Canton Lucerna
LUCERNA
27.02.21 - 18:170
Aggiornamento : 20:17

Il software per le tasse è un gran pasticcio, il Cantone si scusa in video

A Lucerna tanti problemi per il nuovo programma, soprattutto fra i senior: «Ci dispiace che si siano sentiti insultati»

L'hotline d'aiuto della Divisione delle contribuzioni aveva smesso di rispondere al telefono, centinaia le richieste inevase

LUCERNA - Pieno di bug, poco comprensibile e difficile da usare, il nuovo software delle tasse del canton Lucerna, negli ultimi mesi ha generato parecchio brusio sui media d'Oltralpe. Questi hanno raccontato di helpdesk cantonali sovraccarichi e molti cittadini - soprattutto seniores - che non sapevano più che pesci pigliare.

Per il Cantone, più volte interpellato però era tutto a posto. Anzi, come dichiarato sulle pagine della Luzerner Zeitung, il programma «funzionava benissimo» e non aveva nulla da invidiare a quello precedente, in uso da 15 anni a questa parte.

Eppure al 24 febbraio, l'helpdesk della Divisione delle contribuzioni (che aveva ormai smesso di rispondere al telefono e poteva essere contattato solo via mail) si contavano qualcosa come 1'500 ticket d'aiuto ancora da evadere, il 70% dei quali riguardavano proprio quell'applicazione.

Un vero e proprio pasticcio, insomma, che ha portato il responsabile Felix Muff a chiedere scusa di persona, questo venerdì, in un video: «Le cose non si sono svolte proprio in maniera ottimale», ha confermato, «in futuro gestiremo meglio il processo».

Nodo più dolente: gli anziani, per i quali il procedimento d'inserimento del reddito della pensione è completamente differente rispetto a prima. Secca la risposta del direttore di divisione Paul Furrer in un articolo precedente apparso sulle pagine della Zeitung: «Non è difficile, bisogna solo sapere come fare». 

Stando a Pro Senectute, interpellata dal quotidiano lucernese, le magagne però non si fermano a quello: «È difficile anche solo salvare i documenti e stamparli, non solo per i senior, ma per tutti», ha confermato Jolanda Buschor che, nell'associazione per la terza età, si occupa proprio dell'aiuto alla compilazione delle imposte.

«Ci dispiace se i nostri pensionati si siano sentiti insultati, non era nostra intenzione», ha confermato Muff nella clip caricata su YouTube, «abbiamo imparato la lezione e includeremo diverse fasce d'età nelle future fasi di test».

Da maggio 2020, le fasi di test erano state 5 e hanno coinvolto in totale una cinquantina di persone. Il costo del nuovo programma si aggira attorno ai 200mila franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
1 ora
Hotel a cinque stelle vittima di un attacco hacker
I criminali informatici hanno colpito il Waldhaus di Flims, rubando dati di dipendenti e ospiti.
GRIGIONI
3 ore
Il lupo come "vicino" durante l'inverno
Gli avvistamenti possono essere più frequenti durante la stagione fredda ma «non c'è un pericolo maggiore per l'uomo»
BERNA
3 ore
È il giorno di Cassis presidente
L'elezione da parte delle Camere federali avverrà verso le 12. L'ultimo ticinese a ricoprire la carica fu Flavio Cotti
SVIZZERA
3 ore
Se un medico deve decidere a chi dare l'ultimo letto in cure intense
Personale sanitario costretto a scegliere chi curare? Ecco su quali criteri si devono basare
SONDAGGIO ELETTORALE TAMEDIA
5 ore
Quale partito intendete votare?
L'appuntamento con le prossime elezioni federali è previsto il 22 ottobre 2023. Oggi chi votereste?
Berna
11 ore
NoVax che rifiutano le cure, avanti col testamento biologico
La consigliera nazionale Verena Herzog: «Non ha senso che i pazienti finiscano in terapia intensiva se non lo vogliono»
Zugo
15 ore
Aperta un'inchiesta preliminare contro la società di provider Mitto AG
Un dipendente avrebbe consentito a terzi di sorvegliare senza autorizzazione degli utenti di telefonia mobile
SVIZZERA
17 ore
Coronavirus, il 4% delle varianti analizzate corrisponde a Omicron
Si tratta dei dati relativi ai virus sequenziati nel corso dell'ultima settimana
ZURIGO
18 ore
Sedici anni di prigione per aver ucciso la fidanzata
I fatti sono avvenuti nel 2020 a Hombrechtikon, nel Canton Zurigo. Riconosciuto colpevole un 48enne polacco
SVIZZERA
18 ore
Obbligo di vaccinazione per gli equipaggi Edelweiss
Seguendo l'esempio di Swiss, ai dipendenti è stato dato tempo fino al 2022 per farsi vaccinare
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile