Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
14.06.21 - 20:000

In migliaia in strada per lo sciopero delle donne

Ampia la partecipazione a cui si è assistito oggi nelle principali città svizzere, ed anche nel nostro Ticino.

Focus della protesta la parità salariale ancora lontana e la violenza sulle donne.

BERNA - Si manifesta su larga scala nelle strade svizzere. Sono infatti state diverse migliaia le persone che stasera hanno partecipato a manifestazioni e cortei indetti in varie città nell'ambito del cosiddetto sciopero delle donne, un'iniziativa nazionale volta a sostenere le rivendicazioni femminili.

In tutto il Paese - I raduni, svoltisi a partire dalle 18 in modo decentralizzato, tenuto conto anche della situazione pandemica, e favoriti da una meteo estiva, hanno visto scendere in piazza 4'000 persone a Basilea, oltre 1'000 a Berna e a Lucerna, diverse migliaia a Ginevra, 800 a Bienne, 100 a Losanna e alcune centinaia a Zurigo. Un corteo è stato organizzato anche a Bellinzona.

Lotta contro il patriarcato - Le dimostranti hanno scandito slogan e hanno mostrato striscioni che facevano riferimento alle principali richieste del movimento: salari più elevati e parificati a quelli degli uomini, pensioni migliori, rispetto dell'integrità della persona. Molti i riferimenti al cosiddetto patriarcato, inteso come un'organizzazione della società in cui i maschi avrebbero la preminenza.

Uomini indietro - Oggi era però la giornata delle donne e a compagni e mariti è stato affidato un ruolo di secondo piano. Ad esempio a Berna agli uomini che volevano partecipare è stato chiesto di sfilare nelle ultime file del corteo, oppure di mostrare la loro solidarietà al di fuori dell'evento stesso, per esempio svolgendo i lavori domestici o occupandosi della prole.

Un principio sancito quarant'anni fa - Le dimostrazioni hanno concluso una giornata di mobilitazione caratterizzata anche da appuntamenti più piccoli quali pic-nic femministi, seminari, letture collettive e azioni di vario tipo. La data non è stata scelta a caso: 40 anni or sono, il 14 giugno del 1981, il popolo e i cantoni accettarono infatti di ancorare nella Costituzione il principio della parità fra i sessi. Esattamente 10 anni dopo, nel 1991, si svolse il primo sciopero delle donne. Secondo gli storici ebbe grande impatto. Una seconda agitazione dello stesso tipo si era verificata due anni or sono, il 14 giugno 2019.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
5 ore
Morto schiacciato da un albero
L'uomo stava tagliando del legname in una zona boschiva.
SVIZZERA
6 ore
«Quasi nessun Omicron-contagiato in cure intense»
È ancora Delta, secondo quanto riportato da alcuni ospedali svizzeri, a causare i decorsi più gravi.
FOTO
BERNA
9 ore
"Libertà!" e bandiere svizzere nella capitale
La manifestazione, non autorizzata, è stata sorvegliata da vicino delle forze dell'ordine.
ZURIGO
11 ore
18enne gravemente ferito da un 17enne
L'aggressore è stato arrestato a casa sua dagli agenti della polizia cantonale
SVIZZERA
11 ore
Long Covid: pendenti 1'800 richieste all'AI
Al momento non sono però noti casi in cui la rendita di invalidità è stata effettivamente concessa.
FOTO
GINEVRA
12 ore
Rogo in una palazzina, due persone in pericolo di vita
L'incendio è scoppiato nel loro appartamento.
SVIZZERA
13 ore
La malattia di Newcastle è stata rilevata in Svizzera
Diverse galline ovaiole di un'azienda avicola zurighese sono state infettate da questa sindrome, altamente contagiosa
VALLESE
14 ore
Travolto da una valanga: la vita di un 72enne è in pericolo
L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio nella regione del Col du Sanetsch
NIDVALDO
15 ore
In contromano per 12 chilometri sulla A2, seguendo il navigatore
La polizia ha fermato la conducente di un veicolo con targa italiana
SVIZZERA
15 ore
«Il periodo del certificato Covid sembra arrivare alla fine»
Le decisioni prese mercoledì potrebbero essere modificate, in caso di un'evoluzione positiva della situazione pandemica
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile