Immobili
Veicoli
Deposit
Una Porsche in autostrada, in una foto d'archivio
SVIZZERA
19.03.21 - 12:180
Aggiornamento : 13:56

A 237 km/h in autostrada, confermati i 15 mesi sospesi

Alla guida di una Porsche un cittadino tedesco che aveva negato, la sentenza è giunta al Tribunale Federale

LOSANNA - Il Tribunale federale ha confermato la condanna a 17 mesi di carcere sospesi a un cittadino tedesco che nel 2014 era stato pizzicato nel canton Soletta mentre a bordo della sua Porsche sfrecciava a 237 km/h sull'autostrada A1. All'uomo è stata ritirata la patente.

I fatti risalgono all'aprile 2014: il tedesco stava viaggiando dalla Baviera a Ginevra, quando poco prima della mezzanotte è incappato in un radar sull'autostrada A1, all'altezza di Oberbuchsiten (SO). L'apparecchio aveva registrato una velocità di 237 km/h, il che, dedotto il margine di tolleranza, significava che il limite di velocità era stato superato di 110 km/h.

In prima istanza, la giustizia solettese gli aveva inflitto una pena di 16 mesi, otto dei quali da scontare, per violazione grave qualificata delle norme della circolazione e per guida senza patente. In quell'occasione, ricorda il TF nella sentenza pubblicata oggi, l'uomo non si era presentato in tribunale.

All'udienza d'appello, davanti alla Corte suprema del Cantone Soletta, il tedesco si era presentato e aveva difeso la sua versione dei fatti: non era lui a essere al volante dell'auto che era registrata a nome della sua società e non sapeva chi la stesse guidando.

La corte era giunta alla conclusione che la persona visibile nell'immagine radar era molto probabilmente il tedesco: l'uomo era stato quindi condannato a una pena detentiva sospesa di 17 mesi e a una multa di 4'500 franchi.

Chiamato a esprimersi sulla questione, il TF conferma la sentenza della seconda istanza: alla luce di tutte le circostanze, la decisione della corte solettese non sembra essere arbitraria.

Su richiesta della giustizia elvetica, le autorità tedesche avevano fornito informazioni che indicavano che la persona in questione aveva una cattiva reputazione riguardo alla sua condotta al volante.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Covid-pass aggiornato? Ora non ci si dovrà più mettere il dito
Niente più verifica manuale, ora l'app Covid Certificate esegue il refresh automaticamente.
SVIZZERA / MONDO
5 ore
«Vaccinare il mondo per fermare la pandemia»
Il messaggio del segretario generale dell'Onu Antonio Guterres al WEF di Davos.
SVIZZERA
7 ore
Sostegno al 2G, ma solo sino a fine febbraio
Le risposte dei cantoni alla consultazione federale sui provvedimenti anti-coronavirus
ZURIGO
9 ore
Quadruplicati gli attacchi di panico, gli esperti sono preoccupati
Depressione, ansia e paura: sono tutte conseguenze della pandemia, che colpiscono in particolare i giovani.
SVIZZERA
9 ore
Quarantene e test di massa? Da rivedere: «Omicron è come un incendio»
Anche gli scienziati hanno dei dubbi sul contact tracing. E sono ottimisti: il picco è vicino
GINEVRA
10 ore
Investita sulla pista da sci, muore a 5 anni
La piccola, residente a Ginevra, è stata travolta a Flaine, stazione sciistica situata in Alta Savoia.
GRIGIONI
10 ore
Gastronomia, quasi una irregolarità su quattro
In diversi casi è stato riscontrato un mancato rispetto delle disposizioni microbiologiche.
SVIZZERA
11 ore
Oltre 67mila contagi e 30 morti nel weekend svizzero
Ancora in aumento i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,1% dei posti letto complessivi.
ZURIGO
14 ore
Zurigo chiama alla cassa gli altri Cantoni per i pazienti Covid
Il 10-15% di quelli ricoverati nelle strutture zurighesi proviene da altre regioni del paese
SVIZZERA
15 ore
«Un generale dell'elettricità? Non siamo in guerra»
SImonetta Sommaruga rifiuta l'idea proposta dall'UDC: «Ognuno si assuma le proprie responsabilità».
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile