Immobili
Veicoli
Deposit (archivio)
BERNA
28.06.21 - 18:160

Assolto il turco che investì un corteo di curdi

Secondo i giudici l'uomo si trovava in una «situazione d'emergenza» in quanto la sua auto fu accerchiata.

Per la corte del tribunale di Berna-Mittelland, l'imputato non può essere ritenuto colpevole di tentato omicidio o di lesioni gravi, pur avendo ferito sette manifestanti.

BERNA - È stato assolto oggi dal tribunale di Berna-Mittelland il cittadino turco che nel 2015, a margine di una manifestazione con scontri, ha investito con un'auto dei curdi, ferendone sette. Secondo la corte, non si è trattato di tentato omicidio o lesioni intenzionali gravi.

Il presidente del tribunale Peter Müller ha spiegato che l'uomo con la sua guida ha avuto comportamenti contrari alla legge, ma non è colpevole poiché si trovava in una situazione d'emergenza. L'uomo è fuggito e ha cercato di mettersi al sicuro, il tutto con occhiali da vista e parabrezza frantumati, fatti che impedivano una corretta visuale della situazione.

La corte non ha rivelato indizi che facciano credere a un'azione dettata dalla rabbia. Anche la velocità tenuta dall'uomo, attorno ai 30 chilometri orari, è considerata accettabile vista la situazione.

L'accusa, che chiedeva otto anni di prigione, valuterà se fare ricorso.

I fatti - I fatti sono avvenuti il 12 settembre 2015 nei pressi della Helvetiaplatz, a Berna, nell'ambito di una manifestazione di turchi contro il terrorismo, autorizzata, e di una contro-dimostrazione curda che non lo era. Sono scoppiati degli scontri che hanno provocato complessivamente 25 feriti. Due vetture, con a bordo dei turchi, sono state attaccate da un gruppo di curdi. Alla guida di un'auto c'era l'uomo alla sbarra, che durante i fatti ha riportato ferite alla testa. Dopo essersi allontanato, è tornato alla carica con l'automobile investendo dei curdi. Le immagini erano state diffuse sui social, scatenando reazioni indignate.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VALLESE
1 ora
Caduta fatale a Zermatt
Uno sciatore spagnolo di 46 anni ha perso la vita ieri pomeriggio sul comprensorio vallesano.
SVIZZERA
1 ora
Oltre 87mila contagi e 35 decessi nel weekend svizzero
In salita i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,3% dei posti letto complessivi.
SVIZZERA
5 ore
I dati di migliaia di clienti Swiss Pass liberamente accessibili
A inizio gennaio è stata scoperta una falla di sicurezza nella piattaforma per la vendita dei biglietti
ZURIGO
6 ore
Da certificato Covid a documento per controllarti?
Alain Berset attende con ansia la fine del suo utilizzo, che potrebbe arrivare per marzo.
SVIZZERA
6 ore
In Svizzera la vaccinazione dei bambini stenta a decollare
La quota nazionale è del 5,2%. L'adesione più alta si registra a Basilea Campagna e Basilea Città
SVIZZERA
6 ore
L'esercito distribuisce mascherine scadenti?
Giacciono da mesi nei magazzini militari. E vengono vendute ai Cantoni a prezzo simbolico. È polemica
SVIZZERA
7 ore
Prova sirene alle porte, ecco quando non dovrete spaventarvi
Il test, essenziale per verificare il loro corretto funzionamento in caso di emergenza, avrà luogo mercoledì 2 febbraio.
SVIZZERA
9 ore
Aiuto ai media: si profila un classico Röstigraben
In Romandia le misure di sostegno statale sono viste meglio rispetto alla Svizzera tedesca
SVIZZERA / RUSSIA
18 ore
Il conflitto russo-ucraino, un rischio anche per la Svizzera
L'Europa (e anche il nostro paese) potrebbero restare senza il gas proveniente dalla Russia. Ecco gli scenari
SVIZZERA
20 ore
Liberi tutti già il mese prossimo?
Associazioni di categoria e alcuni politici chiederanno la revoca delle restrizioni in vigore già il prossimo mese.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile