keystone
BELLINZONA / GINEVRA
19.04.21 - 12:000

Test del DNA per il caso del consolato imbrattato a Ginevra

Così ha deciso di intervenire il Tribunale penale federale, effettuando le analisi sui soggetti sospettati.

L'imbrattamento era stato rivendicato dal "Gruppo intergalattico di lotta emancipatrice transfrontaliera"

BELLINZONA - Il Tribunale penale federale (TPF) ha confermato la decisione del Ministero pubblico ginevrino di prelevare il DNA di due sospetti al fine di chiarire l'imbrattamento del consolato di Francia avvenuto nel 2019. La sentenza non è definitiva e può essere impugnata al Tribunale federale.

Nella notte fra il 6 e il 7 maggio del 2019, l'edificio del consolato a Ginevra era stato cosparso di vernice gialla da diversi individui. L'azione era stata rivendicata dal "Gruppo intergalattico di lotta emancipatrice transfrontaliera" (GILET) ed era avvenuto nel quadro del movimento francese dei gilet gialli. I danni erano ammontati a 5785,65 franchi.

Estrema sinistra - La polizia giudiziaria aveva orientato le sue indagini verso l'estrema sinistra. Indizi avevano portato a constatare che due dei partecipanti all'azione - un uomo e una donna - appartenevano a tale corrente. Le loro abitazioni sono state perquisite.

A causa dell'implicazione di uno Stato estero, le indagini sono state riprese dal Ministero pubblico della Confederazione (MPC), che ha ordinato prelievi di DNA per i due sospetti, che hanno però inoltrato ricorso presso il TPF.

Una «certa gravità» - In due sentenze pubblicate oggi, la corte d'appello ha respinto i ricorsi. Fondandosi sulla giurisprudenza del Tribunale federale, ricorda che i danni procurati costituiscono un «delitto di una certa gravità» e non una semplice ragazzata.

I giudici di Bellinzona hanno anche spiegato che il prelievo di un campione di DNA è proporzionato ai fatti, anche considerando i forti sospetti sui due imputati. Oltre tutto, se fossero innocenti, proprio questo tipo di test permetterebbe di scagionarli.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
1 ora
Incendio in appartamento, un morto
È successo oggi pomeriggio sulla Manessestrasse
SVIZZERA
3 ore
«Ecco cosa succede quando Maurer gioca a fare Trump»
Il Presidente dei Verdi, Balthasar Glättli, attacca Ueli Maurer. Ma c'è anche chi lo difende
SVIZZERA
5 ore
Un detective per Berset
La Procura federale vuole vederci chiaro sul tentativo di estorsione da parte di una donna
SVIZZERA
6 ore
Incidente aereo a St.Moritz: ex capo squadriglia assolto
La sentenza è stata emessa dal Tribunale militare 2: il comportamento dell'uomo non sarebbe stato la causa dell'accaduto
SVIZZERA
6 ore
Alla frontiera con test o certificato: le risposte ai principali dubbi
A partire da lunedì 20 settembre, al confine varrà la regola del “doppio test” per i non vaccinati e i non guariti
GINEVRA
7 ore
Il super-evasore imbarazza Mirabaud
L'americano Robert Brockman avrebbe nascosto 1 miliardo di dollari a Ginevra
BERNA
7 ore
Incidente in piscina, muore una bambina di otto anni
È successo ieri a Bienne: la piccola è stata trovata in acqua priva di sensi. Oggi in ospedale è spirata
Svizzera
8 ore
Dodicenne muore durante la lezione di ginnastica
Solo un anno fa, un altro allievo moriva nelle stesse circostanze
SVIZZERA
9 ore
Entrata in Svizzera da lunedì solo per vaccinati, testati o guariti
Per i testati sarà inoltre necessario, tra il quarto e settimo giorno di permanenza, effettuare un secondo tampone.
SVIZZERA
10 ore
Dopo il “no” alla Legge sul CO2, ecco come salveremo il clima
Entro la fine dell'anno il DATEC dovrà presentare un progetto di legge senza nuove tasse ma con più incentivi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile