Rega
La scomoda posizione in cui si trovava lo sci-escursionista.
BERNA
24.03.21 - 12:030
Aggiornamento : 13:57

Finisce in un crepaccio, lo salva la Rega

L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio sotto il Gwächtenhorn, cima al confine tra i cantoni di Berna e Uri.

Lo sci-alpinista, tratto in salvo dai soccorritori, è stato trasportato in ospedale in stato d'ipotermia e con lievi ferite.

BERNA - Con un'operazione piuttosto complicata e certamente laboriosa, la Rega ha salvato uno sci-alpinista finito in un crepaccio profondo una quindicina di metri sulle montagne del canton Berna. L'uomo è stato trasportato in ospedale in stato d'ipotermia e con lievi ferite. L'incidente - precisa la Rega in una nota - è avvenuto ieri pomeriggio sotto il Gwächtenhorn, una cima situata al confine con il canton Uri.

Qui due sci-alpinisti stavano facendo una discesa a circa 3'200 metri di altitudine quando uno di loro è improvvisamente scomparso in un crepaccio. Inizialmente è rimasto sospeso a testa in giù e poi è caduto più in basso, restando bloccato a una quindicina di metri di profondità.

Il compagno di escursione ha quindi subito allertato la centrale operativa della Rega. Due soccorritori di montagna sono stati portati sul luogo dell'incidente con varie attrezzature. Uno di loro si è calato nel crepaccio, ha raggiunto lo sciatore infortunato e, nell'esiguo spazio a disposizione, è riuscito a mettergli l'imbracatura per toglierlo da quella scomoda posizione.

Il pilota dell'elicottero della Rega ha invece dovuto mantenere l'apparecchio perfettamente sopra il crepaccio per poter recuperare il soccorritore e il ferito, mentre l'altro paramedico calava il gancio del verricello di salvataggio con precisione millimetrica nelle mani del soccorritore.

Rega
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
8 ore
E se il 12 settembre diventasse festa nazionale?
Non solo il Primo d'agosto. In Svizzera bisognerebbe introdurre un nuovo giorno festivo. La proposta al governo
FOTO
ZURIGO
10 ore
Pompieri in azione a Zurigo
Intervento in Langstrasse per un incendio sviluppatosi in una cantina
SVIZZERA
10 ore
I dipendenti Swiss non vaccinati saranno lasciati a casa
Gli equipaggi dovranno essere vaccinati. Agli indecisi sarà concesso un periodo di riflessione di sei mesi
SVIZZERA
12 ore
La tappa svizzera del “treno europeo”
Si tratta dell'iniziativa “Connecting Europe Express” volto a promuovere la ferrovia nel continente
SVIZZERA
13 ore
Nessuno dovrebbe avere più di cento milioni di franchi in banca
Dopo la sconfitta dell'Iniziativa 99%, la Gioventù socialista si prepara a lanciare una nuova iniziativa
SVIZZERA
13 ore
Collegialità violata, il Governo opta per il "no comment"
Il presidente Guy Parmelin non ha preso posizione sulle asserzioni del suo collega (anche di partito) Ueli Maurer.
SVIZZERA
14 ore
Strage di Zugo, un minuto di silenzio
Era il 27 settembre di 20 anni fa. Un forsennato armato di un fucile d'assalto uccise 14 politici cantonali
SVIZZERA / FRANCIA
15 ore
Giudice malato, verdetto UBS posticipato
Continua a tenere banco il contenzioso fiscale tra la grande banca elvetica e la Francia.
SVIZZERA
16 ore
Fuoco incrociato su Berset e Maurer
Sarà un'ora delle domande infuocata quella di questo pomeriggio sotto la cupola di Palazzo federale.
SVIZZERA
16 ore
Nel weekend 3096 contagi in Svizzera
Sono 11 i decessi registrati dall'UFSP. Altre 49 persone sono state ricoverate
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile