KEYSTONE
Il Tribunale penale federale ha respinto la richiesta di scarcerazione del fiscalista tedesco Hanno Berger.
SVIZZERA
16.08.21 - 19:090

Scandalo fiscale "Cum-Ex", il fiscalista tedesco Hanno Berger non sarà scarcerato

Il 70enne è stato arrestato a luglio nei Grigioni, su richiesta di Berlino

BELLINZONA - Il Tribunale penale federale (TPF) ha respinto la domanda di liberazione dell'avvocato fiscalista tedesco Hanno Berger, del quale Berlino chiede l'estradizione.

Il 70enne è sospettato di essere coinvolto nello scandalo fiscale passato alla storia con il nome di "Cum-Ex", che sarebbe costato 400 milioni di euro alle autorità tedesche.

Berger era stato arrestato il 7 luglio scorso in una non meglio precisata località dei Grigioni su richiesta di Berlino, dopo che l'Ufficio federale di giustizia (UFG) aveva spiccato un mandato di cattura, indica una decisione pubblicata dalla Corte dei reclami penali del TPF. I Länder di Assia e Renania Nord-Vestfalia hanno avviato procedimenti nei suoi confronti e contro altre persone, ha precisato la NZZ.

Ricoverato in ospedale - A causa del suo stato di salute Berger è stato trasferito all'Ospedale cantonale di Coira, da dove è uscito due giorni dopo, quando i medici hanno constatato che non aveva più bisogno di cure ospedaliere. Da allora il 70enne tedesco si trova in carcere.

La Corte dei reclami penali ha deciso che Berger può rimanervi. Contrariamente al parere del medico curante, non sussiste alcun motivo per opporsi alla sua detenzione. Tutte le cure mediche necessarie possono essergli prodigate nell'ambito della sua incarcerazione.

Rischio di fuga - I giudici di Bellinzona escludono inoltre ogni altra misura alternativa a causa dell'elevato rischio di fuga. La cauzione di 100'000 franchi proposta dal fiscalista è stata giudicata «totalmente insufficiente» dall'UFG.

Non è escluso che Berger, che ha dichiarato un patrimonio di 5,5 milioni di franchi in Svizzera, disponga di altri beni. L'UFG non ha ancora deciso sulla domanda di estradizione. Il cittadino tedesco potrà fare ricorso contro questa decisione al momento opportuno.

Attraverso le transazioni "cum-ex" numerosi investitori hanno approfittato sull'arco di diversi anni di una lacuna della legge tedesca per arricchirsi a spese dello Stato. Il trucco consisteva nello spostare azioni con ("cum") e senza ("ex") diritto al dividendo avanti e indietro intorno alla data del versamento. Le autorità fiscali tedesche si sono così trovate a rimborsare imposte sulle plusvalenze che in realtà non erano state pagate. Questo meccanismo ha comportato perdite milionarie per lo Stato tedesco. La scappatoia fiscale è stata chiusa nel 2012.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
8 ore
Cresce la lista nera: dentro altri quattro Paesi
La disposizione segue il rilevamento della variante Omicron nelle rispettive nazioni.
SVIZZERA
9 ore
Minaccia Omicron, il Governo si ritrova d'urgenza
Dopo l'emergenza della nuova variante e il boom di casi, domani pomeriggio saranno discussi eventuali cambi di marcia.
SVIZZERA
12 ore
«Meglio Pfizer di Moderna per gli under 30»
Lo raccomandano l'UFSP e la Commissione federale per le vaccinazioni basandosi sulle dichiarazioni di miocardite.
SVIZZERA
13 ore
«La situazione è già critica, Omicron potrebbe peggiorarla»
Gli esperti della Confederazione hanno fatto il punto sulla situazione epidemiologica nel nostro Paese e non solo.
LUCERNA
13 ore
Lo spauracchio Omicron fa saltare le Universiadi
La competizione avrebbe dovuto aver luogo tra l'11 e il 21 dicembre. A Lucerna erano attesi atleti da cinquanta Paesi.
SVIZZERA
13 ore
La seconda volta di un'ecologista alla guida del Nazionale
La 34enne argoviese Irène Kälin è la nuova presidente della Camera bassa.
SVIZZERA
15 ore
Oltre 19mila contagi e 35 morti nel weekend svizzero
Salgono i pazienti Covid ricoverati in cure intense, che occupano ora il 25,4% dei posti letto.
FOTO
ARGOVIA
16 ore
Bancomat fatto esplodere e colpevoli in fuga
Altro furto a uno sportello automatico. Questa volta in canton Argovia.
FOTO
SVIZZERA
16 ore
Una bufera di neve investe la Svizzera
Temperature al ribasso e tanti disagi alla circolazione soprattutto in Svizzera tedesca.
GRIGIONI
19 ore
Test ripetuti nei Grigioni: i laboratori non ce la fanno più
Le autorità cantonali corrono ai ripari adeguando la misura nelle scuole e nelle aziende
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile