Canton Lucerna
LUCERNA
27.02.21 - 18:170
Aggiornamento : 20:17

Il software per le tasse è un gran pasticcio, il Cantone si scusa in video

A Lucerna tanti problemi per il nuovo programma, soprattutto fra i senior: «Ci dispiace che si siano sentiti insultati»

L'hotline d'aiuto della Divisione delle contribuzioni aveva smesso di rispondere al telefono, centinaia le richieste inevase

LUCERNA - Pieno di bug, poco comprensibile e difficile da usare, il nuovo software delle tasse del canton Lucerna, negli ultimi mesi ha generato parecchio brusio sui media d'Oltralpe. Questi hanno raccontato di helpdesk cantonali sovraccarichi e molti cittadini - soprattutto seniores - che non sapevano più che pesci pigliare.

Per il Cantone, più volte interpellato però era tutto a posto. Anzi, come dichiarato sulle pagine della Luzerner Zeitung, il programma «funzionava benissimo» e non aveva nulla da invidiare a quello precedente, in uso da 15 anni a questa parte.

Eppure al 24 febbraio, l'helpdesk della Divisione delle contribuzioni (che aveva ormai smesso di rispondere al telefono e poteva essere contattato solo via mail) si contavano qualcosa come 1'500 ticket d'aiuto ancora da evadere, il 70% dei quali riguardavano proprio quell'applicazione.

Un vero e proprio pasticcio, insomma, che ha portato il responsabile Felix Muff a chiedere scusa di persona, questo venerdì, in un video: «Le cose non si sono svolte proprio in maniera ottimale», ha confermato, «in futuro gestiremo meglio il processo».

Nodo più dolente: gli anziani, per i quali il procedimento d'inserimento del reddito della pensione è completamente differente rispetto a prima. Secca la risposta del direttore di divisione Paul Furrer in un articolo precedente apparso sulle pagine della Zeitung: «Non è difficile, bisogna solo sapere come fare». 

Stando a Pro Senectute, interpellata dal quotidiano lucernese, le magagne però non si fermano a quello: «È difficile anche solo salvare i documenti e stamparli, non solo per i senior, ma per tutti», ha confermato Jolanda Buschor che, nell'associazione per la terza età, si occupa proprio dell'aiuto alla compilazione delle imposte.

«Ci dispiace se i nostri pensionati si siano sentiti insultati, non era nostra intenzione», ha confermato Muff nella clip caricata su YouTube, «abbiamo imparato la lezione e includeremo diverse fasce d'età nelle future fasi di test».

Da maggio 2020, le fasi di test erano state 5 e hanno coinvolto in totale una cinquantina di persone. Il costo del nuovo programma si aggira attorno ai 200mila franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
ZUGO
3 ore
Sorpasso fatale per un motociclista
L'uomo si è scontrato contro un furgone e un'auto che circolavano nel senso opposto.
SVIZZERA
7 ore
In Svizzera 3'297 contagi in settantadue ore
Nel corso del weekend si è reso necessario il ricovero per 49 pazienti Covid. Sono stati registrati quindici decessi
SVIZZERA
7 ore
Chi ha detto che gli over 55 se la passano male?
Il tasso di occupazione aumenta. E anche il riconoscimento professionale. Lo dice uno studio di Swisslife.
SVIZZERA
7 ore
«Il Tribunale federale non è un casinò»
Un comitato partitico prende la parola contro l'Iniziativa sulla giustizia in votazione il prossimo 28 novembre
SVIZZERA
9 ore
La pandemia aggrava la situazione economica dei media
La pubblicità è in calo anche nell'online, per la prima volta dal 2014
SVIZZERA
9 ore
La luce in fondo al Covid? Ci sono cinque "se"
Il capo della Conferenza dei direttori sanitari Engelberger è ottimista. Ma restano dei punti di domanda
SVIZZERA
11 ore
Quattro aziende su cinque hanno lo stesso problema
In Svizzera la crisi delle materie prime è già "pandemica", secondo Economiesuisse. «I prezzi aumenteranno»
VALLESE
11 ore
Collisione fatale sul passo della Novena
Questo sabato un centauro 26enne ha perso la vita dopo che un'auto ha sconfinato nella sua carreggiata, colpendolo
SVIZZERA
12 ore
La manifestazione no-Pass di Berna, due giorni dopo
Tre cose degne di nota dalla moto di piazza di sabato, fra chi (e quanti) c'erano e una polemica che riguarda la polizia
SVIZZERA
23 ore
«Il contact tracing è nel caos»
Col calo delle temperature, i contagi tornano ad aumentare. Ora è fondamentale individuare i luoghi di contagio
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile