Depositphotos (NaWi)
L'Amministrazione federale delle contribuzioni ha congelato, in attesa di verifica, rimborsi fiscali per importo di circa 900 milioni di franchi.
SVIZZERA
07.08.21 - 08:410
Aggiornamento : 12:02

Rimborsi fiscali per 900 milioni di franchi sono stati congelati

Grazie a una lacuna della legge tedesca numerosi investitori si sono arricchiti, a spese dello Stato tedesco

BERNA - L'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) ha congelato, in attesa di verifica, rimborsi fiscali per importo di circa 900 milioni di franchi in relazione allo scandalo "Cum-Ex". Lo ha indicato a Keystone-ATS una portavoce dell'AFC confermando così quando indicato ieri sera dal telegiornale della televisione svizzero-tedesca SRF.

Attraverso le transazioni "cum-ex" numerosi investitori hanno approfittato sull'arco di diversi anni di una lacuna della legge tedesca per arricchirsi a spese dello Stato. Il trucco consisteva nello spostare azioni con ("cum") e senza ("ex") diritto al dividendo avanti e indietro intorno alla data del versamento. Le autorità fiscali tedesche si sono così trovate a rimborsare imposte sulle plusvalenze che in realtà non erano state pagate. Questo meccanismo ha comportato perdite miliardarie per lo Stato tedesco: la stampa ha avanzato la cifra di 55 miliardi di euro. La scappatoia fiscale è stata chiusa nel 2012.

«Conosciamo questo inganno dagli anni '90. L'Amministrazione federale delle contribuzioni ha cercato in tempi relativamente brevi di discutere con le banche per trovare soluzioni», ha detto a SRF Patrick Teuscher, responsabile della comunicazione presso l'AFC. La Svizzera ha posto fine alla pratica nel 2008, ma ci sono sempre nuovi trucchi. «La finanza è creativa», ha aggiunto.

In Germania, tali operazioni sono considerate frode fiscale e possono essere punite con una pena detentiva. In Svizzera questa pratica è considerata un abuso di diritto, ma non è ancora stata oggetto di un'indagine penale, secondo l'AFC.

Quando l'Amministrazione federale delle contribuzioni scopre un meccanismo del genere può rifiutarsi di rimborsare l'imposta preventiva, spiega il portavoce. Nei 16 casi che sono giunti in tribunale, i giudici hanno sempre confermato l'agire dell'AFC.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli
SVIZZERA
3 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Dai risultati si è delineato un chiaro no all'iniziativa
SVIZZERA
3 ore
Legge Covid-19 verso il sì, segui i risultati del voto
Oltre il 60% degli svizzeri ha approvato il testo. Anche in Ticino si sta confermando la tendenza a livello nazionale.
FOTO
SVIZZERA
3 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
4 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
6 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
SVIZZERA
7 ore
Vaccino dai cinque anni in su: «Siamo in ritardo»
In Svizzera, contrariamente all'UE, i bambini sotto i 12 anni non possono ancora vaccinarsi.
SVITTO
16 ore
Auto nel pendio, un morto
Grave incidente ieri pomeriggio a Muotathal. Due feriti e un decesso
SVIZZERA
22 ore
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
FOTO
SVIZZERA
1 gior
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile