keystone
BERNA
30.11.20 - 17:470

Vitamina D: in Svizzera troppi test «inutili e costosi»

È la conclusione tratta da uno studio pubblicato sulla rivista specializzata "BMC Health Services Research".

Questi costi determinerebbero inoltre «un eccesso di cure mediche e un'assistenza inadeguata».

BERNA - In Svizzera vengono effettuate troppe analisi di laboratorio per verificare un'eventuale carenza di vitamina D. Uno studio scientifico commissionato dallo Swiss Medical Board arriva alla conclusione che la maggior parte di questi test sono inutili e costosi.

Meglio sarebbe - si legge in una nota dell'ente che ha commissionato lo studio - limitare i test alle categorie a rischio, come «le persone in età avanzata e in sovrappeso o quelle che hanno la pelle scura, per le quali la carenza di vitamina D può risultare più pronunciata».

Gli autori dello studio, pubblicato sulla rivista specializzata "BMC Health Services Research", riconoscono che in Svizzera, soprattutto d'inverno, il 60% della popolazione soffre di una carenza di vitamina D. Nel corpo questa vitamina viene normalmente prodotta per effetto della luce del sole sulla pelle.

Per questo motivo, l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) suggerisce a tutte le persone di assumere regolarmente la vitamina D, anche senza sottoporsi al test.

Costi esorbitanti - Lo studio, realizzato dall’Institut für Hausarztmedizin und Community Care di Lucerna (IHAM&CC) in collaborazione con l'assicurazione malattia Swica, ha analizzato i dati di 200'043 assicurati nell'anno 2015 e di altri 200'046 nel 2018.

Risultato: in questo lasso di tempo il tasso di assicurati che si sono sottoposti al test è passato dal 14 al 20%, con un aumento di quasi il 50%. Estrapolati a tutta la Svizzera, i costi per le analisi dei livelli di vitamina D nel sangue hanno raggiunto circa 90 milioni di franchi nel 2018. Anche in altri Paesi europei si osservano tendenze analoghe.

Gli autori dello studio non esitano a parlare di «costi esorbitanti», soprattutto se paragonati ad altri test più importanti. Questi costi determinano inoltre «un eccesso di cure mediche e un'assistenza inadeguata».

Queste cifre - si legge ancora nella nota - sono tanto più preoccupanti se si considera che un recente studio dell'Università di Zurigo ha dimostrato che gli integratori di vitamina D non hanno un effetto significativo sulla riduzione delle fratture ossee e nemmeno sulle funzioni delle gambe e della memoria.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Christina Del Prete 1 mese fa su tio
L´assunzione della vitamina D durante i mesi invernali è importante: contribuisce al buon funzionamento del sistema immunitario (EFSA health claims 2015). Il rischio di morire di un´infezione alle vie respiratorie è circa 2-3x più alto se il paziente è carente di vitamina D (Brenner et al., 2020) e la somministrazione di vitamina D può ridurre l´insorgenza delle infezioni delle vie respiratorie (Martineau et al., 2017). Non bisogna fare il test per assumere un dosaggio preventivo (600-800 IE). Il test è utile per individuare una carenza (che richiede dosaggi terapeutici). Più a rischio di carenza sono le persone con malattie croniche, gli obesi, i pazienti oncologici, i diabetici, le persone di colore e le donne in gravidanza. Le raccomandazioni della Commissione Federale per la Nutrizione (CFN 2012), prevedono l´assunzione di 800 IE al giorno per tutto l’anno alle persone con 60+ anni e consigliano un livello minimo nel sangue di 75 nmol/l. Per raggiungerlo ci vuole una dose di 1800-4000 IE al giorno, e nelle persone obese anche 3x di più perché il fabbisogno dipende anche dal BMI (Rapporto EEK/CFN). Il limite negli integratori alimentari in Svizzera è 2800 IE e il livello di sicurezza per adulti è 4000 IE («Tollerable Upper Intake Level», ossia la dose giornaliera massima tollerabile, dipende dall’età e indica la quantità di vitamina D che, sulla base delle conoscenze attuali, può essere presa ogni giorno per periodi prolungati senza effetti negativi sulla salute, EFSA 2012). La tossicità è una questione legata al tasso ematico: finora l’ipercalcemia da sovradosaggio è stata riscontrata solo per un tasso ematico superiore a 150 ng/ml o 375 nmol/l, raggiungibile solo con l’assunzione prolungata di dosi elevate (Holick et al., 2011). La quantità che il corpo produce al sole (solo in estate) è 10`000-20`000 IE (10`000 IE = NOAEL, no adverse effect level secondo EFSA). La produzione da parte della pelle avviene unicamente da marzo a ottobre e le fonti nutrizionali di Vitamina D non sono affidabili (consumo medio in Svizzera: 80 IE, rapporto di nutrizione 2012). Durante i mesi invernali è necessario assumere integratori alimentari per coprire il fabbisogno.
Tosca Oleandri 1 mese fa su fb
il mio medico me l'ha prescritta alcuni anni fa e continuo a prenderla, quando ho iniziato (ne ero carente) ho immediatamente sentito un beneficio
Irma Satta 1 mese fa su fb
ovvio senza vitamina D ci si ammala e i medici non guadagnano.... elementare watson
pillola rossa 1 mese fa su tio
I costi esorbitanti sono i test pcr gratuiti, che noi tutti dobbiamo pagare e che secondo una branca di scienziati ampiamente sbeffeggiati e screditati sono inutili per chi è asintomatico. Ma sta andando tutto bene...
Claudio Trabattoni 1 mese fa su fb
Il test in Francia costa 9 euro.....
Bruno Ismael Pereira 1 mese fa su fb
Chiamato l'ormone della felicità... Si sa il motivo che è un grande integratore e che per le case farmaceutiche non li conviene fare sapere alla gente.
Daniele Mc 1 mese fa su fb
Il problema non è la gente che fa il test, molto utile a mio modestissimo parere, ma il fatto che un'analisi che in Italia costa meno di dieci euro qua arriva a 40 chf....
Michela Ceriani 1 mese fa su fb
Io la prendo da due anni, ancora prima del Covid-19 e di certo non smetterò. Le persone dovrebbero assumerla tutti i giorni sempre, indipendentemente dal fatto che ci sia o meno il covid. Non sono di certo le analisi del sangue a far lievitare i costi della sanità. E di certo non mi negherei le analisi, qualsiasi analisi. Perché nel mio caso, fosse per i medici o sarei sottoterra o piena di medicamenti.
Deborah Peverada 1 mese fa su fb
Michela Ceriani anche un eccesso di vitamina D è pericoloso all organismo, la farmacista una volta mi ha consigliato di prenderne una dose intera che mi copriva per 2 3 mesi.... ho saputo dopo il rischio nel prendere mega dosi!!!
Fornino-Angiolillo Lina 1 mese fa su fb
Vitaminad d, molto importante❤️
Michela Ceriani 1 mese fa su fb
Deborah fai quello che vuoi.
Deborah Peverada 1 mese fa su fb
Michela Ceriani 🤔 in che senso fai quello che vuoi? Ho semplicemente detto che esagerare con l assunzione della vitamina D è pericoloso ed è una realtà, non ho detto che lei sbaglia o altro, ma mi pare giusto rendere attenti a questo aspetto non solo dire di prenderla tutti i giorni!
Michela Ceriani 1 mese fa su fb
Deborah la prendo tutti i giorno sottto suggerimento di un medico. Un medico, probabilmente differente dai "soliti". Tu preferisci prenderla in una volta sola per coprire 2/3 mesi, ma la vitamina D non resiste nel corpo così a lungo, tempo 24 ore sparisce. Io preferisco prenderla tutti i giorni. Il senso della mia prima risposta ( e mi scuso se era da antipatica ) è che non ho voglia di discutere di queste cose, proprio perché ognuno la pensa differentemente. Poi ovviamente il sovradosaggio come tutte le cose è pericoloso.
Deborah Peverada 1 mese fa su fb
Michela Ceriani evidentemente lei non ha letto nulla di ciò che ho scritto 🤦🏼‍♀️ la farmacista mi ha detto di assumerla 1 volta per coprire 2 3 mesi (cosa sbagliatissima), ma ovviamente mi sono fidata di una farmacista ? Giustamente andrebbe presa tutti i giorni la giusta quantità sempre tramite il medico e se necessario ovviamente! Io volevo solo far notare che i mega dosaggi sono pericolosi tutto qua
Deborah Peverada 1 mese fa su fb
Michela Ceriani non è mia intenzione discutere volevo solo rendere attenti su questa cosa tutto qui :)
Michela Ceriani 1 mese fa su fb
Deborah dai ci siamo capite :D Stamattina era ancora troppo presto per connettere i neuroni, i miei almeno 🤣
Deborah Peverada 1 mese fa su fb
Michela Ceriani 👍🏻😊😉
Fra Nca 1 mese fa su fb
E meno male che la cassa malati c è la paghiamo , e anche profumatamente !
Loris Bianchi 1 mese fa su fb
Che ci mandino alle Maldive allora ! Io sto volentieri con i gioielli al sole !
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
ma lo sanno che ci sono un sacco di malattie del sistema immunitario che provocano l'abbassamento della vitamina D e lo sanno che un sovradosaggio non é di certo consigliato? dire alle persone d'assumere vitamina D d'inverno senza fare i controlli?
Giuseppe Marino 1 mese fa su fb
Esattamente
Alain Radaelli 1 mese fa su fb
Ma chissà perché come per miracolo, arrivano a rompere....
Marinella Niosi 1 mese fa su fb
Alain Radaelli io seguo da sempre il tuo consiglio 😉
Ut Le 1 mese fa su fb
Van Nguyen
Tio1949 1 mese fa su tio
Ma fanno bene a fare tutti questi test,se c'è ignoranza bisogna sfruttarla. E non solo per la vitamina D.
spank77 1 mese fa su tio
... e il povero selenio...dimenticato...
Marco Bozzotti 1 mese fa su fb
Ross Catarin 😏
Ross Catarin 1 mese fa su fb
Marco Bozzotti strano...
Ross Catarin 1 mese fa su fb
Possono star tranquilli...tanto lo pago io... la CM ha solo incassato da me negli ultimi 30 anni 😂
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
49 min
Frontale a Mulegns, in tre in ospedale
Fortunatamente nessuno ha riportato ferite gravi.
SVIZZERA
49 min
Covid in Svizzera: le cifre continuano a scendere
L'UFSP ha tracciato un bilancio complessivo della terza settimana di gennaio.
GRIGIONI
2 ore
La variante inglese mette "in quarantena" Arosa
Fino al 6 febbraio il collegamento con gli impianti sciistici di Lenzerheide verrà sospeso.
SVIZZERA
2 ore
Gestione della pandemia nel mondo: ecco dove si situa la Svizzera
Secondo uno studio basato su sei criteri è la Nuova Zelanda ad aver gestito meglio l'emergenza covid. Ultimo il Brasile
BERNA 
3 ore
Gas serra ridotti del 90% entro il 2050
È la strategia climatica adottata ieri dal Consiglio federale.
VIDEO
SVIZZERA
4 ore
«Condotta di volo ad alto rischio dietro lo schianto dello Ju-52»
Lo indica il rapporto finale sull'incidente, costato la vita a venti persone nel 2018, pubblicato oggi dal SISI.
FOTO
SAN GALLO
5 ore
Donna morta su un bus
Una 69enne si è sentita male ieri mattina nei pressi di San Gallo. Inutili i tentativi di salvarle la vita.
ZURIGO
14 ore
La 31enne già vaccinata, ed è subito polemica
La donna ha esibito il certificato di vaccinazione sui social. Ma ci sono over 80 ancora in attesa.
GRIGIONI
15 ore
Nuova variante identificata a scuola: pronti i test a tappeto
L'istituto sarà chiuso fino al 6 febbraio, mascherina obbligatoria nel comune
SVIZZERA
16 ore
Ritardi anche per Moderna
Lo ha confermato l'UFSP, che non ha però specificato l'effetto dei ritardi sulle forniture elvetiche
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile