Depositphotos (albund)
LUCERNA
27.12.20 - 23:590

Italiano nato e cresciuto in Svizzera espulso per 6 anni

L'uomo è colpevole di aver rapinato diversi negozi.

Dovrà inoltre scontare un periodo dietro le sbarre.

LUCERNA - Un 36enne italiano, nato e cresciuto in Svizzera, dovrà lasciare la Confederazione per sei anni. L'uomo aveva rapinato diversi negozi delle stazioni di servizio nella regione di Lucerna tra il 2016 e il 2017. Il Tribunale criminale di Lucerna, oltre all'espulsione dal Paese, lo ha condannato anche a una pena detentiva di tre anni e quattro mesi.

La corte, tramite il dispositivo di pena pubblicato oggi - che quindi non è ancora una condanna in via definitiva - ha giudicato l'uomo colpevole di rapina ed estorsione violenta.

Rapine con pistola "giocattolo" - Il 36enne, che lavora come installatore di impianti sanitari, ha compiuto quattro rapine armato di pistola ad aria compressa, rubando in totale circa 20'000 franchi. In una di queste ha costretto un impiegato ad aprire la cassaforte.

Drogato per farsi coraggio - In tribunale, l'italiano aveva dichiarato di aver fatto uso di droghe e alcool per farsi coraggio prima delle rapine. Secondo l'imputato, si trovava a corto di soldi per l'affitto poiché il suo coinquilino era fuggito.

Tutta la sua vita in Svizzera - La procura chiedeva quattro anni di carcere e dodici anni di espulsione dal Paese. L'avvocato della difesa chiedeva invece una pena detentiva di 30 mesi con condizionale parziale. Secondo quest'ultimo, il 36enne conosce l'Italia solo per le vacanze e non ha alcun rapporto nella Penisola. La fidanzata, così come i genitori e i fratelli vivono tutti in Svizzera. La corte ha tuttavia deciso altrimenti.

Il Tribunale ha inoltre condannato un 22enne tedesco, complice di una delle rapine. Il giovane dovrà scontare una pena detentiva condizionale di 14 mesi. I giudici hanno stabilito che trattava di un caso di rigore e hanno rinunciato all'espulsione obbligatoria. La procura chiedeva invece un allontanamento dalla Svizzera per un periodo di dieci anni.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Ristoranti, manifestazioni e sport: ecco le risposte alle domande più frequenti
Fino a che ora possono rimanere aperte le terrazze? Quali eventi è possibile seguire? Quante persone possono esserci?
SVIZZERA
6 ore
Ora gli albergatori aspettano il certificato Covid-free
HotellerieSuisse soddisfatta degli allentamenti, ma chiede l'urgente riapertura “integrale” dei ristoranti
SVIZZERA
8 ore
Chi si è già ammalato di Covid verrà vaccinato con una dose
Il Consiglio federale ha modificato le sue raccomandazioni per i preparati di Biontech/Pfizer e Moderna.
BERNA
11 ore
Riaprono le terrazze, ma non solo
Da lunedì saranno di nuovo consentite manifestazioni in presenza di pubblico.
URI
12 ore
Inversione di marcia sull'A2 per entrare nel tunnel del San Gottardo (che però era chiuso)
Il conducente protagonista della manovra è stato fermato poche centinaia di metri dopo che era entrato dal portale nord
SVIZZERA
13 ore
Volare Swiss col Travel Pass per il test Covid
La compagnia introduce l'app sperimentale sul collegamento Zurigo-Heathrow
Attualità
13 ore
La campagna vaccinale vodese cambia marcia
Nel cantone romando ora anche i 50enne potranno annunciarsi per un appuntamento.
SVIZZERA
14 ore
In Svizzera 2'601 nuovi casi e 14 decessi
In discesa il tasso di positività, oggi al 7%. Si registrano inoltre altre 89 ospitalizzazioni.
ZUGO
15 ore
Fuori strada sulla A4, è grave
La donna alla guida, stando all'alcol test, era ubriaca
BERNA
16 ore
I politici spingono per gli allentamenti e il CoronaPass
I leader di partito chiedono di guardare al modello danese e creare rapidamente il passaporto vaccinale.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile