keystone
ZURIGO
29.07.21 - 17:160

Tribunale condona un neonazista tedesco

La polizia aveva trovato sotto il letto un fucile d'assalto, una pistola mitragliatrice e quasi 2000 proiettili.

L'oggi 33enne, che risiedeva a Rüti (ZH) e di professione è cuoco, è invece stato prosciolto dall'accusa di discriminazione razziale

ZURIGO - Il tribunale cantonale di Zurigo ha condonato un quarto delle spese di procedura giudiziaria a un neonazista tedesco condannato l'anno scorso per infrazioni alla legge sulle armi ma assolto dall'accusa di discriminazione razziale.

Durante una perquisizione effettuata nel 2019 nell'abitazione dell'uomo nell'Oberland zurighese la polizia aveva trovato sotto il letto un fucile d'assalto, una pistola mitragliatrice e quasi 2000 proiettili. Il Tribunale distrettuale di Hinwil (ZH) lo ha condannato a 16 mesi con la condizionale e all'espulsione dal territorio nazionale per 10 anni. Il cittadino tedesco era da tempo noto alle autorità, sia svizzere che tedesche, per le sue simpatie naziste.

L'oggi 33enne, che risiedeva a Rüti (ZH) e di professione è cuoco, è invece stato prosciolto dall'accusa di discriminazione razziale: su Facebook aveva risposto al resoconto di un sopravvissuto al campo di concentramento di Auschwitz con un emoji detto "facepalm" - che descrive il gesto di portarsi la mano sul volto in segno di incredulità, sconcerto o esasperazione - e aveva inoltre osservato che sette milioni di ebrei erano comunque sopravvissuti.

Malgrado questa assoluzione, gli sono stati accollati tutti i costi per l'intera indagine e le spese processuali. Il tribunale distrettuale di Hinwil ha giustificato la decisione con il fatto che il post su Facebook era stato il fattore scatenante dell'indagine sulle armi, quella sulla discriminazione razziale era stata invece «solo di natura minore».

Ora, il Tribunale cantonale ha concluso che ciò non era corretto. L'uomo deve quindi pagare un quarto delle spese in meno: invece di circa 14'000 franchi solo 10'500. A causa dell'assoluzione parziale riceve anche un risarcimento per il suo avvocato, il che gli lascia un conto in sospeso di soli 4000 franchi circa. L'alta corte cantonale non si aspetta però di ricevere presto questo denaro. Sarà infatti verosimilmente difficile raccogliere l'importo, dato che l'uomo dal febbraio del 2020 è tornato a vivere in patria, più precisamente in Turingia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«La Confederazione paghi i test»
Lo chiedono gli studenti universitari, in una lettera diffusa oggi
SVIZZERA
1 ora
Il detenuto Carlos è quasi un brand
Sul web si vendono magliette dedicate a lui. Giocattoli e altri gadget. L'iniziativa di un collettivo di artisti
SVIZZERA
2 ore
Infezioni e ricoveri: «La situazione si sta calmando»
Si è tenuta oggi la conferenza stampa degli esperti della Confederazione sull'evoluzione epidemiologica in Svizzera.
BERNA
2 ore
1'235 nuovi positivi e quattro vittime
Continua a calare la pressione sugli ospedali e anche nelle unità di terapia intensiva.
SVIZZERA
4 ore
Reddito di base, ci riprovano
Dopo la bocciatura del 2016, un comitato referendario torna alla carica proponendo tasse più alte su finanza e hi-tech
SVIZZERA
6 ore
Turismo degli acquisti presto più caro?
Chi si reca oltre confine dovrebbe pagare l'IVA a partire dai 50 franchi di acquisti al posto degli attuali 300.
SVIZZERA
8 ore
Su questo treno si sale solo con certificato Covid
Sul treno panoramico Glacier Express si viaggia solo se in possesso di un Covid-pass. Ma si può stare senza mascherina.
SVIZZERA
10 ore
Cosa fare quando vedi una scena simile?
Apriamo gli occhi sulla violenza all'interno di una coppia. Partecipa al sondaggio.
LUCERNA
16 ore
Le sottrasse diversi milioni, condannata una guaritrice
Una 66enne di Glarona è stata ritenuta colpevole di una lunga serie di reati, tra cui l'appropriazione indebita.
SVIZZERA
17 ore
La percentuale dei non vaccinati in cure intense? Molto alta
Tra il 19 luglio e il 15 agosto erano l'89% del totale. C'è preoccupazione per i tanti giovani malati
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile