tipress
BERNA 
20.08.21 - 17:110
Aggiornamento : 19:03

Furti ingegnosi grazie al social, bottino di oltre 80mila franchi

Il modus operandi: quando un privato mette in vendita un oggetto prezioso, si fa avanti un falso acquirente.

Quest'ultimo si mostra molto interessato, fissa un appuntamento, e poi truffa il malcapitato con denaro falso.

BERNA  - Da aprile in Svizzera si sono susseguiti diversi furti tutti basati su truffe che avvengono tramite una piattaforma di annunci di un social network. L'ammontare del bottino è di circa 80mila franchi, indica oggi la polizia cantonale friburghese, precisando che sono state avviate indagini in diversi cantoni.

Il modus operandi è lo stesso in ogni caso: quando un privato mette in vendita, tramite la piattaforma di piccoli annunci di un social network, un gioiello o un orologio dal valore di diverse migliaia di franchi, viene contattato da un falso acquirente.

Quest'ultimo si mostra molto interessato all'articolo e scambia diversi messaggi - solitamente in inglese - con il venditore, dopodiché gli propone un incontro per finalizzare la transazione.

Si offre gentilmente di raggiungerlo al suo domicilio e di pagare l'oggetto in contanti, senza tirare sul prezzo. Dopo aver contato il denaro davanti al venditore con qualche astuzia riesce a distrarlo e a rifilargli, al momento del pagamento, una busta contenente una sola banconota e diversi fogli di carta da giornale. «Quando la vittima si rende conto della truffa, è già troppo tardi», rileva la polizia.

Quest'ultima invita la popolazione a diffidare dei casi in cui gli acquirenti di gioielli od orologi di valore non tentano di contrattare e in ogni caso a controllare ancora in loro presenza se tutto il denaro è stato consegnato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
10 ore
Berset vuole fare un "regalo" ai non vaccinati
Certificato di un anno per i guariti. E test sierologici parificati ai molecolari. La proposta è sul tavolo, ma...
SVIZZERA
11 ore
Caso Mozambico, Credit Suisse alla cassa
L'Istituto elvetico pagherà circa 475 milioni alle autorità americane e britanniche.
SVIZZERA
14 ore
«Sul turismo degli acquisti abbiamo sbagliato»
Berna ha ammesso «parziali carenze» nella gestione delle multe all'inizio della pandemia.
SVIZZERA
17 ore
Vaccino di buon mattino? Potrebbe essere più efficace
Lo dimostra un recente studio condotto dall'Università di Ginevra.
BERNA
17 ore
Alpinista morto sulla Jungfrau
È finito in un crepaccio: il corpo è stato trovato a una profondità di circa 27 metri
SVIZZERA
19 ore
Certificato sulle piste: «Non è l'associazione di categoria che decide»
«È presuntuoso dire già che non ci sarà un obbligo di Covid-pass sulle piste. Sarà il Consiglio federale a decidere».
SVIZZERA
20 ore
Positivi in forte aumento, decessi e ricoveri in calo
Stando all'aggiornamento dell'UFSP, sono due i nuovi decessi avvenuti a causa di un decorso infelice della malattia.
SVIZZERA
20 ore
In Svizzera si scierà senza certificato Covid
Lo ha deciso l'associazione di categoria degli impianti. Sulle funivie sarà invece obbligatoria la mascherina
SVIZZERA
21 ore
Berna autorizza una manifestazione contro il certificato Covid
I promotori si sono impegnati a rispettare un piano di sicurezza. E sconsigliano di prendere parte a proteste abusive
SVIZZERA
21 ore
I ghiacciai perdono ancora terreno, nonostante la neve e l'estate fresca
Nel 2021 hanno perso l'1% del loro volume, come rilevato dall'Accademia svizzera di scienze naturali
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile