Swiss
SVIZZERA
15.06.21 - 11:130
Aggiornamento : 15:23

Swiss taglierà meno posti del previsto

La compagnia aerea ha deciso di cancellare 550 posti invece dei 780 annunciati in maggio.

La flotta sarà comunque ridotta del 15% rispetto al 2019.

ZURIGO - Swiss torna sui suoi passi. Ma solo parzialmente. Dopo aver annunciato a inizio maggio un taglio del personale pari a 780 dipendenti, la compagnia ha avviato una procedura di consultazione con i partner sociali, gli impiegati e i sindacati, e sembra essere scesa a compromessi: i posti cancellati saranno 550. Il ridimensionamento deciso quest'anno è stata motivato da «una trasformazione strutturale del mercato e una riduzione della domanda a medio termine del 20%». Questa decisione dovrebbe far risparmiare all'azienda circa 500 milioni di franchi. 

Tagli radicali - Tenendo conto dei posti di lavoro già saltati dal 2020, «di cui due terzi da misure volontarie e attraverso la naturale fluttuazione del personale», la riduzione degli effettivi equivarrebbe a circa 1'700 posti a tempo pieno, che rappresenterebbe un calo di oltre il 20%. Come già previsto, la flotta di 90 aerei sarà ridotta del 15% rispetto ai numeri del 2019. «Consapevole della propria responsabilità», scrive l'azienda, «SWISS si sforza di rendere i licenziamenti collettivi il più accettabili possibile sul piano sociale».

Un male necessario - Queste le parole di Dieter Vranckx, CEO di SWISS: «Sono sinceramente dispiaciuto per tutti i dipendenti colpiti da questi licenziamenti. È molto doloroso per me dover imporre misure così drastiche, ma sono state rese inevitabili dalla trasformazione strutturale del settore dell'aviazione. Siamo convinti che questo sia il modo giusto per rimborsare il prestito bancario che ci è stato concesso e per rimettere SWISS in condizione di investire ed essere competitiva».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
3 ore
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
5 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
SVIZZERA
8 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
8 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
8 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
8 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
10 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
11 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
SVIZZERA
13 ore
Vaccino dai cinque anni in su: «Siamo in ritardo»
In Svizzera, contrariamente all'UE, i bambini sotto i 12 anni non possono ancora vaccinarsi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile