Keystone
SVIZZERA/GERMANIA
07.05.21 - 11:340

Si fingeva un diplomatico, i doganieri lo smascherano

Aveva con sé due passaporti fasulli e varie dichiarazioni di denaro contraffatte per 38 milioni di euro.

L'uomo sarebbe arrivato in Germania dalla Svizzera.

SINGEN - Un uomo che si spacciava per un diplomatico è stato fermato da dei doganieri tedeschi a Singen, città del sud della Germania nei pressi del confine elvetico. Il 44enne, che ha affermato di essere appena entrato nel Paese dalla Svizzera, è stato trovato con documenti e dichiarazioni di denaro falsificati.

L'uomo, residente in Germania, ha detto agli agenti che non trasportava merci o contanti di cui rendere conto. Durante l'ispezione, comunica oggi l'Ufficio doganale principale di Singen, sono state rinvenute in una valigetta diverse dichiarazioni di denaro per un totale di 38 milioni di euro. Tutte erano contrassegnate da un corrispondente marchio di registrazione della dogana. Si è però poi scoperto che questi marchi erano falsi. Incalzato in tal proposito, l'uomo ha improvvisamente mostrato un passaporto diplomatico francese, invocando l'immunità.

I funzionari hanno proseguito nel controllo, trovando un altro passaporto diplomatico e vari certificati per confermare l'autenticità di cinque miliardi di dinari iracheni. Una successiva verifica ha in seguito rivelato che pure i documenti erano contraffatti. All'impostore sono quindi stati sequestrati passaporti e dichiarazioni fasulli e nei suoi confronti è stato avviato un procedimento penale.

L'inchiesta dovrà chiarire cosa intendesse fare il 44enne con il materiale falso in suo possesso. Da parte sua, l'Ufficio doganale ha ricordato che chiunque entra in Germania da un Paese terzo, e viceversa, con almeno 10'000 euro deve dichiarare questa somma in forma scritta alla dogana tedesca.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / THAILANDIA
6 ore
Niente dosi elvetiche per la “quinta Svizzera” (per ora)
La Confederazione ha le mani legate: i contratti prevedono l'impiego delle dosi entro i confini nazionali
FOTO
ZURIGO
9 ore
Attivisti a Zurigo: 83 fermi e alcuni manifestanti soccorsi
Il bilancio del sit-in che ha avuto luogo oggi nel centro finanziario, all'ingresso di alcune banche
VAUD
10 ore
«Vogliamo abbattere due lupi»
Le autorità vodesi chiedono il permesso alla Confederazione a seguito della predazione di vari vitelli
VALLESE
12 ore
Infortunio sul lavoro: morto un trentenne
L'incidente si è verificato a Zermatt: l'uomo stava effettuando un intervento su una seggiovia
VALLESE
13 ore
Evacuate le terme di Leukerbad, sei feriti
Una fuga di disinfettante ha scatenato il panico alle Alpentherme. Una persona elitrasportata in ospedale
SVIZZERA
13 ore
È stato un Primo Agosto (abbastanza) tranquillo
La polizia non ha dovuto intervenire molte volte durante la festa nazionale: «È stata una notte eccezionalmente calma».
SVIZZERA
14 ore
Covid in Svizzera, nel weekend 2'019 casi
L'Ufficio federale della sanità pubblica segnala anche 24 nuovi ricoveri e tre decessi
URI
15 ore
Axenstrasse riaperta
Da poco prima di mezzogiorno è nuovamente possibile percorrere il tratto stradale
FOTO
ZURIGO
17 ore
Iniziato lo sgombero degli attivisti di Paradeplatz
La polizia è intervenuta per disperdere i manifestanti per il clima che da questa mattina protestavano a Zurigo.
SVIZZERA / SPAGNA
18 ore
Quando la vacanza va storta: «È come essere in prigione»
Due turiste svizzere sono finite nell'Hotel-Quarantena di Ibiza
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile