Deposit
SVIZZERA
15.06.21 - 16:540

Morale a terra anche durante la seconda ondata

Un nuovo studio conferma che sono i giovani a patire maggiormente le limitazioni legate alla crisi sanitaria.

BERNA - Almeno una persona su cinque si è sentita «non molto bene» o persino «male» negli ultimi mesi nella Svizzera tedesca. La pandemia di Coronavirus pesa in particolar modo sul morale dei giovani. È quanto emerge da un'inchiesta condotta dall'istituto di ricerca Sotomo, su mandato della fondazione Pro mente sana, dei cantoni svizzero-tedeschi e di Promozione Salute Svizzera pubblicato oggi. Oltre 33'000 persone sono state interrogate e hanno risposto alla domanda «Come ti senti?», che è anche il titolo di una nuova campagna.

I più giovani - I risultati mostrano che gli intervistati più anziani valutano il loro morale più positivamente rispetto a quelli più giovani, si legge in un una nota odierna. Tra i 15-35enni il 29% ha risposto "non molto bene" alla domanda «Come stai?». Questa categoria di persone ha sofferto per la mancanza di spensieratezza, l'isolamento sociale e soprattutto la mancanza di distrazioni a causa della pandemia.

Più sereni con l'avanzare degli anni - Tra le persone di età compresa tra i 36 e i 55 anni, circa un quarto (24%) ha risposto allo stesso modo. Tra gli ultra 55enni la proporzione scende a una persona su cinque.

Luce alla fine del tunnel - In febbraio, due terzi degli interrogati affermavano di stare «bene» o «ottimamente». Tale proporzione è salita a tre quarti alla fine di maggio. Il fatto che la fine della crisi sia nel mirino e si intraveda la luce alla fine del tunnel ha un effetto positivo sul morale, stando all'inchiesta.

Le temporalità - L'indagine è stata condotta tra il 25 febbraio e il primo giugno 2021 nella Svizzera tedesca. La campagna intende sensibilizzare la popolazione sull'importanza della salute psichica e della possibilità di farsi aiutare.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
34 min
«La Confederazione paghi i test»
Lo chiedono gli studenti universitari, in una lettera diffusa oggi
SVIZZERA
56 min
Il detenuto Carlos è quasi un brand
Sul web si vendono magliette dedicate a lui. Giocattoli e altri gadget. L'iniziativa di un collettivo di artisti
SVIZZERA
1 ora
Infezioni e ricoveri: «La situazione si sta calmando»
Si è tenuta oggi la conferenza stampa degli esperti della Confederazione sull'evoluzione epidemiologica in Svizzera.
BERNA
2 ore
1'235 nuovi positivi e quattro vittime
Continua a calare la pressione sugli ospedali e anche nelle unità di terapia intensiva.
SVIZZERA
3 ore
Reddito di base, ci riprovano
Dopo la bocciatura del 2016, un comitato referendario torna alla carica proponendo tasse più alte su finanza e hi-tech
SVIZZERA
5 ore
Turismo degli acquisti presto più caro?
Chi si reca oltre confine dovrebbe pagare l'IVA a partire dai 50 franchi di acquisti al posto degli attuali 300.
SVIZZERA
7 ore
Su questo treno si sale solo con certificato Covid
Sul treno panoramico Glacier Express si viaggia solo se in possesso di un Covid-pass. Ma si può stare senza mascherina.
SVIZZERA
9 ore
Cosa fare quando vedi una scena simile?
Apriamo gli occhi sulla violenza all'interno di una coppia. Partecipa al sondaggio.
LUCERNA
15 ore
Le sottrasse diversi milioni, condannata una guaritrice
Una 66enne di Glarona è stata ritenuta colpevole di una lunga serie di reati, tra cui l'appropriazione indebita.
SVIZZERA
16 ore
La percentuale dei non vaccinati in cure intense? Molto alta
Tra il 19 luglio e il 15 agosto erano l'89% del totale. C'è preoccupazione per i tanti giovani malati
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile