20 Minuten
+18
ZURIGO
03.03.21 - 17:030
Aggiornamento : 22:44

«Il fumo si vede da chilometri di distanza»

Un gigantesco incendio è divampato questo pomeriggio in un'area aziendale di Hinwil.

Interrotto anche il traffico ferroviario.

ZURIGO - Un gigantesco incendio è scoppiato questo pomeriggio nei locali di un'azienda a Hinwil (ZH), sprigionando una grande quantità di fumo. Le fiamme sono state domate verso le 17.00 dai pompieri. Al momento non si segnalano vittime.

«La colonna di fumo che si alza nel cielo può essere vista da chilometri di distanza», hanno spiegato alcuni testimoni a 20 Minuten. Nei locali dell'azienda colpita si trova, fra l'altro, anche una fabbrica di trattori. Ma cosa esattamente abbia preso fuoco - precisa la polizia cantonale di Zurigo all'agenzia Keystone-ATS non è ancora chiaro.

Il rogo, segnalato ai servizi di emergenza alle 13.45, è scoppiato vicino ai binari della ferrovia, e il collegamento tra Wetzikon e Hinwil - come precisato dalle FFS su Twitter - ha dovuto essere interrotto per circa un'ora.

keystone-sda.ch (ALEXANDRA WEY)
Guarda tutte le 22 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Ro 1 mese fa su tio
Un rogo ha 2 cause: naturali o dolose. C’è però una differenza la prima si propaga lentamente, se non ci sono idrocarburi, legnami et cetera, la seconda invece velocemente. Sono troppo gli incendi che divampano velocemente e non parlo di questo caso specifico, ma tutti o quasi vengono fatti passare per cause naturali, stranamente.
F/A-19 1 mese fa su tio
@Ro Due sono anche i motivi per cui questi incendi vengono fatti passare come naturali, o per incompetenza od impossibilità a dimostrare il contrario oppure per accordi precedentemente presi tra le parti in causa e cioè tra chi appicca il fuoco e chi deve riconoscerne le cause o tra chi poi dovrà pagarne la fattura finale. Almeno lo presumo.
TOP NEWS Svizzera
BERNA 
40 min
Numerosi Cantoni vaccinano dai 65 anni
Ci sono anche i più virtuosi, ma pure chi ha poche richieste e chi va a rilento.
SVIZZERA
41 min
«Viaggio in treno e con l'auto elettrica»
La pandemia è ancora sotto la luce dei riflettori. Ma la crisi climatica non è finita, ricorda Simonetta Sommaruga
VALLESE
1 ora
Ubriaco, costringe il treno a fermarsi e sale
L'uomo lavora per il produttore di vaccini Moderna.
SVIZZERA
4 ore
Vaccinare i giovani? «La priorità restano le persone a rischio»
Lo ha detto la responsabile Sezione malattie infettive dell'UFSP sollecitata in conferenza stampa
SVIZZERA
4 ore
Oltre 200mila vaccinazioni in una settimana
È la prima volta che si supera questa soglia da quando sono iniziate le somministrazioni.
SVIZZERA
5 ore
Altri 2 241 contagi in Svizzera, 10 morti
Altre 82 persone sono state ricoverate in ospedale. Il bollettino dell'UFSP
SVIZZERA
5 ore
Col covid gli adolescenti hanno riscoperto la TV
Per il 61% di loro la "vecchia" televisione è stata fra le principali fonti d'informazione.
FOTO
SVIZZERA
5 ore
Due monete svizzere nel Guinness dei primati
La Zecca federale Swissmint ha portato a casa due record mondiali per la numismatica.
ZURIGO
7 ore
Non tutti i medici di famiglia vogliono vaccinare, si rischiano ritardi
Pesa, da una parte, la retribuzione forfettaria garantita a ogni dose somministrata.
BERNA
8 ore
Protezione contro il terrorismo, in attesa del referendum
Nel settembre 2020 il Parlamento ha adottato la legge federale sulle misure di polizia per la lotta al terrorismo (MPT).
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile