Decine di incidenti nelle prime ore del mattino
lettore 20minuten
+5
SVIZZERA
01.12.20 - 11:500
Aggiornamento : 17:04

Decine di incidenti nelle prime ore del mattino

Con dicembre arriva la neve. E con essa i primi disagi sulle strade.

In Ticino, i primi fiocchi in pianura dovrebbero cadere da giovedì.

ZURIGO - È arrivato l'inverno (almeno quello meteorologico) e con esso la neve e, purtroppo, anche i primi incidenti sulle principali arterie svizzere.

Decine di incidenti - Viasuisse menziona diversi problemi in autostrada dovuti alle precipitazioni delle ultime ore. Verso le 8 del mattino si sono verificati due incidenti nella Svizzera centrale e qualche ora prima a Sissach (BL) e Arisdorf (BL). Vengono segnalati pure due incidenti a Sciaffusa e nella Svizzera occidentale.

Ma non solo. Non mancano infatti diverse segnalazioni di disagi su strade principali e secondarie, ma non tutti dettagliati.

Nel canton Argovia si sono verificati non meno di dieci incidenti stradali questa mattina, come riferito dal portavoce della polizia cantonale a 20 Minuten. Due persone sono rimaste leggermente ferite e un furgone per le consegne è uscito di strada tra Zufikon e Oberwil-Lieli, bloccando temporaneamente la circolazione.

Anche il TCS segnala diversi incidenti stradali. Nel solo canton Zurigo sono circa due dozzine dall'inizio della nevicata (verso le 7:00), causati dal mancato adattamento dello stile di guida alle condizioni meteorologiche (così secondo il portavoce della Polizia cantonale zurighese). Occasionalmente, anche la mancanza dell'equipaggiamento adatto, come i pneumatici invernali, potrebbe esserne la causa.

In Ticino - Alle nostre latitudini il problema non si pone. Almeno per il momento, visto che già da oggi il limite delle nevicate potrebbe scendere fino ai 500 metri. E da domani praticamente anche verso i 400 metri.

Qualche sprazzo di neve in pianura è atteso da giovedì e per la giornata di venerdi. Poi, verso sera, nel Sottoceneri dovrebbe tornare in rialzo a 400 e 700 metri (e restare così anche per i giorni a seguire).

lettore 20minuten
Guarda tutte le 9 immagini
TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
5 ore
Le sottrasse diversi milioni, condannata una guaritrice
Una 66enne di Glarona è stata ritenuta colpevole di una lunga serie di reati, tra cui l'appropriazione indebita.
SVIZZERA
6 ore
La percentuale dei non vaccinati in cure intense? Molto alta
Tra il 19 luglio e il 15 agosto erano l'89% del totale. C'è preoccupazione per i tanti giovani malati
SVIZZERA
7 ore
Verso l'estensione oltre i sei mesi del certificato Covid per chi è guarito
«Faremo certamente degli aggiustamenti» affermano dall'Ufficio federale della sanità pubblica
ZURIGO
10 ore
Nessun controllo dei certificati, piscina chiusa dalla polizia
All'ingresso della struttura coperta erano affissi dei cartelli indicanti che non vi sarebbe stato alcun controllo.
BERNA
13 ore
Berna ne ha abbastanza dei No-Vax
La Città federale ha deciso di vietare qualsiasi manifestazione contro le misure anti-Covid-19.
SVIZZERA
14 ore
«No alle pellicce ottenute con la sofferenza degli animali»
Il Parlamento ha ricevuto una petizione che chiede di vietare l'importazione di prodotti ottenuti in modo crudele.
ZURIGO
14 ore
«Vittima di una violenza brutale»
La polizia zurighese fornisce nuovi informazioni sul delitto: «La persona fermata è un 20enne e ha confessato».
BERNA
15 ore
La curva dei contagi continua a calare
Nelle ultime 72 ore 102 perone hanno necessitato di un ricovero in ospedale.
FOTO
SVIZZERA
18 ore
Università al via, tra Covid Pass e polemiche
Alcune centinaia di studenti si sono riuniti davanti a diversi atenei per protestare contro l'uso del certificato.
CONFINE
20 ore
Vaccinati o no? Al via i controlli al confine
Chi valica la frontiera in entrata, da oggi dovrà essere in possesso di "pass", e compilare un modulo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile