Jean-Paul Guinnard/24 heures
VAUD
05.08.21 - 15:150
Aggiornamento : 18:12

Botte, parolacce e un coltello in autostrada. Due condanne

Una dinamica poco chiara, ma un atteggiamento alla guida troppo pericoloso.

È per questo che due automobilisti rissosi sono stati puniti per «il mancato rispetto degli altri utenti della strada».

LOSANNA - L'automobilista è un animale strano. A volte perde la pazienza, a volte esagera. In alcune circostanza trascende le più basilari regole dello stare al mondo.

Esemplare è l'episodio di cui si sono resi protagonisti S., a bordo della sua BMW, e D., proprietario di una Skoda Dacia. I fatti risalgono al 3 giugno del 2020. Erano circa le 17 quando i due si sono trovati a percorrere assieme l'autostrada A1 tra Losanna e Yverdon-les-Bains, poco dopo l'area di servizio di Bavois.

Nonostante le indagini, le circostanze di quanto avvenuto quel giorno restano oscure. Tuttavia, diversi altri automobilisti hanno visto i due bellicosi conducenti sfidarsi per diversi chilometri. Tra mancanza di distanze di sicurezza, frenate indesiderate, sorpassi e parolacce, gli automobilisti hanno gareggiato a chi fosse più irresponsabile e pericoloso, senza alcuna considerazione per gli altri utenti della strada. In tutto ciò S. ha dato a D. dello «str..zo» e si è visto rispondere con un delicato riferimento alle scarse dimensioni del suo organo riproduttivo.

Poco prima dell'uscita di Chavornay, D. ha superato S. sulla destra per lasciare l'autostrada. Il suo rivale a quel punto ha iniziato a inseguirlo per dare il via alla serie di scambi poco gentili. Tutto ciò fino a che non hanno deciso di fermarsi e continuare il confronto vis-à-vis.

A quel punto si è aggiunto un terzo protagonista: un uomo (la cui identità non è nota agli inquirenti), che occupava il sedile del passeggero a bordo dell'auto di S. Questi ha minacciato D. con un coltello prima di tirargli un pugno in faccia e colpirlo all'occhio sinistro. Ferito, D. ha sporto denuncia.

«Il fatto di frenare, anche per "desiderio di vendetta", di sorpassare da destra, fermarsi sulla corsia di uscita dell'autostrada, e non avere remore a uscire dall'abitacolo per un "confronto tra uomini" dimostra il disprezzo che i due conducenti hanno per gli altri utenti della strada», ha lamentato il procuratore Gabriel Moret.

Anche se, per fortuna, non si è verificato nessun tamponamento a catena, si tratta comunque di una grave violazione del codice della strada. Già condannato nel 2012 sempre per noncuranza delle norme della circolazione stradale, D. è stato multato con 70 giornaliere da 40 fr. (o 2800 fr.) sospesi per tre anni e una multa di 480 fr. S., invece, è stato condannato a pagare 70 giornaliere da 50 franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
LUCERNA
4 ore
Niente manifestazione a Willisau
60 persone sono state controllate dalla polizia e poi allontanate
BERNA
4 ore
Gli scettici sui vaccini pubblicano file non censurati dei pazienti
In particolare, su Telegram, è comparsa la cartella clinica di una donna finita in ospedale dopo il vaccino.
FOTO
GINEVRA
5 ore
Manifestazione in semi lockdown: assoluzione quasi generale
La corte ha stabilito che la polizia avrebbe dovuto agire con più moderazione
BERNA
6 ore
Barricate, proiettili di gomma e idranti nel cuore di Berna
Transenne e molti agenti oggi su Piazza federale per scongiurare lo svolgimento di nuove proteste anti-covid
FRIBORGO
7 ore
Prende a pugni due donne nel centro di Friborgo, arrestato un 32enne
L'aggressione, senza motivo, risale allo scorso sabato. L'uomo è stato posto in detenzione preventiva.
SVIZZERA
9 ore
Ecco perché calano i contagi
La situazione epidemiologica odierna è figlia di diverse motivazioni. Dall'estensione del certificato alle vaccinazioni.
ZURIGO
11 ore
Monta la protesta dei guariti senza Certificato
Secondo alcuni studi, la risposta anticorpale è più duratura tra chi ha avuto il virus rispetto a chi è vaccinato.
SVIZZERA
12 ore
Coronavirus, in Svizzera 1'632 positivi e 5 vittime
Decisamente minore la pressione sugli ospedali, con i pazienti Covid in calo.
SVIZZERA
12 ore
«Volare costa troppo poco, ma le tasse non sono la soluzione»
Doppio “no” del Nazionale a un'imposta sui biglietti aerei e sul cherosene
SVIZZERA
13 ore
Più sicurezza nello sport
In Svizzera si contano ogni anno circa 420'000 infortuni. L'upi chiede un adeguamento delle disposizioni legali
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile