keystone
ARGOVIA
07.06.21 - 15:260

A processo per aver ucciso moglie e cognata

Il procuratore ha chiesto per l'imputato una condanna di 20 anni di prigione per duplice omicidio.

Per l'accusa l'uomo, un kosovaro 57enne, deve essere espulso dalla Svizzera.

BRUGG - È iniziato oggi davanti al Tribunale distrettuale di Brugg (AG) il processo nei confronti di un 57enne kosovaro, accusato di avere ucciso la moglie e la cognata nel 2018 in un appartamento di Hausen (AG).

Il procuratore ha chiesto per l'imputato una condanna di 20 anni di prigione per duplice omicidio e l'espulsione dalla Svizzera.

Il duplice delitto risale all'8 gennaio 2018. Le due donne, due sorelle albanesi di 31 e 38 anni, erano state uccise a coltellate. L'arma del delitto era stata ritrovata sul posto. L'uomo, già denunciato dalla moglie per violenza domestica, sostiene di aver agito per legittima difesa.

Stando all'atto d'accusa, la moglie del kosovaro voleva il divorzio, poiché non sopportava più gli atti di violenza del marito e il suo atteggiamento dominatore.

Il divorzio avrebbe tuttavia generato problemi finanziari al marito, il quale avrebbe perso anche la custodia dei figli. Il 57enne sospettava inoltre che la donna lo tradisse. Aveva pertanto nascosto un telefono cellulare nell'auto della moglie al fine di seguire i suoi spostamenti grazie a un'apposita applicazione. Aveva infatti notato che la donna si incontrava con un uomo di sua conoscenza.

L'8 gennaio 2018, una volta che i suoi bambini erano partiti a scuola, l'uomo uccise la moglie, pugnalandola a due riprese, mentre quest'ultima si trovava ancora a letto. Inoltre, uccise anche la cognata che aveva trascorso la notte nella camera dei bambini.

L'imputato aveva poi messo il coltello da cucina nelle mani della cognata e si era inflitto delle coltellate per far credere che era stato aggredito dalle due donne e che aveva così agito per legittima difesa. In seguito, stando all'atto d'accusa, l'uomo ha chiesto al suo avvocato di avvertire la polizia, che lo ha poi arrestato il giorno stesso.

Durante la prima udienza odierna, due persone hanno dichiarato che in seno alla famiglia vi erano spesso dispute violente, sia tra i genitori, sia con parenti e anche con i figli. Alla moglie, di 16 anni più giovane del marito, piaceva uscire di casa, cosa che l'imputato non apprezzava, hanno indicato i due testimoni.

L'uomo è attualmente in detenzione preventiva. Il processo, che dovrebbe durare quattro giorni, era stato rinviato all'ultimo momento nel novembre scorso, poiché una persona che doveva parteciparvi era risultata positiva al coronavirus. La data della sentenza non è ancora nota.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
51 min
«I vaccinati dovrebbero togliere la mascherina»
Secondo il primario Andreas Widmer ora c'è il rischio che gli ospedali si riempiano a causa dei malati di influenza.
SVIZZERA
58 min
Un "Rendez-Vous" su Bundeslplatz
Dal 16 ottobre al 20 novembre la facciata tornerà a illuminarsi per combattere il cambiamento climatico.
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
9 ore
Tra lo smartphone e una maxi grattugia, i ticinesi del Flugtag
L'evento Red Bull ha avuto luogo oggi a Losanna. Quaranta i gruppi che hanno partecipato, nessuno ha raggiunto il record
SAN GALLO
15 ore
Il malore, lo schianto e la morte sull'A3
È morto sul posto il 78enne belga protagonista dell'incidente avvenuto nel pomeriggio a Berschis.
SONDAGGIO
SVIZZERA
17 ore
I non vaccinati in attesa di Johnson & Johnson
La Confederazione sta negoziando l'acquisto di dosi. Nel frattempo cittadini impazienti contattano Swissmedic
SOLETTA
18 ore
Auto senza targa sull'A1, la polizia la insegue senza successo
Il veicolo, rubato a Zurigo, è stato successivamente ritrovato in un parcheggio a Derendingen.
SCIAFFUSA
19 ore
«Nulla a che fare con l'incidente a Paradies»
I sommozzatori della polizia erano impegnati nella ricerca dei due nuotatori scomparsi, quando hanno rinvenuto un corpo.
SVIZZERA
20 ore
In limousine dall'amante
Il Ministro nell'occhio del ciclone per aver utilizzato l'automobile di rappresentanza per un viaggio privato.
ZURIGO
20 ore
Un uomo trovato morto per strada
Le forze dell'ordine zurighesi presumono si tratti di omicidio e cercano testimoni.
ARGOVIA
22 ore
Esce di strada e scappa, 17enne riconsegna il patentino
Il giovane, in preda ai fumi dell'alcol, disponeva di una licenza per allievo conducente, ma non era accompagnato.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile