati mentre scalavano la parete nord
SVIZZERA
9 ore
I partiti plaudono e criticano
I liberali soddisfatti a metà delle decisioni del governo: «Manca una strategia».
SVIZZERA
10 ore
Che salasso andare al museo
In certi casi per un'escursione familiare bisogna spendere anche 92 franchi
SVIZZERA
10 ore
Per i guariti certificato Covid esteso a un anno
La Confederazione vuole così introdurre una nuova versione del Covid-pass: il «certificato Covid svizzero».
ZURIGO
11 ore
Investito da un tram, morto un pedone
L'incidente si è verificato nel primo pomeriggio di oggi a Zurigo, nelle vicinanze della fermata Bad Allenmoos
FRIBURGO
11 ore
Bimbo di 8 anni investito da un mezzo agricolo
È successo ieri a La Roche. Coinvolto nell'incidente anche il padre del bambino
SVIZZERA
12 ore
Giovani con il coltello in tasca: «Si sentono potenti e virili»
Si verificano con sempre più frequenza fatti di sangue in cui i giovani brandiscono un coltello.
SVIZZERA
13 ore
Aumentano ancora le infezioni, oggi sono 1'442
Le persone ospedalizzate nelle ultime 24 ore a causa del coronavirus sono 34. Cinque i decessi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile