Keystone
BASILEA CITTÀ
20.11.20 - 15:300
Aggiornamento : 18:23

Basilea Città ha deciso, chiuderà quasi tutto fino a metà dicembre

A partire da lunedì bar, ristoranti, palestre e piscine non riapriranno i battenti. Anche il Vallese non cambia

BASILEA - A causa dell'aumento dei contagi da coronavirus, le autorità di Basilea Città hanno deciso di chiudere da lunedì i ristoranti, i bar, i centri fitness e le piscine del cantone. Inoltre, le manifestazioni saranno possibili con un limite massimo di 15 persone.

Tali misure resteranno in vigore fino al 13 dicembre, ha annunciato oggi il governo basilese. «Siamo consapevoli che le restrizioni sono dure. Ma non si può più continuare come nelle ultime settimane», ha dichiarato il responsabile del Dipartimento della sanità renana, Lukas Engelberger.

La decisione di Basilea Città non sorprende, visto che nell'ultimo rapporto settimanale dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) sui casi di Covid-19 registrati fra il 9 e il 15 novembre, il cantone renano -assieme a Basilea Campagna, Obvaldo e Uri - era tra quelli in controtendenza, ossia tra i cantoni che hanno visto i loro casi positivi aumentare nell'arco di una settimana.

Oggi le autorità basilesi hanno annunciato ancora 110 nuove infezioni, contro le 105 segnalate ieri, e 4 decessi. Engelberger aveva già preannunciato la scorsa settimana, che le misure di protezione sarebbero state rafforzate qualora il numero di contagi e di ricoveri in ospedale non fosse drasticamente diminuito. Oggi le autorità hanno annunciato che al momento 148 persone sono ricoverate in ospedale, di cui 26 nei reparti di terapia intensiva.

Anche il Vallese prolunga le misure - Nonostante il calo dei contagi da Covid-19, il canton Vallese ha deciso di prolungare le misure restrittive, decise il 22 ottobre scorso, fino al 13 dicembre a mezzanotte. Inizialmente esse dovevano scadere a fine novembre. Lo ha reso noto oggi il Governo vallesano.

Rimarranno quindi chiusi bar e ristoranti e ferme le attività del tempo libero. Manifestazioni con più di 10 persone, pubbliche o private, saranno sempre vietate, così come le competizioni sportive non professionistiche (queste ultime potranno avvenire a porte chiuse). L'obiettivo è di ridurre la pressione sugli ospedali vallesani, rimasta alta nonostante la riduzione dei casi positivi.

Il governo ha tuttavia deciso alcuni allentamenti alla situazione attuale: in particolare, saranno ammesse fino a 50 persone alle cerimonie religiose (previo rispetto delle distanze e delle misure di igiene), bambini e ragazzi fino a 16 anni potranno riprendere l'attività sportiva in linea con le disposizioni federali, mentre in ospedali e case anziani le visite saranno consentite, ma a severe condizioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
SAN GALLO
50 min
«Mi hanno chiamato e mi hanno detto: “Ehi, la tua Ferrari sta bruciando”»
160mila franchi in fumo oggi sulla A13, il racconto del proprietario che... non era il conducente
ARGOVIA
3 ore
Arringa la folla di manifestanti anti restrizioni: docente cantonale licenziato in tronco
Per la direzione, non avrebbe dovuto presentarsi come insegnante. L'interessato: «Rifarei tutto».
FOTO
NEUCHÂTEL
4 ore
Manifestanti anti-misure in corteo a Neuchâtel
È già il secondo corteo quest'anno e c'erano circa 800 manifestanti
LUCERNA
5 ore
Il software per le tasse è un gran pasticcio, il Cantone si scusa in video
A Lucerna tanti problemi per il nuovo programma, soprattutto fra i senior: «Ci dispiace che si siano sentiti insultati»
GRIGIONI
7 ore
Terrazze chiuse? I gestori grigionesi si concedono una piccola proroga
Avrebbero dovuto smantellarle oggi, ma approfitteranno dell'ultimo weekend della stagione.
FOTO
SAN GALLO
8 ore
Una Ferrari distrutta dalle fiamme
Nessun ferito, ma danni per oltre centomila franchi. È il bilancio dell'incendio sull'A13
SVIZZERA
8 ore
Jacqueline rimanda le prove di primavera (ma in Ticino un po' meno)
Al Nord delle Alpi il vento freddo riporta il termometro attorno allo 0, a Sud invece sarà solo un attimo più frescolino
ZURIGO
8 ore
Investito dal tram: morto un 82enne
L'incidente si è verificato oggi a Zurigo alla fermata Talwiesenstrasse
SVIZZERA
9 ore
«Bar e ristoranti vanno riaperti il 22 marzo»
È quanto chiede la Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio nazionale
FRIBURGO / BERNA
11 ore
Con l'auto rubata contro un camion
Si è concluso così un inseguimento che ha avuto luogo nella notte sull'A12 tra Bulle e Berna
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile